Novak Djokovic ha lasciato l’Australia

Il tennista serbo Novak Djokovic non può rimanere in Australia e quindi non può difendere il suo titolo agli Australian Open. Domenica pomeriggio, ora locale, la Corte Federale di Melbourne ha respinto l’appello n. 1 al mondo. Djokovic ha perso definitivamente il visto e deve lasciare il Paese. Da allora se n’è andato.

I sostenitori di Novak Djokovic alzano bandiere serbe davanti a un’aula di tribunale a MelbourneANP/AFP/Michael Errey

Ascolta anche | parere | Chiusino australiano

Il presidente James Olsop ha affermato che la decisione dei tre giudici è stata unanime. La corte ha emesso solo una breve sentenza orale domenica. La sentenza scritta integrale sarà pubblicata “non appena possibile nei prossimi giorni”. Olsop ha confermato che il tribunale ha effettuato una valutazione del corso degli eventi. “Abbiamo valutato se la decisione del governo fosse illogica o giuridicamente scorretta”. Secondo i tre giudici non era così, e quindi Djokovic deve lasciare il Paese.

sapone

Si è conclusa così una lunga serie durata quasi due settimane. Djokovic era salito a bordo di un volo per l’Australia il 4 gennaio con un’esenzione medica, ma il suo visto è stato cancellato all’arrivo. Il serbo non è stato vaccinato contro il coronavirus e non è stato in grado di dimostrare il motivo per cui gli è stata concessa un’esenzione medica.

Il serbo è andato in tribunale e lunedì ha deciso che Djokovic doveva restare. Il tennista si è subito recato in campo per allenarsi dopo essere stato rinchiuso per diversi giorni in un hotel per l’immigrazione con richiedenti asilo.

Leggi anche | Dopotutto, l’Australia ritira il visto per il tennista Novak Djokovic

READ  La Russia smette di esportare gas verso la Germania attraverso l'unità tedesca Gazprom: forte aumento dei prezzi del gas

Competenza ministeriale

Ma venerdì il ministro dell’Immigrazione Alex Hawke ha deciso di approfittare della sua autorità e di ritirare il visto del tennista. Secondo Hook, Djokovic non vaccinato rappresenta un rischio per la popolazione australiana, in parte a causa del segnale inviato dai serbi di non vaccinarli. Djokovic ha chiamato la Corte federale per riconsiderare il caso, ma non ha avuto successo. Dopo una seduta durata più di 5 ore, seguita da più di 85.000 persone in diretta, al campione del Grande Slam è stato detto che la decisione del ministro è rimasta. Ciò significa che Djokovic deve lasciare il Paese.

Lunedì inizieranno gli Australian Open

Lunedì inizieranno gli Australian Open. Nonostante la sua battaglia legale con il governo australiano, Djokovic è stato incluso nel sorteggio giovedì e ha affrontato il connazionale Miomir Kikmanovic al primo turno. Lunedì sera avrebbe giocato l’ultima partita della giornata alla Rod Laver Arena, secondo il programma che è stato finalmente pubblicato circa 1 ora e mezza prima della sentenza dei giudici. Il serbo, che sperava di vincere il suo 21esimo titolo del Grande Slam a Melbourne e diventare così il detentore del record da solo, è dovuto tornare a casa prima dell’inizio del torneo.

Djokovic condivide il record con Roger Federer e Rafael Nadal. Lo svizzero è scomparso per problemi fisici a Melbourne, ma lo spagnolo sta partecipando. Nadal non è uno dei favoriti, ma a causa del ritiro di Djokovic sarà l’unico a prendere il 21° posto nelle prossime due settimane.

Sfortuna

L’organizzazione dell’Australian Open “rispetta” la decisione della Corte federale nel caso promosso da Novak Djokovic. Lo afferma in una breve dichiarazione rilasciata dall’Australian Tennis Association, organizzatrice del primo torneo del Grande Slam dell’anno.

READ  Escludere la Russia dal sistema SWIFT o no? La Germania è sotto pressione

Tennis Australia rispetta la decisione della Corte Federale. In linea con le regole del Grande Slam, il primo posto nel sorteggio è ora detenuto da un fortunato perdente. Non vediamo l’ora che arrivi l’Australian Open 2022 in un modo positivo ed emozionante e auguriamo a tutti i partecipanti buona fortuna”.

Djokovic, nove volte vincitore degli Australian Open, è stato anche il numero uno del mondo a Melbourne. Tuttavia, il suo visto è stato revocato e quindi il serbo non può partecipare. Il “fortunato perdente” italiano Salvatore Caruso ha sostituito Djokovic in classifica. Caruso, classificato 150° al mondo, è stato fermato nell’ultimo turno di qualificazione.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24