Perché Aprilia non fa eccezione?

Aprilia è da anni il brutto anatroccolo della rete MotoGP. Il costruttore italiano aveva una macchina inaffidabile, non era abbastanza veloce e la direzione non eccelleva per le scelte a volte maldestre che venivano fatte. Il marchio è stato un cliente abituale della MotoGP, ma in fondo. In effetti, la trasformazione con la RS-GP è avvenuta solo nel 2020, quando per la prima volta è apparso chiaro che c’era davvero del potenziale nella macchina italiana. Sono state reclutate persone di altre squadre, sono stati messi a punto i numeri e molto duro lavoro è stato dedicato allo sviluppo della RS-GP.

Inoltre, Aprilia ha beneficiato di un cosiddetto sistema di franchising, che offre ai produttori una serie di eccezioni se non si sono comportati abbastanza bene in un determinato periodo. Pensa allo sviluppo illimitato del motore, ai test illimitati di piloti di fabbrica non da corsa e molte altre cose. Il successo del sistema di franchising della MotoGP è già dimostrato dai successi di Suzuki e KTM. Suzuki è entrata nel sistema di franchising nel 2018 e dopo appena due stagioni ha conquistato il titolo di campione del mondo con Joan Mir. KTM ha speso un’enorme quantità di denaro per il progetto MotoGP, ma anche gli austriaci hanno beneficiato del sistema di franchising. È semplicemente l’unico modo per entrare in contatto con l’accordo esistente in un periodo di tempo relativamente breve.

All’inizio della pandemia, i produttori hanno stretto vari accordi per non fare sviluppi di vasta portata. L’aggiornamento dei blocchi motore è completamente vietato. Solo i team in franchising potevano continuare lo sviluppo, ma ciò non significa che altri produttori si siano fermati del tutto. Se l’impresa continua a svilupparsi a velocità dimezzata, l’arretrato deve lavorare il doppio per eliminare completamente l’arretrato. Soprattutto quando si tratta – come in MotoGP – di centesimi e talvolta di millisecondi.

READ  Uno stato-nazione si abolisce

La base Aprilia è buona da un po’, ma l’affidabilità ha fatto calare più spesso il marchio. Anche questa stagione. Ma la ricompensa per Alex Espargaro e la sua squadra sul podio del Gran Premio di Gran Bretagna è più che giustificata. E non si fermerà a questo unico successo. Aprilia ha fatto un buon passo per ottenere finalmente la connessione ai massimi livelli. peggiora? Poi hanno sempre Espargaro che può tirare fuori le cose secondo le sue citazioni di alto profilo.

Possiamo dire che nel frattempo le cose stanno andando bene con la MotoGP. Per la prima volta nell’era della MotoGP, sei diverse case costruttrici sono finite tra le prime sei in una gara a Silverstone. Era già successo una volta nella classe più difficile: durante la gara della Jugoslavia del 1972, c’erano anche sei marchi tra i primi sei. Pura pubblicità dello sport e un omaggio ai regolatori.

My Fanaty, My Fanaty, My Fanaty: che lezione perfetta da ‘Bad Boy’

La Moto3 non è spesso scritta nelle analisi di lunedì, ma con il tuo permesso voglio cambiare quel giorno. C’è una buona ragione per questo ed è per questo che si chiama Romano Vinati. Come te e me, il mio artista ha commesso errori nella sua vita, anche se non ha avuto fortuna a guardare il mondo intero quando ha commesso l’errore. Sono passati tre anni da quando i miei fanati hanno afferrato i freni di un concorrente sul circuito di Misano. È stato un errore enorme e l’autista ha perso quasi tutto dopo. La sua sede in quel momento e il suo lavoro per l’anno successivo e una serie di sponsor. Fece un passo indietro, si sedette sui brufoli e dopo diversi mesi di riflessione arrivò a una versione migliore di se stesso.

READ  Tassi di interesse molto alti per l'Europa meridionale - De Daily Standaard

Il mio artista è tornato nella classe Moto3 molto impegnativa e lì ha faticato a volte a salire sopra la media. Tuttavia, nel 2021, Fenati ha avuto una forte campagna e il momento clou assoluto è arrivato a Silverstone lo scorso fine settimana. L’ex aeroporto della Royal Air Force ha così tante curve fluide che lo stile Fenati è più o meno progettato per questo. Tuttavia, il pilota deve essere in grado di attivare l’interruttore a modo suo per offrire la prestazione. Per tutto il fine settimana abbiamo assistito a una lezione di apertura nella classe Moto3. Fanati guidava da solo le sue corse veloci, mentre i suoi concorrenti cercavano spesso un torrente o un riferimento. Ha superato ogni sessione del fine settimana e ha anche ottenuto una buona partenza in gara.

Solo Niccol Antonelli è riuscito a seguirlo dolcemente, ma alla fine la vittoria di Fennetti non è mai stata in pericolo. Con Fenati è facile pensare sempre a quel momento di Misano di qualche anno fa. Non è un comportamento impeccabile, ma ha avuto i brufoli e la sua vita è migliore. Fortunatamente, il talento del mio artista – indiscutibile – non è andato perduto a causa di tutto il clamore. Ho avuto il piacere di assistere alla gara della Moto3.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24