Rifiuto dopo rifiuto sulle app di incontri, Irwin è stanco: ‘Sono solo bello’

Non è un incidente nella vita amorosa di Irwin. Questo è ciò che accade spesso sulle app di appuntamenti. Se mostra un’immagine, la gente dice: “Che cosa pazzesca. È vero?” Poi viene rifiutato o bloccato.Se inserisce l’immagine del profilo prima, non riceverà alcuna risposta. “Questo è molto frustrante. Vorresti incontrarti, ma l’altra persona si comporta in modo molto strano e non dice più niente”.

Cupido per le persone con disabilità

Quindi ha trovato una soluzione. Se non funziona su una normale app di appuntamenti, progetta tu stesso un sito web. E così, cinque anni fa, è nata la piattaforma di incontri Capido: una combinazione di disabilità e amorini. L’app è stata aggiunta un mese fa.

“Ho pensato: ci deve essere un altro modo. Probabilmente ci sono molte persone che hanno lo stesso problema e non riescono a trovare una connessione su altre piattaforme di incontri. C’è una maggiore comprensione della disabilità a Capido. Sono molto orgoglioso che questa app sa fare.”

Il motivo per cui Irwin sembra “diverso” è perché ha una malformazione linfatica. Questa è una rara anomalia in cui il fluido si accumula in un punto specifico del corpo. Nel suo caso nel mento, nella lingua e nelle guance.

Gli distorceva la mascella e gli rendeva difficile respirare e parlare. Avere un tubo dell’aria in gola lo aiuta a respirare meglio. Il che non rende le cose più facili: un pezzo della sua lingua è stato tagliato durante l’intervento salvavita che ha subito quando era un bambino.

Gli oltre quaranta interventi chirurgici che ha subito dalla sua nascita hanno portato ad un significativo miglioramento. Ma è ancora difficile da capire.

Da bambino, non ha avuto molti problemi, dice mentre si siede al tavolo da pranzo nel suo appartamento a Midrecht, dove vive con il suo cane Jaya. Davanti a lui c’è il suo telefono con l’app Talkie, che ha progettato lui stesso, con la quale può capire meglio se stesso se necessario. Lo fa solo se qualcun altro non lo capisce davvero. “Meglio parlare.” A volte usa i gesti per rendere chiaro quello che sta dicendo.

Nella sua giovinezza, Erwin è andato prima in una scuola privata a Utrecht, e poi in una scuola elementare nella regione dove tutti lo conoscono già. “Quindi non avevo davvero a che fare con il bullismo”.

Non senti alcuna differenza finché non vieni vittima di bullismo

Le cose sono cambiate quando è entrato al liceo. “Solo allora mi sono reso conto di essere diverso, perché a volte sono stato chiamato con nomignoli. Per sbavare. Non pensarci finché non vieni vittima di bullismo”.

READ  11 migliori film di Amy Adams

Come notato in amore. Mentre i compagni di classe entravano in relazione, la vita amorosa di Irwin non aveva importanza perché semplicemente non ce n’era uno. “Ho pensato: altri ce l’hanno e io no perché ho un aspetto diverso. Chi vuole uscire con me adesso? Ho accettato che non avrei avuto un ragazzo facilmente”.

C’era il sesso. Come quasi ogni adolescente, Irwin era curioso all’età di sedici anni e ha fatto un appuntamento tramite il sito di incontri Gay.nl. Rimase in contatto sessuale e un contatto. “Quando ho mostrato la mia foto, molte persone si sono ritirate, quindi ho caricato solo le foto in cui non puoi vedere la mia faccia. Altrimenti non ottengo alcuna risposta”.

A poco a poco iniziò a credere che la sua vita emotiva non fosse per lui. “Sono abbastanza fiducioso, ma quando ricevi un rifiuto dopo il rifiuto dopo il rifiuto, inizi a chiederti se sia solo te stesso. Pensi che agli altri non piaccio.”

Pertanto, si è dedicato agli hobby e al lavoro. Amava creare siti web, anche a quel tempo, e da grande fan di Armin van Buuren, ascoltava spesso l’estasi e amava la fotografia. “Ero creativo, poteva essere qualsiasi cosa.” Anche la relazione non era davvero qualcosa che gli mancava.

Ma al suo 26° giorno, quando ha iniziato a vivere da solo, ha ricominciato a prudere. Erwin si sentiva solo, voleva anche lui un amico e se ne andò in cerca di un amico. “Sono andato in palestra per ottenere un buon corpo. Quindi volevo truccare la mia faccia per gli altri”.

mi sento normale

Non si considera una persona disabile. “Non mi vedo. Solo allo specchio. Quindi penso: sono normale, perché mi sento normale. Dal mio punto di vista vedo tutto normale. E nella mia testa sembra che la mia natura parli”.

Negli ultimi anni, è diventato dolorosamente chiaro più volte che alcune persone la vedono in modo diverso. Racconta a Erwin del momento in cui era pronto per quando sarebbe arrivato. Non vedevo l’ora. La sua storia ha già visto una foto. Quindi potrebbe andare bene.

Le cose sono andate completamente diversamente dal previsto. “Ho aperto la porta. Il mio compagno mi ha guardato e ha detto: ‘Beh, non ancora.’ Sto andando di nuovo. ‘ E lontano era, lasciando Erwin sulla soglia. “Pensavano che la mia faccia fosse più spessa del previsto.” Gli è successo 4 volte negli ultimi 7 anni. Ho pensato “cazzo”. “A volte potresti pensare: ‘Se solo avessi un aspetto diverso’. Ma non si sofferma mai su questo. ‘Non posso farci niente.'”

READ  La migliore moda maschile al Festival di Cannes 2021

“Penso di essere bella”

Inoltre, Irwin pensa di essere bello. I suoi occhi e il suo “corpo flessuoso” quando si parla di apparenza, la sua tenacia quando si parla di dentro.

Tuttavia, il rifiuto ora è la regola piuttosto che l’eccezione. “Questo accade ancora tutti i giorni”. Ha appuntamenti sessuali ogni settimana – “1 volta su 8 qualcuno vuole incontrarmi” – ma non è mai stato lo stesso.

Se a qualcuno piace, diventa sospettoso. “Comincio a insospettirmi. È vero o sto barando? Perché piaccio a qualcuno? È solo quando ho una vera conversazione non sessuale che la mia fiducia aumenta.”

Dice che il fatto che gli piacciano gli uomini non gli rende le cose più facili. “Se sei gay e hai una disabilità sei indietro di 2-0. Poi devi fare i conti con una doppia accettazione nella società”.

Sviluppando Capido, spera di aiutare se stesso e i suoi compagni di sventura. Le persone con disabilità intellettive o fisiche possono utilizzare l’app per cercare una data, una relazione o un’amicizia. A proposito, anche le persone non disabili sono benvenute.

Questa applicazione è stata osservata anche a Miedricht. Il campanello suona durante il colloquio. Una donna che Erwin non conosce viene a portare dei fiori. “Vogliamo congratularci con voi e incoraggiarvi. Ci auguriamo che l’applicazione abbia successo”, afferma. “Proviene dalla chiesa”, disse mentre richiudeva la porta. “Così dolce che ricevo fiori.”

Dice con orgoglio che 87 persone hanno già dichiarato di aver trovato l’amore attraverso il suo sito web. “Penso che sia fantastico che le coppie si incontrino, il che è molto soddisfacente e mi rende anche orgoglioso del fatto che la piattaforma funzioni”.

Ora ha 6000 membri e spera di aiutare molte persone con disabilità a trovare una relazione. “E spero di espandermi con Capido in altri paesi in futuro”.

Mirren e Naomi si sono incontrate tramite Capedo: “È così carina”

Meryn Marcus, 23 anni, di Breda e Naomi Meets, 19, di Utrecht si sono incontrati un anno e mezzo fa. Mirren si è unito a Capedo non molto tempo fa perché ha l’autismo.

Stava cercando una brava ragazza che volesse fare cose divertenti insieme. Quando ha visto Naomi, è stato venduto. “Bella ragazza. Sembrava carina.” Dopo alcune domande come “Come stai?” Il contatto si è spostato rapidamente su Instagram e a San Valentino 2021 è arrivato il momento: Mirren ha chiesto a Naomi di uscire con una videochiamata su Instagram.

READ  Netflix Top-3: guardato i Paesi Bassi in massa questo fine settimana

Al giorno d’oggi fanno regolarmente cose interessanti e ricevono una telefonata ogni giorno. “È sempre gentile e a suo agio. Sono contento di questo e questo mi rende felice”.

Pensa che non avrebbe trovato l’amore senza l’applicazione. “Poiché sono autistico, trovo difficile parlare con le persone, specialmente con le persone che non conosco. Non tutti sono perfetti, ma penso ancora che le persone che usano una normale app di appuntamenti si arrendano più velocemente se dici di avere l’autismo. “

Lo stesso Erwin ha anche un profilo sulla sua app sotto il nome di Ertje, uno pseudonimo del liceo. Ma ancora non funziona. “Penso che ci sia una soglia perché io sono il proprietario.”

A volte gli viene in mente che c’è la possibilità che rimarrà solo per molto tempo. O che incontra qualcuno a un’età così tarda che in realtà muore di vecchiaia, per esempio. “Ne terrò conto.”

Ma Irwin preferisce pensare alle soluzioni che ai problemi. “Così l’ho fatto con la mia app per il parlato e l’app per appuntamenti. Devi andare avanti se credi in qualcosa. Poi ne trai il massimo e fai di tutto.”

Rimane ottimista anche sulla sua vita sentimentale. Questo uomo dei sogni arriverà un giorno. E aveva già vividamente immaginato il suo principe su un cavallo bianco: un uomo curato e atletico con cui avrebbe potuto vivere in una seconda casa. Per mare, in un paese caldo.

“Penso che sarebbe fantastico poter fare le cose insieme. Svegliarsi accanto a qualcuno al mattino. Mi manca ora. Condividere la mia vita con qualcuno. Questo è il mio sogno”.

Intervista della domenica

Ogni domenica pubblichiamo un’intervista testuale e le foto di qualcuno che fa qualcosa di speciale o che sta vivendo qualcosa di speciale. Questo può essere un grande evento che gestisce in modo ammirevole. Le interviste domenicali hanno in comune il fatto che la storia ha un enorme impatto sulla vita dell’intervistato.

Conosci o conosci qualcuno adatto a incontrarci la domenica? Comunicacelo tramite questo indirizzo e-mail: [email protected]

Leggi Qui I colloqui precedenti sono di domenica.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24