Rilasciate le attiviste per i diritti delle donne in Arabia Saudita

Due donne sono state rilasciate in Arabia Saudita che hanno sostenuto più diritti per le donne nel paese. Secondo le organizzazioni per i diritti umani, sono Samar Badawi e Nassima Al-Sada. Sono stati arrestati nel luglio 2018 e condannati a cinque anni di carcere, due dei quali sospesi.

Le donne hanno criticato le leggi saudite che vietano alle donne di richiedere passaporti e viaggiare da sole. Hanno anche difeso il diritto delle donne a guidare le proprie auto. Sorprendentemente, sono stati arrestati esattamente quando è stato revocato il divieto di guida alle donne.

Non viaggio all’estero da cinque anni

Anche il divieto di viaggio è stato revocato, ma ciò non si applica ai prigionieri rilasciati. Come parte della loro liberazione condizionale, non sono autorizzati a viaggiare all’estero per cinque anni. È anche probabile che gli sia stato impedito di parlare del loro caso sui media o sui social media, secondo le organizzazioni per i diritti umani.

Un altro attivista di spicco, Loujain al-Hathloul, è stato rilasciato a febbraio. Non è noto se la quarta donna arrestata, Maya Al-Zahrani, sia stata scarcerata. Alcuni uomini sauditi che hanno sostenuto le donne nella loro lotta per maggiori diritti rimangono in prigione.

READ  In Francia Le Pen e Macron non vincono da nessuna parte, i vecchi partiti sono un po' ovunque

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24