Paul Haenen subisce un ‘cortocircuito alla testa’ quando si rende conto che la fine è vicina | stelle

Il comico, meglio conosciuto per il suo alter ego Margreet Dolman e Dominee Gremdaat, ha dovuto sicuramente affrontare molte delusioni in gioventù. Ha lottato con la sua omosessualità ed è stato rifiutato come produttore televisivo a Hilversum. “Spero che le persone imparino che non dovrebbero accettarlo quando la porta è chiusa per loro”, ha detto Heinen.

“C’è sempre un’altra porta che si apre. Quando ho dovuto rinunciare alla TV, sono andato a teatro. Spero che i giovani imparino che loro stessi sono centrali. Il problema è il mondo esterno, non tu”.

futuro limitato

Henin si rende sempre più conto che si sta avvicinando alla fine della sua vita. “Mi dà un cortocircuito davvero strano nella mia testa, l’idea di avere un futuro finito”, dice. “Faccio quello che sto facendo con la stessa ingenuità e lo stesso entusiasmo infantile di prima. Penso che sia strano rendersi conto che tra cinque o dieci anni dovrò smettere di farlo. Oppure la mia vita è già finita”.

Haenen sta facendo il suo spettacolo di fine anno con i suoi co-protagonisti Margreet Dolman e Dominee Gremdaat quest’anno a causa della ristrutturazione del suo teatro Betty Asfalt presso De Kleine Komedie e De Hallen Studios. Gli spettacoli al De Kleine Komedie sono esauriti e i biglietti sono ancora disponibili per le serate ai De Hallen Studios. Haenen suonerà questa serie dal 22 al 31 dicembre.

READ  Marco Borsato ripercorre i giorni più bui della sua vita a Heathuis

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24