Questo è il cambiamento climatico – DeWereldMorgen.beDeWereldMorgen.be

Il 2021 sarà incluso nei libri di storia all’inizio dell’anno del cambiamento climatico?

A giugno, gli Stati Uniti occidentali e il Canada hanno sperimentato un’ondata di caldo senza precedenti. Le temperature sono aumentate fino a cinquanta gradi e una siccità persistente ha causato l’aumento del fumo in vaste distese di foresta. Ma non sono solo gli Stati Uniti e il Canada ad essere stati devastati da ondate di calore e incendi.

Negli ultimi mesi sono state registrate temperature particolarmente elevate in Siberia, in parti dell’Europa orientale e in Scandinavia. A Helsinki sono stati registrati 31,7 gradi, la temperatura più alta mai registrata lì. La temperatura a Mosca è diventata di 34 gradi e anche nella Siberia orientale il mercurio ha superato i trenta gradi.

Anche India e Pakistan hanno avuto la loro parte di torta. Nella città pakistana di Jacobabad la temperatura è diventata di 52 gradi. Questa è la temperatura alla quale il corpo umano non è più in grado di raffreddarsi. Coloro che non trovano riparo in stanze o acqua refrigerate moriranno. E queste temperature non sono più impossibili anche in Europa. Al momento, ad esempio, si osservano temperature che si avvicinano ai 50 gradi anche nel sud della Spagna.

In Belgio, stiamo attualmente affrontando la nostra parte della catastrofe climatica in modo diverso. Non sperimentiamo caldo estremo o siccità, ma precipitazioni piuttosto intense. Non c’è dubbio che queste precipitazioni estreme siano il risultato del cambiamento climatico. Esiste un legame diretto tra precipitazioni intense e riscaldamento: l’aria calda trattiene più vapore acqueo e porta a maggiori precipitazioni.

Inoltre, ciò che vediamo ora è molto in linea con ciò su cui gli scienziati del clima hanno messo in guardia da più di trent’anni. In primo luogo, il cambiamento climatico sta portando a un aumento della frequenza degli eventi meteorologici estremi. Ciò si manifesta nelle forme di maggiore instabilità meteorologica. Periodi di siccità severi e caldi si alternano a forti piogge e temporali. Non che non ci siano state ondate di calore o inondazioni in passato, solo che ora saranno più frequenti e più estreme.

READ  La Cina invia questa settimana il primo equipaggio alla nuova stazione spaziale di Tiangong | Scienza

Solo perché queste inondazioni sono una manifestazione del cambiamento climatico globale, in realtà è sbagliato parlarne in termini di “disastro naturale”. Fa parte di un disastro creato dall’uomo. O, più specificamente, da una particolare forma di società che potremmo definire meglio come capitalismo fossile. Questo capitalismo fossile è ora in contraddizione che diventerà solo più acuto nei prossimi decenni. Il costo del cambiamento climatico supererà i rendimenti del capitalismo fossile e renderà più difficile la performance economica “normale”.

Ma è anche sbagliato pensare a tali disastri in termini puramente di “costo”. Quello che sta accadendo ora in alcune parti del Belgio è una vera e propria catastrofe sociale. Innumerevoli case inabitabili, negozi e attività pianeggianti. Questo si aggiunge ai già drammatici effetti sociali di un anno e mezzo di misure Corona. Quando l’acqua si ritira, le notizie bar e notizia Non è più pieno di belle immagini. Dopo di che le inondazioni finiranno ufficialmente. Ma la catastrofe sociale accadrà in quel momento. Pertanto la solidarietà che si sta sviluppando ora deve essere organizzata in modo sostenibile. Il governo dovrà essere sottoposto a pressioni per conformarsi finanziariamente.

Almeno una cosa è chiara. era Problema Il cambiamento climatico per anni è stato visto come un argomento astratto, e ora è un tema molto concreto con cui tutti dovremo sempre più confrontarci. Che ci piaccia o no, il nostro modo di vivere cambierà radicalmente nei prossimi anni e niente sarà più lo stesso. Quindi, la domanda non è se ci sarà un cambiamento sociale, ma come lo modelleremo. Correre dietro ai fatti e dichiarare un’emergenza dopo un’emergenza? Continuando a far passare alla popolazione la legge sul clima? O attraverso un’ambiziosa politica climatica profondamente impegnata nella giustizia sociale e in gran parte in contrasto con i principi del capitalismo fossile? Queste sono le scelte urgenti che dobbiamo fare.

READ  Ancora Corona, non hai vaccinato? "Questo è solo l'inizio" - Wel.nl

Comunque, il tempo sta finendo. I prossimi dieci anni saranno fondamentali per contenere il cambiamento climatico. La continua indecisione ed esitazione sulla politica climatica sociale ci sovraccaricherà solo di ulteriori disastri.

Sta a noi determinare come il 2021 verrà infine incluso nei libri di storia.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24