Sina Miang sceglie di restare a lungo in Circle: ‘Vogliamo diventare la miglior squadra di pressione’

Senna Miangue rimarrà fedele al Cercle Brugge almeno fino alla metà del 2025. Il suo club, il Cagliari, è scomparso dalla Serie A e ha raggiunto l’accordo con Verdenero. Anche se ci è voluto del tempo. Quello è stato un momento difficile. Sono una persona che pensa molto. Volevo una certa certezza, soprattutto per quanto riguarda i miei futuri genitori”, dice il difensore.

Il desiderio di Sina Miang di rimanere con Circle c’era già alla fine della scorsa stagione. Poi ha parlato con l’allenatore Carlos Avena. “Alla fine la mia scelta non è stata esercitata, ma è stato preso un nuovo accordo. Sono grato alle persone per il lavoro che hanno fatto per mantenermi”.

Perché rinnovi al Cercle?

“Sono tornato dopo una stagione positiva, in un bel girone. L’atmosfera è buona. Conosco i ragazzi. Mi danno fiducia. È passato molto tempo dall’ultima volta che ho potuto giocare a calcio per la stessa squadra due stagioni di fila. Appartengo a qui. Anche l’allenatore mi ha parlato. Ha insistito molto per restare”. fondamentalmente è raccogliere le cose. Possedere la palla. Perché la scorsa stagione il focus era sull’avversario che perde palla per giocare in contropiede. Ora è fatto”. Aggiungendo nuovi e altri aspetti. Andrà bene”.

La tua pagina Instagram recita: Ci chiamano sognatori, ma siamo noi che non dormiamo?

“Siamo spesso chiamati sognatori. Ma le persone non sanno cosa succede dietro le quinte. Quanto duro lavoro e sacrifici sono fatti per inseguire il tuo sogno. Non stiamo a guardare. Mi sento bene e in forma ora, speriamo che resta così”.

Come sta andando la preparazione?

READ  I bambini corrono dal fratello Ricardo così da poter nutrire gli affamati

“Tutti sono usciti dalle vacanze sani e in forma. Questi nuovi ragazzi di Monaco hanno capito anche come giochiamo. Anche se per loro è stato un po’ un aggiustamento nella prima settimana. È stato un inizio positivo. La preparazione è ed è ancora un periodo da cui imparare. Sabato giochiamo a Eindhoven. Un nuovo test. L’allenatore ci ha già dato alcune indicazioni. Abbiamo analizzato la gara di Monaco per cose che dovrebbero andare meglio e anche loro sono andate bene. Ci stiamo allenando per questo ora”.

Questa preparazione è diversa dalla scorsa stagione?

“L’intensità è comunque più alta. Giochiamo con una visione. Vogliamo essere la migliore squadra di pressing della massima serie. È per questo che ci alleniamo e ci vuole molto condizionamento: allenamenti lunghi, esercizi di corsa. Tutti ci credono e sappiamo che dobbiamo essere pronti fin dall’inizio della competizione per trasformare questa visione in realtà.

Siamo spesso chiamati sognatori, ma non sai cosa succede dietro le quinte

Ci racconti di più su questo programma di allenamento durante le tue vacanze?

“Non è stato lo stesso per tutti. Chi ha giocato qualche partita la scorsa stagione, ha avuto un programma meno difficile rispetto a ragazzi come me che si sono infortunati, per esempio. Penso anche a Boris Popovich e Davis Souza. Avevamo quasi lo stesso programma e dovevamo fare di più. Si trattava principalmente di corsa, intervalli, camminata e allenamenti in palestra. Prima di quelle sessioni c’erano anche alcuni incontri di arrotondamento. Siamo stati in grado di caricare tutte le nostre corse tramite Strava. È stato bello vedere che anche i tuoi compagni di squadra stanno facendo davvero bene”.

READ  Wall Street inizia più in alto

A proposito, eri in vacanza in Suriname?

“La mia amica è surinamese. Sua madre ha una casa lì e ci ha chiesto se ci andiamo per due settimane. È qualcosa di diverso dalla spiaggia bianca e dal mare blu. Un’esperienza molto bella in un paese che mi piace molto”.

Anche la tua ragazza è incinta?

“Baby, ragazza, è previsto per settembre. Non rivelerò ancora il nome. Diventa una nuova responsabilità che ne deriva. Una sfida. La sensazione è già indescrivibile. A proposito, dal 1 luglio, vivremo insieme a Bruges, una nuova tappa nelle nostre vite”.

Riuscirà Circle a continuare la serie post-Capodanno nella prossima seconda metà dell’anno?

“Questo è lo scopo. Se tutti continuano ad agire come stanno facendo ora – secondo quella visione che abbiamo come squadra – allora penso che riuscirà senza problemi”.

Tuttavia, Cercle non ha ottenuto un programma facile per aprire la competizione.

“Dobbiamo concentrarci sul nostro lavoro. Come vogliamo giocare. Dobbiamo continuare a credere nel nostro stile di gioco. Non importa chi è contro. Sta a tutto il girone dare l’intera percentuale in campo. Fai quello che serve e una competizione non è l’altra. Westerlo non sarà un compito facile per nessuno”. Un caso. Nuovo arrivato, sulla passione dell’eroe in casa. Di certo da non sottovalutare”.

La scorsa settimana c’era molto da fare per il nuovo logo di Cercle?

“Capisco le persone che non sono aperte al cambiamento. Non ho davvero un’opinione in merito. Qualunque sia lo slogan con cui giochi, deve succedere in campo. Come si gioca come squadra e si ottengono i punti necessari in concorrenza.”

READ  La Banca Centrale Europea mantiene bassi i tassi di interesse e continua ad acquistare obbligazioni

(Alan Critten)

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24