Rollin Redmond vince il Premio Bruxelles per il miglior libro giornalistico

Rollin Redmond ha vinto quest’anno il Brusse Award per il miglior libro di stampa in lingua olandese per il suo libro. The Doorsons: Alla ricerca di una famiglia di schiavi afroamericani nei Caraibi. Lo ha annunciato la giuria durante il programma radiofonico NOS in vista di domani. Il premio è accompagnato da un premio in denaro di € 10.000.

“Spero che la gente sappia qualcosa in più sulla storia del Suriname tra trent’anni”, è stata la sua prima reazione quando è stata dichiarata vincitrice.

Nel libro, Redmond descrive le radici e la storia del Suriname della sua famiglia. Ci lavora da dieci anni. “L’ho iniziato perché mia madre mi ha chiesto di scrivere una storia familiare prima che non fosse in grado di parlare”, ha detto. NOS in vista di domani.

“Non è stato facile. I miei antenati erano schiavi in ​​Suriname. Non abbiamo un archivio di schiavi. Gli schiavi non hanno un nome. Erano ‘merci’. Scoprire da dove vengo per mio padre è stato molto processo difficile..”

catturare la storia

Secondo la giuria del Press Book Award, è “bella Storia oraleLavoro e giornalismo nella sua forma più pura. Dove la lotta per la ricerca della verità e di nuovi fatti diventa tangibile per il lettore”, secondo il rapporto della giuria.

“Passo dopo passo, lavora fianco a fianco con l’autore, l’autore che finalmente traccia la storia dei suoi antenati con una rinfrescante distanza e in questo modo compie la missione di sua madre. La storia della schiavitù è registrata, in modo che diventi visibile, ma soprattutto: indimenticabile.”

READ  Genitori rapiti e un giornalista bielorusso rapito, chiedendo pressioni dai Paesi Bassi

Per il suo libro, Redmond ha parlato con i parenti, tra gli altri, e si è recata in Suriname per questo. “Se non lo faccio, moriranno”, ha detto in precedenza. “Allora non ci sarà più nessuno a raccontare la storia della nostra famiglia”. Non sono rimaste molte storie, perché la gente non si è voltata indietro. “Le persone che sono rimaste chiuse la bocca. Dovevano andare avanti. Il dolore era troppo grande per raccontare la storia”.

‘Alta qualità’

La giuria, guidata dal coordinatore del giornalismo investigativo Jost Orange di NOS News e ora di notizie, trova tutti e cinque i libri consigliati di alta qualità. Ma il libro di Redmond “avrà ancora senso entro dieci anni”, secondo i giudici. “Offre approfondimenti e descrive uno degli argomenti più discussi del nostro tempo. (…) Come storico, l’autore si inserisce nella tradizione del nome di questo premio. Questo libro non riguarda solo archivi e fatti, ma soprattutto tutto, come chiamava Rie Brusse: about People”.

Gli altri candidati lo erano Oro di Groninga Van Wendelmoet Boersema su Groningen Gas, il libro Dio Di Stijn Bronzwaer, Joris Kooiman e Merijn Rengers Lebowski sul sito di viaggi olandese Booking.com, principe degli affari Da Michael Cosy e Martin van Don sul principe Bernhard del principe reale, e Sanda Dia Scritto da Peter Huebrechts sui fatali capovolgimenti della studentessa belga-senegalese Sanda Dia.

l’anno scorso Thalia Verkade e Marco te Brömmelstroet hanno vinto il Premio Brusseprijs per il loro libro sul ruolo sempre più dominante delle automobili negli spazi pubblici nei Paesi Bassi. Quest’anno il premio, che viene assegnato dal 2006, è stato assegnato per la quindicesima volta.

READ  La cortina di ferro è tornata? "La propaganda ora ha completa libertà qui."

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24