Panico da corona in Corea del Nord? ‘Avviso di tempeste di polvere provenienti dalla Cina’

La parola “corona” è ancora molto rara nel vocabolario nordcoreano. Parlano principalmente di persone con la febbre. Ora ce ne sono molti. 187.000 persone sono in quarantena a causa della febbre. Sei persone sono morte. Almeno cinque di loro avevano la febbre. Una persona è stata confermata essere infetta dal virus Corona.

Questi numeri sembrano essere l’inizio dell’epidemia di Corona. E questo in un paese in cui quasi nessuno è stato vaccinato. Ci aspettano grandi problemi. “Se il virus si diffonde rapidamente, è probabile che seguano molti decessi”, ha affermato Casper van der Veen, l’esperto nordcoreano e autore di “De Kim-Dynastie” Casper van der Veen.

Cliniche senza elettricità

“Lo stato del sistema sanitario in Corea del Nord è molto povero. Ci sono ospedali moderni nella capitale, Pyongyang, ma sono per l’élite. Spesso altre cliniche non sono fornite di elettricità o medicine. Inoltre, molti nordcoreani soffrono di malnutrizione o una dieta di One side, quindi non hanno una buona resistenza al virus”.

Secondo van der Veen, anche l’economia gioca un ruolo. “Non c’è economia nel paese per lavorare da casa. Ciò mette a rischio l’approvvigionamento alimentare. Potrebbe portare a più morti se la corona si diffonde rapidamente”.

vaccini rifiutati

E poi il tasso di vaccinazione è stato menzionato per un periodo. Se puoi parlarne. Perché quasi nessuno è stato vaccinato. Sebbene la Corea del Nord abbia fornito più volte vaccini dall’estero negli ultimi anni. Ad esempio dalla Cina. “Ma non pensavano che fosse abbastanza efficace”, dice Van der Veen. “Inoltre non volevano AstraZeneca. Potrebbero semplicemente volere i vaccini di Pfizer o Moderna, anche se non hanno detto nulla pubblicamente”.

READ  Kiev: attacco mortale agli ufficiali russi nell'Ucraina orientale | all'estero

C’è molta paura in questo. “Il regime nordcoreano ha molta paura che la corona arrivi con aiuti esteri, anche fornendo vaccini. Hanno persino avvertito la popolazione di rimanere a casa se le tempeste di sabbia si fossero spostate dalla Cina alla Corea del Nord, per paura che la Corona potesse entrare nel Paese in seguito . Esploderanno.”

Questa paura viene dal sistema sanitario primitivo. Il Paese non dispone delle risorse mediche e finanziarie per affrontare una crisi sanitaria. Questo può sembrare pazzesco per le persone che leggono regolarmente articoli di notizie sulla Corea del Nord. Perché la Corea del Nord si preoccupa così tanto della sua gente?

Ossessione per il controllo

Van der Veen: “No, non si preoccupano del benessere dei nordcoreani. Ma il regime è ossessionato dal mantenere il controllo e dall’evitare le crisi. Vedono il corona come una crisi di sicurezza e una minaccia per la propria posizione”.

Quindi è sbagliato pensare che il Paese asiatico stia negando il corona e parli intenzionalmente di “persone con sintomi febbrili”. “Semplicemente non hanno le risorse per testare le persone su larga scala, quindi non sono sicuri se si tratti di coronavirus o meno”.

Quindi potrebbe essere che Corona non fosse già un grave problema identificato nel paese all’inizio di questa settimana. Dopotutto, i test su larga scala esistevano e non esistevano. “A causa di questa grande paura del virus, la Corea del Nord ha completamente chiuso i suoi confini nel gennaio 2020. Più vicina di quanto non fosse in realtà. I ​​diplomatici sono partiti, i turisti non sono più i benvenuti e non ci sono più viaggi stampa organizzati per i giornalisti”.

READ  La Casa Bianca ritarda il rilascio dei documenti interni sull'assassinio di Kennedy

Questo potrebbe essere il motivo per cui la Corea del Nord è stata in grado di tenere a bada il virus per così tanto tempo. Ma, come dice van der Veen: “Poiché il Paese era completamente chiuso, era molto più difficile ottenere informazioni. Quindi molto dipende da ciò che i media statali nordcoreani presentano. Quindi è necessario stare attenti”.

La ragione è la Cina.

Ora la Corea del Nord può affrontare l’epidemia. Il giornalista cinese Roland Smead ha un’idea di come ciò possa essere successo. “La Cina è l’unico partner commerciale della Corea del Nord. Tutte le merci che ancora entrano nel Paese provengono dalla Cina, quindi ci sono buone probabilità che il coronavirus in Corea del Nord finisca in questo modo”.

La Cina ha detto che sarebbe pronta ad aiutare se necessario. “Possono fornire vaccini, ad esempio”, afferma Smid. “Oppure potrebbero condividere un po’ di tecnologia o esperienza con i nordcoreani. Dopotutto, i cinesi stessi credono di aver reinventato la ruota quando si tratta di combattere Corona. Anche se c’è ancora molta incertezza su come sarà esattamente questo aiuto. “”.

L’epidemia sembra essere grave

L’aiuto della Cina potrebbe ora essere accolto a braccia aperte in Corea del Nord, nonostante i precedenti tentativi di aiuto siano stati respinti. “Il fatto che i nordcoreani stiano ora fornendo maggiori informazioni sulla situazione della corona nel loro paese potrebbe significare che l’epidemia è davvero grave”, afferma l’esperto van der Veen.

“Inoltre, può servire a uno scopo politico. Attraverso l’apertura, sperano di poter entrare in un dialogo con altri paesi. Un dialogo che possa garantire loro aiuto. E possono affrontare questa crisi di sicurezza”.

READ  Otto agenti feriti e migliaia sono caduti in piedi nella protesta per la vaccinazione del passaporto di Londra | all'estero

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24