Severodonetsk è l’ultima grande città situata nella regione di Luhansk, nell’Ucraina orientale | Attualmente

Settimane dopo che i russi lo circondarono, la città ucraina orientale di Severodonetsk cadde in mano ai russi. È l’ultima città della regione di Luhansk a resistere all’avanzata russa nell’est del paese. Altri posti fantastici si sono già arresi.

Il sindaco Oleksandr Stryuk ha dichiarato sabato che Severodonetsk era “interamente nelle mani della Russia”. Secondo lui, i residenti della città non potevano fuggire nelle terre ucraine. Possono lasciare la città solo per recarsi nei territori occupati dalla Russia.

Il ritiro ucraino da Severodonetsk era nell’aria da tempo. Venerdì, il governatore del distretto, Serhi Gedayi, ha detto che non aveva più senso resistere. “Non ha senso attenersi alle posizioni che sono state assunte ma sono state abbandonate solo per rimanere lì (a Severodonetsk, ndr).”

L’Istituto americano per lo studio della guerra ha anche notato questa settimana che i russi hanno fatto “progressi significativi” nella battaglia di Severodonetsk e nelle aree circostanti. La città è stata bombardata quasi continuamente dai russi negli ultimi quattro mesi.

All’inizio di questo mese, il leader rinnegato della regione di Luhansk, Leonid Pashnik, ha riferito che i soldati russi avevano catturato parti della città. Ha detto che l’attacco è durato più a lungo del previsto.

Il 2 giugno, le forze russe sono penetrate ulteriormente. Secondo il ministero della Difesa britannico, questo è stato accompagnato da una “intensa concentrazione di artiglieria”. Il ministero della Difesa britannico ha affermato all’epoca che la strada principale per la città era probabilmente sotto il controllo dell’Ucraina al mattino.

Gli inglesi dissero anche che l’attraversamento del fiume a sud di Severodonetsk era di importanza “vitale” per le forze russe se volevano catturare Luhansk e spostare le loro operazioni nella regione di Donetsk. Non è noto se l’esercito ucraino controllasse ancora questo fiume.

READ  La FAA si scusa per l'evacuazione della capitale a causa dell'esibizione del paracadute

Il ritiro è un colpo psicologico, poiché il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha ripetutamente affermato che il destino della regione di Donetsk sarà determinato dalla battaglia di Severodonetsk.


La popolazione è fuggita, le infrastrutture sarebbero state distrutte

Severodonetsk era l’unica grande città nella regione di Luhansk che non era ancora completamente nelle mani della Russia. La città fu quasi assediata per qualche tempo e subì pesanti bombardamenti. Secondo Zelensky, la Russia ha distrutto tutte le infrastrutture di base a Severodonetsk.

Il governatore della regione di Luhansk ha dichiarato all’inizio di questa settimana che Severodonetsk non è completamente circondato. Il governatore ha affermato che il bombardamento russo renderebbe impossibile l’evacuazione delle persone o l’arrivo di aiuti umanitari in città.

Prima della guerra vivevano lì circa 100.000 persone, ma ora il numero sarà solo di circa 12.000. Secondo le informazioni ucraine, il numero di morti prima della prigionia ha raggiunto circa 1.500.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24