Secondo sospettato arrestato al Museo Zan per furto d’arte

Un secondo sospettato è stato arrestato nell’indagine sul furto fallito di un dipinto di Claude Monet dal Museo Zanes nell’agosto dello scorso anno. colui il quale Rapporti Martedì la polizia. Il primo sospettato Si è donata a settembre al aan.

Domenica 15 agosto, due uomini hanno tentato di rubare un dipinto dal Museo Zaans in pieno giorno intorno alle 10:30. In giro Il Voorzaan e WesterhemMonet, un dipinto del 1871, acquistato dal Museo nel 2015 per 1,16 milioni di dollari.

Gli uomini corsero fuori con loro. I visitatori e i dipendenti del museo sono stati in grado di impedire che il dipinto venisse raccolto: i ladri lo hanno lasciato sul marciapiede durante il viaggio. Sono scappati in moto. Qualcuno ha sparato un altro colpo, nessuno è rimasto ferito.

Due dipinti dal Museo Van Gogh

Il sospetto arrestato martedì è un uomo di 37 anni di Burmerend. L’uomo che ha denunciato la polizia a settembre ha 49 anni ed è di Amsterdam. Lo ha detto l’investigatore tecnico Arthur Brand poco dopo il primo arresto contro telegrafo Era sicuro che Henk B. È l’uomo che si è consegnato. B è stato condannato per furto d’arte dopo che lui e Octave De hanno rubato due dipinti dal Museo Van Gogh di Amsterdam nel 2002.

A quel tempo, B. amichevole. I loro dipinti sono di uno spacciatore di cocaina italiano, Raffaele Imperiale. Nel settembre 2016 sono comparsi a Napoli, durante un’indagine sulla mafia locale. Imperial voleva comprarlo nel caso fosse stato processato. In casi precedenti è riuscito a sostituire l’art.

Leggi anche questo profilo Imperiale: L’italiano che ha appreso ad Amsterdam che la cocaina produce più dell’acqua minerale

READ  A proposito di sussidi in Italia e di due cani bianchi

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24