“Russell sostituisce Bottas” e Pirelli annuncia i risultati della ricerca Baku | fine settimana

In questa nuova edizione di Weekend di GPFans Abbiamo riassunto per voi le notizie più importanti della scorsa settimana in un articolo. In pochi minuti sarai aggiornato su tutto ciò che sta accadendo nel regno della classe reale.

Sebbene non ci siano state corse da vedere la scorsa settimana, c’erano abbastanza notizie di alto livello.

Puoi vedere questo e altro nel video qui sotto. Scorri la trascrizione.

Il capo di Ziggo Sport “abbandonato” dalla F1: “Alla fine è tutta una questione di soldi”

La Formula 1 è sempre stata trasmessa in Olanda su Ziggo Sport negli ultimi nove anni, ma questo cambierà dopo questa stagione. Il canale è stato sconfitto in una battaglia per i diritti di trasmissione da Nordic Entertainment Group (Nent Group), un’entità scandinava che attualmente si sta affermando sul mercato europeo. La società vuole portare il suo servizio di live streaming Viaplay nei Paesi Bassi, dove è possibile praticare sport in diretta, tra le altre cose.

in conversazione con giornale generale Ha detto a Will Maurer, presidente di Ziggo Sport, delle trattative. Gli è stato chiesto se ha preso pochissimi crediti dalla Formula 1. “È così che mi sento. Dopo nove anni ho avuto l’illusione, o la speranza, che la collaborazione con la Formula 1 fosse più preziosa. Sono deluso lì. In. Nel 2013 è avevo la Formula 1 per lo stronzo e alcune palle. Nessuno lo vuole. Ovviamente la chiave del successo è Max Verstappen, ma abbiamo fatto molto per rendere la F1 in Olanda ancora più grande”.

Ziggo Sport ha sponsorizzato Max Verstappen negli ultimi sei anni, ha allestito il Formula 1 Cafe e ha fornito numerosi reportage per le sessioni. “Forse ero troppo fiducioso”, ha detto Maurer. Nelle parole del noto detentore dei diritti sulle frecce (Barry Hearn), con cui ho spesso negoziato: ‘Se vuoi lealtà, prendi un cane’ In altre parole: alla fine è tutta una questione di soldi.

Jacques Pleug e Olaf Moll a colloquio con Valtteri Bottas per Ziggo Sport

Marko: “Vogliamo guidare la prima moto il più a lungo possibile”

La Honda ha fatto molti progressi negli ultimi mesi e non è rimasta ferma durante la stagione. Secondo il generalmente ben stabilito auto e sport Red Bull e AlphaTauri in Francia riceveranno un nuovo e migliore alimentatore dal produttore di motori giapponese. Tuttavia, in una conversazione con lo stesso medium, Marco sembrava confutare questi messaggi. “Stiamo cercando di guidare il più a lungo possibile con il primo motore. Ora che non ci sono segni di usura o perdita di potenza nella Red Bull Racing, continueremo così”.

READ  ViaPlay ha registrato un'altra grande competizione dopo la Formula 1

L’unica cosa che potrebbe cambiare questa opinione è il fatto che Gasly ha perso brevemente potere nel Gran Premio dell’Azerbaigian. Secondo Marko, non è ancora chiaro esattamente perché sia ​​così e se ci siano seri problemi al motore del francese. “Il danno al motore di Gasly che ha causato la perdita di prestazioni al Sakura è in fase di indagine. Se si verifica qualcosa che colpisce anche i motori della Red Bull, potrebbe essere una nuova intuizione e potrebbe influenzare altri piani”.

Max Verstappen a Baku

Pirelli annuncia i risultati dell’esplosione di Baku

Durante il Gran Premio dell’Azerbaigian, due piloti hanno dovuto abbandonare la scena in anticipo a causa di uno scoppio di pneumatici. La prima cosa che è andata storta è stata al giro 31 della Lance Stroll. Stava tagliando la linea di partenza/arrivo quando la sua gomma ha ceduto la Stealth. È andata storta di nuovo a soli cinque giri dalla fine, questa volta con Max Verstappen. L’olandese stava avanzando quando è stato colpito dall’esplosione e ha visto la sua vittoria fluttuare nel fumo. Dopo la gara al Baku City Circuit, c’erano già voci dall’Italia secondo cui la Red Bull Racing la stava guidando con una pressione dell’aria troppo bassa e quindi ignorava le linee guida di Pirelli.

Il fornitore di pneumatici ha ora completato le indagini su questi incidenti. Tuttavia, la risposta è in qualche modo priva di significato. “In entrambi i casi c’è stato uno strappo circonferenziale all’interno del pneumatico, che è legato alle condizioni di guida”. Indica la pressione e la temperatura dei pneumatici. Pirelli conferma che Red Bull e Aston Martin hanno rispettato il regolamento. “I criteri di partenza stabiliti dalle squadre sono stati rispettati”. Nel frattempo, Pirelli sembra incolpare le squadre per la frangia. Il produttore di pneumatici riferisce che un caso d’uso di pneumatici è la causa dello scoppio. Ciò indica che Red Bull e Aston Martin hanno abbassato la pressione delle gomme durante il fine settimana.

READ  FabriekPanel: The Journey to Greece
Verstappen dopo l’incidente aereo a Baku

Le squadre sono obbligate a rispettare la pressione minima di Pirelli solo quando usano le gomme per la prima volta. Se le gomme vengono utilizzate in una sola corsa, la pressione delle gomme potrebbe calare e, secondo Pirelli, questo sembra essere successo a Baku. Pirelli è ora in trattative con la FIA sulle misure appropriate per prevenire ciò in futuro e ha già raggiunto un accordo con la FIA su alcuni nuovi protocolli.

Anche la Red Bull ha risposto ai risultati di Pirelli via Twitter. Il team nega fermamente la manomissione delle gomme. “Abbiamo lavorato a stretto contatto con Pirelli e la FIA durante le indagini sulla rottura del pneumatico Max al giro 47 del Gran Premio dell’Azerbaigian e possiamo confermare che non è stata riscontrata alcuna colpa con la vettura. Seguiamo sempre le pressioni delle gomme di Pirelli. Continuano a seguire le loro linee guida”, ha detto il team austriaco. “.

Gravi danni a Verstappen

Hamilton accetta di pagare il taglio, chiede bonus più alti e prestigio futuro

Chiudiamo questo weekend con un aggiornamento sui contratti per il 2022. Se apriamo la filiale italiana di Motorsport.com In effetti, Hamilton e Mercedes sono vicini all’accordo di un nuovo contratto per il 2022. Per questa stagione, Hamilton ha firmato un contratto di solo un anno, che ha suscitato voci sul suo futuro. Tuttavia, si dice che Hamilton abbia già concordato le bozze di un nuovo contratto che lo legherebbe anche alla Mercedes il prossimo anno. Inoltre, nel nuovo accordo sarà inclusa un’opzione per un’altra stagione.

Tuttavia, ci sono ancora alcune rughe che devono essere appianate secondo gli ultimi rapporti. Sebbene Hamilton accetterebbe un taglio dello stipendio, in questo caso vuole raddoppiare il suo bonus per un titolo mondiale. Inoltre, il sette volte campione del mondo è alla ricerca di una posizione futura in Daimler – azionista del team Mercedes F1 – per continuare a lavorare come campione per una maggiore diversità nel motorsport dopo la sua carriera attiva in Formula Uno.

READ  Johan Dirksen critica la dichiarazione di Trijntje Oosterhuis
Lewis Hamilton su George Russell

La Mercedes ha tagliato il nodo per la prossima stagione: Russell sostituisce Bottas

Sembra esserci accordo anche sul posto vicino ad Hamilton. Secondo il tedesco F1- Insider e italiano Sky Italia Mercedes ha deciso di promuovere George Russell. Si dice che Wolff abbia detto al management di Russell – a cui appartiene anche lui – che può prepararsi per la sua tanto attesa promozione in Mercedes, dove diventerà un nuovo compagno di squadra del sette volte campione del mondo Hamilton. Tuttavia, nessun annuncio reale è stato ancora fatto.

Se la notizia è davvero vera, è una cattiva notizia per Bottas, che è diventato il successore di Nico Rosberg alla Mercedes nel 2017. Solo tornare alla Williams come sostituto di Russell sembra essere un’opzione seria, ma è discutibile se lo stesso Bottas sia aperto a questo. Helmut Marko ha sottolineato tuttavia che un posto alla Red Bull non è sicuramente un’opzione. “Bottas non deve chiamarci. Non c’è da nessuna parte. In effetti, posso solo immaginare un accordo con Russell. Penso che la Williams sarebbe l’unica opzione per lui”.

Helmut Marko ha confermato che la Red Bull probabilmente continuerà con Perez nel 2022

Marko ha anche confermato che ci sono buone possibilità che Sergio Perez continuerà a guidare la Red Bull nel 2022. Il messicano è entrato a far parte della Red Bull in questa stagione e finora sta andando abbastanza bene. Marko è rimasto impressionato e ha confermato che sta facendo abbastanza bene per tentare la fortuna in panchina nel 2022. “Sì, è ben integrato nella squadra”, ha detto il consigliere della Red Bull. auto e sport. “E’ un ottimo giocatore di squadra”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24