Questa navicella spaziale costa più di un miliardo di dollari e scatta foto incredibili del pianeta più grande del nostro sistema solare

Quest’estate, Giunone è in orbita attorno a Giove, il pianeta più grande del nostro sistema solare, da sei anni ormai. In questi sei anni, la navicella spaziale ha già scattato molte belle foto. Oggi consideriamo alcuni capolavori cosmici.

Juno è in grado di catturare immagini così straordinarie di Giove perché l’equipaggiamento sensibile del veicolo spaziale è alloggiato al sicuro in una volta di titanio. Le pareti di queste casseforti bloccano le radiazioni, quindi i dispositivi sono esposti a pochissime radiazioni. Questo è significativo, poiché Giunone si avvicina alla sommità delle nuvole di Giove a una distanza di 4.100 km. Oltre alla telecamera a colori (JunoCam), la navicella ha a bordo un magnetometro, uno spettrometro ultravioletto, un rilevatore di particelle cariche, uno strumento per effettuare misurazioni della gravità, una telecamera a infrarossi e un radiometro. Inoltre, Juno è dotato di 18.698 celle solari che insieme generano 400 watt: sufficienti per far funzionare Juno.

Le cinque immagini sottostanti sono state scattate da JunoCam. Sono fondamentalmente immagini di Giove stesso, perché la fotocamera grandangolare non è stata progettata per fotografare le lune di Giove. Maggiori dettagli vengono visualizzati solo durante i voli lungo i satelliti. A causa della risoluzione inferiore e poiché la compressione si verifica prima della trasmissione, puoi confrontare meglio questa cam con una dashcam.

Il turbolento polo sud di Giove
Nell’immagine qui sotto puoi vedere la regione polare sud di Giove. È un composto di più foto raggruppate insieme. Mancano domini cloud noti. Qui vedi diversi tornado di 10.000 chilometri.

La tempesta permanente più famosa
Giunone ha già scattato molte foto di celebrità grande macchia rossa† Questa è una tempesta permanente che può essere vista anche dalla Terra con un piccolo telescopio. Gli astronomi hanno visto la tempesta ridursi per diversi decenni, ma fortunatamente non c’è da temere Che ciò che attira l’attenzione di Giove un giorno scomparirà† L’immagine sotto mostra la Grande Macchia Rossa in true color. Cioè, se visitassimo noi stessi Giove, la macchia rossa sarebbe simile a questa.

READ  Black Friday in borsa: il nuovo virus delle variabili sta scuotendo i mercati

Sotto c’è un’altra grande immagine di Giove, ma ora i colori sono stati leggermente modificati. Oltre alla Grande Macchia Rossa, puoi vedere un’altra enorme tempesta ovale in cima. Porta il nome Oval AB.

Non esiste una struttura per identificarlo
Quando i colori delle immagini vengono modificati, è sorprendente quanto possa essere dinamica l’atmosfera del pianeta gigante. Sembra che nessuna linea o struttura possa essere riconosciuta, come nell’immagine qui sotto. Quando la navicella spaziale scatta questa foto, si trovava a circa 12.326 chilometri dalla sommità della nuvola di Giove. Questa foto non diventa mai noiosa.

un vuoto nell’atmosfera
Nel 2019, Giunone ha scoperto un buco nella copertura nuvolosa del gigante gassoso. Poiché i colori scuri nell’atmosfera di Giove sono spesso “più profondi” delle tonalità più chiare, i ricercatori ritengono che il misterioso punto nero possa essere un profondo abisso.

Tempesta ovale su Giove
Di seguito puoi vedere due grandi tempeste su Giove. Storm ha una bella forma ovale. Questa foto è stata scattata nel 2021.

Atmosfera ventosa con righe classiche
Infine, una bella ripresa del tempo tempestoso dell’Antartide. Si riconoscono cinturini e cinturini classici. La bellissima immagine è composta da quattro immagini separate scattate da JunoCam a bordo della sonda. Giunone ha catturato le immagini nel 2020, quando la navicella spaziale si trovava tra 49.500 e 100.400 chilometri sopra le cime delle nubi di Giove.

Negli ultimi decenni, i telescopi e i satelliti spaziali hanno catturato bellissime immagini di nebulose, galassie, vivai stellari e pianeti. Ogni fine settimana rimuoviamo una o più fantastiche immagini spaziali dai nostri archivi. Ti piacciono tutte le foto? controlla su questa pagina

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24