Scienze politiche, questo è intrattenimento gratuito

A fine maggio, al parlamento danese è stata approvata una mozione per limitare “l’eccessiva attività in alcuni circoli scientifici”. 72 deputati, dalla sinistra liberale alla destra populista, hanno votato a favore, 24 contrari.

Il movimento è dovuto al fatto che scienza e politica dovrebbero essere due campi separati. Gli scienziati che si impegnano effettivamente in politica non dovrebbero fingere di essere scienziati; Al contrario, la politica non dovrebbe interferire con la scienza, che ha il potere di auto-purificarsi.

Il testo è confuso. Da un lato, i politici vogliono che la scienza sia liberata dall’attività politica e la richiedono in un movimento politico; D’altra parte, si dice che la scienza abbia una capacità di auto-purificazione e l’interferenza politica è fuori questione.

La proposta è stata il culmine di un lungo dibattito. In precedenza, c’erano quattordici professori danesi Articolo di opinione condivisa Contro le pericolose tendenze politiche dell’identità nell’università, a loro avviso. Ho scavato nei retroscena delle persone coinvolte, per vedere se avevano qualcosa in comune, oltre al prestigio e al potere di muovere la politica. Le discipline scientifiche variano, tra gli uomini (bianchi) una donna è Lin Tangard Pedersen, professore di psicologia culturale all’Università di Aalborg e autore di Popular Science. Picasso si è incontrato maleInformazioni su come aumentare la creatività. Picasso faceva il bagno quando voleva trovare nuove idee.

Il movimento era guidato da Henrik Dahl dell’Alleanza Liberale. Questo politico è un ex scienziato, noto soprattutto per il suo libro sullo stile di vita sociale Se il tuo vicino ha una macchina. Si scopre che una volta ho fatto il giro con lui in una piscina per un programma di viaggio, per parlare di danese. Gli abbiamo chiesto cosa ha fatto per avere idee creative: Nuoto, ha detto all’epoca.

READ  Leggi di nuovo | 1545 nuovi feriti, e la situazione per il premier lussemburghese è "grave, ma stabile" Corona virus

Non meno di 3.241 scienziati Da allora hanno protestato contro la proposta, che è stata approvata, perché ritengono che questa interferenza politica possa portare all’autocensura.

Anche nei Paesi Bassi infuria un simile dibattito. Sabato scorso in anticipo de Volkskrant Si chiede se sia in gioco la libertà accademica. La minaccia proveniva dall’Angolo studentesco o era stata perquisita. Dalle prove aneddotiche, risulta essere molto chiaro”.alzarsiChiedi agli studenti di avvertire determinati testi, leggere determinati testi e non leggerne altri.

L’interazione tra gli studenti non è stata troppo fastidiosa per me – consigli di lettura impegnati: sempre i benvenuti. Tuttavia, caratterizzando una generazione di studenti che non sono curiosi e vogliono imparare, ma ordinano secondo il pensiero del mercato e se qualcosa non accade immediatamente, si rivolgono alla procedura dei reclami. L’università promuove da anni questo modo di pensare nel mercato. Alcuni anni fa, quando stavo per tenere una lezione sull’identità con Stephen Sanders, abbiamo dovuto offrire il nostro corso a un centinaio di studenti nel mercato dei corsi. Prima di noi si è parlato molto di studi sulla felicitàLo studio scientifico della felicità. Siamo costretti a una gara competitiva con altri insegnanti, con gli studenti che giocano il ruolo di consumatori comparativi. Sanders ha fatto del suo meglio per dissuadere gli studenti dal regredire (“leggiamo solo testi molto difficili”).

Per idee “fresche”, fai una doccia o nuota, secondoalzarsi I danesi. Non credo che i risultati siano così nuovi; The Senseless Movement è un esempio di simbolismo populista di destra travestito da custode della scienza politica. In tal modo, spogliano la scienza della sua importanza e la trasformano in intrattenimento non impegnativo, una sorta di vacanza divertente in cui si ottengono idee di marketing creative, mentre la società ha un disperato bisogno di scienza correlata, da soluzioni tecniche a nuove intuizioni sociali. Certo, l’università è lì per insegnare una posizione scientifica, il che significa che si impara a guardare da diversi punti di vista. Ad esempio Ann Applebaum la colpisce sabato Consiglio norvegese per i rifugiati formulato, È nell’interesse della democrazia continuare a scegliere “un’educazione che insegni a studenti, accademici, lettori ed elettori a guardare i libri, la storia, la società e la politica da prospettive diverse”.

READ  Corona: torna ad aumentare il numero degli infortuni

Gli studenti non dovrebbero essere avvertiti di testi che non si adattano immediatamente alla loro (identità), ma sono incoraggiati ad immergersi anche in essi. Una parola di cautela: leggere troppo può seriamente approfondire il tuo impegno.

Stein Jensen Filosofo e scrittore. Sostituirà Paul Schaeffer questa settimana.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24