Si sono formati i laghi di svuotamento di Marte – NRC

Gran parte delle valli su Marte, tipiche dei paesaggi del pianeta, sono state create da catastrofiche inondazioni di breve durata, con grandi quantità di acqua che si precipitano in superficie. Questo è un quarto del volume totale di tutte le valli formate sul giovane pianeta Terra. Quale calcolato I ricercatori statunitensi utilizzano le immagini satellitari del Mars Exploration Orbiter della NASA. Hanno pubblicato i risultati sulla rivista mercoledì temperamento natura. Attraverso questa ricerca, gli scienziati planetari stanno cercando di capire il primo clima su Marte.

Marte è il piccolo pianeta Terra immediatamente vicino. Se guardiamo dal Sole, la Terra è il terzo pianeta e Marte è il quarto. Marte ha circa quattro miliardi e mezzo di anni. La temperatura media di -55 ° C rende Marte un freddo deserto e le tempeste di sabbia a volte soffiano più grandi della Russia.

La superficie di Marte è ora asciutta. C’è acqua sotto forma di ghiaccio e vapore, ma l’acqua liquida è intollerabile. A causa della bassa pressione dell’aria (meno di un centesimo della pressione dell’aria qui sulla Terra), l’acqua su Marte evapora o si congela istantaneamente.

Nel corso di giorni o settimane, l’acqua si è dispersa fuori dal lago alla velocità della luce

Prima era diverso. Fiumi secchi, valli punteggiate d’acqua e laghi vuoti delle dimensioni dei piccoli mari della Terra tradiscono l’abbondanza di acqua su Marte miliardi di anni fa. Il giovane pianeta a quel tempo era molto più caldo di adesso e la pressione dell’aria è più alta.

Sebbene fosse già noto che alcune valli erano formate da laghi che straripavano dalle loro sponde, secondo antiche idee, la rete di valli su Marte in generale si formò gradualmente e lentamente. Ad esempio, a causa delle acque sotterranee o delle precipitazioni prolungate.

READ  Gli esperti chiedono il riciclaggio obbligatorio delle terre rare, temendo la sua carenza | Scienza e pianeta

Marte potrebbe aver inizialmente avuto un clima lungo con un ciclo dell’acqua come qui sulla Terra: l’acqua evapora nell’atmosfera e ritorna in superficie sotto la pioggia o la neve. La pioggia prolungata e continua che cadeva sul terreno ha aperto un sentiero attraverso la superficie, e in questo modo si sarebbe formata una rete di valli.

Ma i ricercatori americani hanno ora calcolato che almeno un quarto della rete di valli su Marte è stata creata non gradualmente, ma piuttosto rapidamente a causa di laghi traboccanti. I laghi, temporaneamente a causa di piogge o falde acquifere, si sono riempiti ed eruttati ai lati. Nel corso di diversi giorni o settimane, l’acqua è uscita dal lago alla velocità della luce e si è fatta strada attraverso il paesaggio, ritagliando pezzi di terra.

Topografia

Per eseguire il calcolo, i ricercatori hanno studiato le immagini satellitari scattate dal Mars Exploration Vehicle. Questo è un satellite della NASA che orbita intorno a Marte da circa sedici anni. Le immagini satellitari della topografia delle valli mostrano se si stanno formando molto lentamente, ad esempio a causa delle piogge, oa causa di una grande quantità di acqua che si è riversata rapidamente sul paesaggio a causa dello straripamento di un lago. “Quando un lago si svuota a causa di un’alluvione, si forma un buco nelle sponde”, afferma Martin Kleinhans, geografo fisico dell’Università di Utrecht che non è stato coinvolto nello studio. “Sembra una breccia, come quella creata durante i buchi delle dighe in Zelanda, per esempio. Dal buco nel lago esce una lunga valle che si estende lontano attraverso il paesaggio. Se il fiume non nasce da un lago, ma è composto da diversi rami come il Reno, è probabile che sia nato da una lenta erosione”.

READ  Aggiunte informazioni sulle varianti dei virus alla dashboard | notizia

I ricercatori hanno esaminato solo le tracce di acqua corrente che si è formata sul giovane pianeta Marte e hanno filtrato le più recenti. Utilizzando un algoritmo, hanno quindi calcolato la dimensione totale dei due tipi di valli sulle immagini satellitari. Le valli che si accumulano lentamente hanno una dimensione di circa 4,3 x 1013 Metri cubi. La dimensione delle valli causate dall’alluvione è di circa 1,4 x 1013 Metri cubi. Quindi un quarto era dovuto alle inondazioni.

forme del terreno

Gli scienziati planetari studiano le valli su Marte perché li aiutano a ricostruire come avrebbe dovuto essere il clima del pianeta miliardi di anni fa. “L’unico modo per farlo molto indietro nel tempo è studiare l’impronta che lasci sul terreno”, afferma Tjalling de Haas, che è anche un geografo fisico all’Università di Utrecht e non è coinvolto nella ricerca. Lo studio indica che la formazione delle valli non richiedeva necessariamente un clima piovoso prolungato su Marte. Solo, proprio come sulla Terra, vale anche per Marte che ciò che vedi in un posto non dovrebbe valere in un altro. Il clima allungato prolungato può ancora spiegare i restanti tre quarti della rete valliva”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24