Residui utilizzati per i test sugli incidenti stradali in Francia | le auto

In Francia, i resti umani assegnati alla scienza sono stati utilizzati per condurre test sugli incidenti automobilistici. Gli esperimenti sono stati condotti anche nell’esercito.




È stato rivelato alla televisione francese. I giornalisti hanno ottenuto un rapporto dall’Ispettorato scientifico dell’IGAS. Ha condotto ricerche in uno dei più grandi centri anatomici d’Europa, CDC, affiliato all’Università di Paris Descartes. Il rapporto recita testualmente: “Oggetti forniti all’industria automobilistica per i crash test”.

Sono stati presi accordi contrattuali su questo argomento. Per i resti sono stati pagati 900 euro, per le parti del corpo 400 euro, secondo i documenti visti in televisione.


citazione

“Nessuno ha detto: il tuo corpo potrebbe presto sbattere contro un muro a 150 chilometri all’ora”.

Figlia della moglie defunta

Questo metodo non è illegale, ma i parenti non ne sanno nulla. È successo di nascosto. “Sembra tutto a posto sulla carta. È stato detto: stai aiutando una causa nobile”, ha detto una donna in TV la cui madre era disponibile dopo la sua morte. “Ma nessuno ha detto: il tuo corpo potrebbe presto sbattere contro un muro a 150 chilometri all’ora”.

Questo metodo è stato confermato da ex funzionari universitari e dal centro studi che ha condotto i crash test, CEESAR. Non si sa quanti corpi l’industria automobilistica abbia utilizzato in totale. Il rapporto di ricerca afferma solo che il centro anatomico genera il 37 percento delle sue entrate da contratti con aziende industriali.

ingannare

Axel Kahn, ex presidente dell’Université Paris Descartes, concorda sul fatto che “la gente non sapeva che anche le aziende private potevano usare i loro corpi”. “In questo senso, le persone sono state tradite”.

Il CEESAR Testing Center ha difeso questo metodo. “Siamo obbligati a usare cadaveri se vogliamo risultati di ricerca seri”, ha detto alla televisione il direttore scientifico Olivier Gaghi. Ha aggiunto che esperimenti simili sono stati condotti con i resti dell’esercito francese. I soldati devono essere addestrati per traumi gravi. Cosa succede se la loro auto colpisce una mina? Come proteggere meglio i passeggeri? “

“Era tutto in vendita”

La magistratura francese indaga da tempo presso il Centro anatomico CDC e l’Università di Paris Descartes. Il motivo è stato un rapporto scioccante apparso su una rivista settimanale nel 2019. Descriveva in dettagli dolorosi lo stato del centro e il modo in cui opera il personale.

I corpi e le membra giacevano disordinati l’uno sull’altro. I topi si sono mangiati le braccia. Le celle frigorifere non possono più essere chiuse a causa della ruggine. L’ex direttore ha dichiarato: “I membri hanno deliberato. Il personale ha venduto le parti del corpo ai chirurghi sabato mattina. Tutto era in vendita.” L’autista ha deciso di smettere nel 2017: “Quando sono arrivato qui, i topi correvano per le corsie. I cadaveri erano a brandelli”.

Finora circa 170 parenti hanno sporto denuncia contro il centro anatomico presso il ministero della Giustizia.

READ  Una ragazza (17 anni) salvata da una barca ferma e altri 56 morti: 'fossa comune in mare'

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24