Più violenza sessuale tra i giovani durante il coprifuoco

Questo è ciò che ha dimostrato una ricerca di Rutgers e Soa Aids Nederland. Hanno esaminato l’impatto della crisi di Corona sulla sessualità.

comportamento inaccettabile

Tra le ragazze, l’8% ha subito violenze sessuali durante il coprifuoco, rispetto al 3% dei ragazzi. Questo aumenta per il periodo estivo successivo (ragazze 5 per cento, ragazzi 1 per cento). Durante il coprifuoco c’è stato anche più comportamento transfrontaliero online. I giovani hanno ricevuto più foto e richieste sessualmente indesiderate.

“Abbiamo visto per anni che c’è molta violenza sessuale”, ha detto il regista Ton Koenen van Rutgers. “L’escalation di violenza durante il coprifuoco è ancora più preoccupante”, ha aggiunto. La violenza sessuale di solito si verifica a casa del giovane, a casa del perpetratore, a una festa o quando si esce.

Riprendi il filo

I ricercatori hanno concluso che i giovani uomini hanno ripreso il filo del loro amore e della loro sessualità durante i mesi estivi. Un giovane su cinque che voleva fare il test per le malattie sessualmente trasmissibili non è stato in grado di fare il test per le malattie sessualmente trasmissibili a causa di Corona.

Proprio come durante i precedenti blocchi, i single facevano meno sesso durante il coprifuoco rispetto a prima della crisi di Corona. Con flirt, appuntamenti e sesso, i “single” sono ora più o meno allo stesso livello di prima della crisi di Corona. Sorprendentemente, il corteggiamento e gli appuntamenti digitali non sono aumentati in modo significativo durante la crisi di Corona. In effetti, l’uso delle app di appuntamenti è diminuito anziché aumentato.

Il sondaggio Rutgers and Soa Aids Nederland è stato condotto a settembre su quasi 2.500 giovani adulti di età compresa tra 16 e 24 anni.

READ  La miseria di Corona non è ancora finita: "Altri due anni"

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24