Studente di astronomia ottiene dieci per la tesi: “L’attenzione dei media è un po’ esagerata”

Arend Moerman, uno studente di astronomia di Leida, ha dieci premi per lui Master Dove esplora l’interazione tra tre buchi neri simulati. Succede in media una volta ogni dieci anni che uno studente di astronomia ottenga un dieci. I risultati sono stati pubblicati anche sulla principale rivista Physical Review D.

Lui stesso richiama l’attenzione nei giorni scorsi su “un po’ esagerato”. Ma la pubblicazione dei risultati di una tesi di laurea magistrale è eccezionale. “Non succede molto spesso”, dice il suo relatore di tesi e professore di dinamica numerica delle stelle Simon Porteges Zwart nel programma radiofonico. Il gol di domani.

“Pensavo di ottenere un passaggio, ma non ne ho presi dieci”. Moorman ha trascorso nove mesi nella sua ricerca. Per prevedere le interazioni tra tre corpi celesti come stelle, pianeti o buchi neri, ha programmato un codice che calcolasse ciò che stava accadendo per un breve periodo di tempo, quindi ha utilizzato quel risultato per calcolare il periodo di tempo successivo. Un metodo simile viene utilizzato anche per fare le previsioni del tempo.

Aggiungi la teoria della relatività

“Abbiamo avuto un problema in cui i tre buchi neri si muovono l’uno intorno all’altro, ma non interagiscono secondo la teoria di Newton, ma secondo la teoria della relatività di Einstein”, dice Porteges Zwart. “È stato allora che Arend è entrato nella mia stanza e mi ha chiesto se potevo avere un incarico per lui in cui poteva programmare, e ha iniziato a lavorarci come un cane pazzo.”

Un mese dopo, Moerman tornò a Portegies Zwart. Non solo ha imparato il linguaggio del codice, ma ha anche trovato un modo per aggiungere la componente relatività al codice, il che rende la simulazione più accurata. La teoria della relatività gioca un ruolo importante negli oggetti pesanti come i buchi neri.

READ  Windows 11 ottiene il nuovo Microsoft Store con più libertà per gli sviluppatori - Computer - Notizie

punto di svolta

Ciò ha dato origine alla possibilità di indagare come, ad esempio, si comportano l’uno verso l’altro buchi neri di diversa massa. “In genere due dei tre wormhole si separano e i due formano una coppia. Abbiamo simulato questo con masse sempre più pesanti e a dieci milioni di masse solari i due hanno iniziato a fondersi insieme invece di respingersi”, afferma Moorman.

Lui stesso non si era ancora reso conto di aver scoperto qualcosa di nuovo. “Ero molto incollato al mio schermo.” Dopo aver visto questi risultati, Portegies Zwart ha detto: “Dobbiamo pubblicarlo”.

A suo avviso, il lavoro di Moerman fornisce maggiori informazioni sul punto di svolta nella dinamica in cui i buchi più leggeri si separano e si fondono in buchi neri molto grandi. “Non potevo davvero fare a meno di dare un dieci”, dice Portegies Zwart.

Finché non è un lavoro d’ufficio

A seguito delle indagini e dell’attenzione dei media che ne è seguita, Moorman è stato contattato più volte dai reclutatori. Ma non si vede lavorare per un capo aangolo-Scrivania “.” Fare ciò che trovo utile e divertente è la cosa più importante per me. “

Ora sta iniziando il suo secondo progetto di laurea e lavora in una cucina da bistrot. “Se non funziona nel mondo accademico, posso sempre diventare uno chef. Finché non è un lavoro d’ufficio”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24