Stati Uniti e Regno Unito accusano i talebani di possibili crimini di guerra: decine di civili uccisi | all’estero

Le ambasciate Usa e Britannica nella capitale afghana, Kabul, accusano i talebani di possibili crimini di guerra nel sud del Paese. Si dice che il movimento estremista islamico abbia ucciso decine di civili per rappresaglia a Spin Boldak nella provincia meridionale di Kandahar. I talebani negano.




L’ambasciata degli Stati Uniti ha twittato l’accusa questo pomeriggio. La loro controparte britannica ha fatto lo stesso, citando incidenti a metà luglio. Il movimento talebano che ha iniziato a ritirare le sue forze dopo la forza internazionale in Afghanistan Controlla circa la metà delle province afgane Ha ripreso il controllo, poi ha invaso Spin Boldak. Il contrattacco dell’esercito afghano non ha avuto successo, quindi i miliziani hanno iniziato a dare la caccia ai civili che presumibilmente simpatizzavano con il governo afghano o che cooperavano con le forze internazionali. Le persone sono state cacciate dalle loro case e uccise. Saranno decine di afgani, secondo gli inglesi e gli americani.

Questi omicidi possono essere crimini di guerra e devono essere indagati. I membri dei talebani oi loro leader responsabili devono essere assicurati alla giustizia. Se non puoi controllare i tuoi combattenti ora, non avrai un lavoro in un potenziale governo per il paese in seguito”.

Leggi i tweet qui sotto.



Traduzione

Ad aprile di quest’anno Gli Stati Uniti e la NATO hanno annunciato il ritiro delle loro forze dall’Afghanistan. Devono essere fuori dal paese entro l’11 settembre 2021 al più tardi. I talebani sembrano aver preso lo spazio con entrambe le mani e ripreso il controllo di gran parte del paese. In precedenza era stato annunciato che gli afgani che hanno aiutato le forze internazionali come traduttori non sono più sicuri delle loro vite. Compresi Stati Uniti, Canada e Paesi Bassi Preoccupato per le persone che hanno aiutato in Afghanistan E voglio dare loro una seconda vita in un altro paese.

A metà luglio, gli Stati Uniti hanno iniziato a portare i primi traduttori afgani in America. È stato annunciato oggi che, a causa dell’aumento della violenza, l’amministrazione Biden accetterà migliaia di afgani aggiuntivi che hanno collaborato con l’esercito americano o con un’organizzazione americana dall’incursione militare in Afghanistan nel 2001.

cercare rifugio

Gli afgani possono richiedere asilo solo se consigliati da un dipendente statunitense di una società statunitense attiva in Afghanistan o da un’agenzia governativa statunitense. Se viene detto loro che possono fare domanda di asilo, devono lasciare l’Afghanistan e attendere la loro domanda in un altro paese. Se c’è l’approvazione, potrebbe volerci più di un anno, possono venire negli Stati Uniti.

“Questo darà a migliaia di afgani e alle loro famiglie l’opportunità di stabilirsi permanentemente negli Stati Uniti”, ha affermato il Dipartimento di Stato in una nota. La nuova regola si applica agli afgani che hanno collaborato con l’esercito americano, le ONG o i media statunitensi. In totale, il loro numero può raggiungere le 50.000 persone.

READ  L'infermiera del primo ministro britannico Johnson si dimette: mancanza di rispetto | all'estero

Anche i Paesi Bassi hanno utilizzato traduttori locali durante il periodo in cui i soldati erano in Afghanistan. A giugno, diverse parti hanno chiesto per consentire loro di entrare più velocemente nei Paesi Bassi, a causa della partenza di forze straniere e della crescente violenza dei talebani.

Guarda i nostri video di notizie nella playlist qui sotto:

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24