Sospetti arrestati dopo l’esecuzione del direttore della fabbrica pakistana

La polizia pakistana ha arrestato almeno 13 sospetti coinvolti in Sri Lanka ucciso senza processo. Altri 120 sono in attesa di interrogatorio.

Una folla di centinaia di musulmani arrabbiati ha marciato verso una fabbrica di abbigliamento sportivo nella provincia pakistana orientale del Punjab, dove lo Sri Lanka lavorava come manager. accusato di blasfemia. Gli operai della fabbrica hanno attaccato il manager con l’accusa di aver rimosso un poster con detti sacri islamici.

La vittima è stata uccisa e il suo corpo è stato dato alle fiamme in pubblico. Secondo la polizia, sono stati arrestati eminenti sospetti che avrebbero incitato gli operai della fabbrica alla violenza. Inoltre, secondo la polizia, un videoclip mostra i sospetti che hanno ucciso l’uomo, lo hanno portato fuori, si sono fatti selfie con il suo corpo bruciato e hanno confessato con orgoglio tutto.

La blasfemia è un reato punibile con la morte in Pakistan. È probabile che gruppi di musulmani radicali compiano attacchi dopo accuse di blasfemia.

Il primo ministro Khan ha reagito con orrore all’incidente e ha parlato di un giorno di vergogna per il Pakistan. Le esecuzioni extragiudiziali sono condannate anche dagli angoli religiosi e dai militari.

READ  "Amerikaanse hoge rechter Stephen Breyer legt zijn functie neer"

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24