Immagine: Shutterstock

Da uno dei nostri corrispondenti.

I mulini a vento nei Paesi Bassi si trovano spesso sulla rotta migratoria degli uccelli. Ma dove è maggiore il rischio di collisioni? Gli scienziati UvA dell'Istituto per la biodiversità e la dinamica degli ecosistemi (IBED) hanno mappato questo nel nord dei Paesi Bassi. Si scopre che gli uccelli migratori non sempre volano sopra i mulini a vento Dalla ricerca condotta dall'UvA. Infatti, circa il 40-80% degli uccelli vola ad un'altitudine compresa tra 50 e 200 metri, esattamente l'altezza delle pale del rotore di una turbina eolica. Per la prima volta i ricercatori hanno determinato esattamente dove e a quale altitudine volano gli uccelli migratori nel nord dei Paesi Bassi.

Un gran numero di parchi eolici saranno costruiti lungo il percorso migratorio degli uccelli, sulla terraferma e in mare. Puoi immaginare che alcune specie di uccelli che stanno già andando male avranno problemi.

Il dottorando UvA Bart Hoekstra a Folia:

“Se dovessi dare una stima, le perdite medie sarebbero tra i 5 e i 20 uccelli per turbina all’anno”.

Con queste nuove informazioni, i governi possono scegliere di spegnere le turbine eoliche durante la migrazione degli uccelli, posizionarle altrove o rimuoverle. Hoekstra:

“Questo dipende in ultima analisi dal governo e dai proprietari dei parchi eolici. La nostra ricerca è solo un piccolo pezzo del puzzle in una questione incredibilmente complessa. Come posizionare esattamente le turbine eoliche ha a che fare con l’inquinamento acustico, le ombre, le infrastrutture e le traiettorie di volo Schiphol, come dici tu.

Il dottorando vede tutto sullo sfondo dell'enorme scala con cui l'energia eolica viene ora sviluppata in tutto il mondo. Un gran numero di parchi eolici saranno costruiti lungo il percorso migratorio degli uccelli, sulla terraferma e in mare. Hoekstra:

“Si può immaginare che alcune specie di uccelli, che già se la passano male, avranno problemi. Anche il cambiamento climatico è un grosso problema per gli uccelli, quindi è importante rendere l’energia eolica quanto più favorevole agli uccelli”.

***

READ  Anche le femmine di serpente hanno un clitoride. O meglio: due e mezzo

Per l'intero articolo, cfr Qui.

***