Paesi Ue condannano la sentenza del giudice polacco: “Stanno giocando con il fuoco”

I paesi dell’UE hanno reagito con rabbia Sentenza della Corte costituzionale polacca. Ieri ha stabilito che la legge polacca ha la precedenza su quella europea.

Su richiesta del primo ministro Mateusz Morawiecki, la Corte costituzionale ha valutato quale legge pesava di più: la legge polacca o quella europea. Alcuni articoli dei trattati dell’UE e alcune sentenze dei tribunali dell’UE contraddicono la Costituzione polacca, è stato giudicato.

La sentenza avrebbe già dovuto inasprire ulteriormente le relazioni tra la Polonia e altri paesi dell’UE. “Un attacco all’Europa”, così chiama il ministro francese degli Affari europei la sentenza della corte polacca. Non sono escluse sanzioni economiche. “È molto pericoloso. C’è il rischio che la Polonia lasci l’Unione europea”. Aggiunge che non pensa che questo scenario sia desiderabile.

tiro

Anche il Lussemburgo è molto rumoroso. “Questo sviluppo in Polonia è molto preoccupante”, ha affermato il ministro degli Esteri Jan Asselborn. Dobbiamo dire che la Polonia sta giocando con il fuoco”.

Anche il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha condannato la sentenza del giudice e ha affermato che i paesi appartenenti all’Unione europea devono rispettare pienamente tutte le regole.

La Commissione europea ha dichiarato ieri in una dichiarazione scritta di essere “estremamente preoccupata” per la sentenza, affermando che il diritto dell’UE ha la precedenza sul diritto nazionale. Il gabinetto olandese ha poi annunciato tramite un portavoce del ministro uscente Knabeen (Affari esteri) di condividere le preoccupazioni della Commissione.

Felice

In Polonia le reazioni alla sentenza sono divise. Il primo ministro Moraviki si rallegra di un messaggio su Facebook. “Vogliamo una società che la rispetti, non un gruppo in cui alcuni siano più uguali degli altri”. L’ex primo ministro e presidente del Consiglio europeo Donald Tusk ha invitato i cittadini europeisti a scendere in piazza.

READ  I talebani affermano di aver catturato la seconda città più grande del paese e controlla già 12 capoluoghi di provincia | all'estero

Tusk è il leader della Piattaforma civica di opposizione liberal-conservatrice, il più grande partito di opposizione in Polonia. Ha invitato le persone a riunirsi a Varsavia domenica per manifestare contro la sentenza della Corte costituzionale.

toccando con le dita

La Corte europea del Lussemburgo ha ripetutamente rimproverato la Polonia per le riforme che mettono in pericolo una magistratura indipendente. Il partito conservatore al potere in Polonia, PiS (Law and Justice) ha discusso per anni con la Commissione europea su questo. PiS non vuole che l’Europa interferisca nel sistema giuridico polacco.

L’organismo anticorruzione del Consiglio d’Europa GRECO ha riferito il mese scorso che la posizione della magistratura indipendente polacca dopo un rapporto critico nel 2018 Più debolezza. In particolare, il GRECO non è d’accordo con la Camera disciplinare polacca per i giudici. Questa sezione disciplinare del tribunale polacco può sanzionare i giudici. La Camera è composta da giudici scelti dal Consiglio nazionale della magistratura, a sua volta nominato dal Parlamento, dominato dal PiS.

Controlla anche questa spiegazione di NOS op 3 sulla battaglia legale tra la Polonia e l’Unione Europea:

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24