Tam Jong Ajax crea troppo poco e vede la fine della serie di imbattibilità di Telstar

L’imbattibilità del giovane Ajax nella divisione Kitchen Champion è terminata. Lontano da Telstar, le promesse di Amsterdam hanno avuto molti problemi a creare opportunità. Inoltre, le opportunità che le sono state date sono rimaste inutilizzate. D’altra parte, Telstar ha fatto meglio, segnando una volta e alla fine ha meritato di vincere: 1-0.

Il giovane Ajax ha avuto il controllo dall’inizio della partita e questo ha portato alla prima occasione tre minuti dopo. Onuvar è avanzato da oltre la fascia sinistra e ha mandato fuori Christian Rasmussen, che sembrava aver avuto la palla con il tiro. Tuttavia, in un duello con il suo avversario, il danese è caduto e ha chiesto senza successo una penalità. Poi i primi 15 minuti sono passati senza grandi occasioni, anche se lo Young Ajax ha tenuto meglio. Diciassette minuti dopo, Jung avrebbe dovuto essere l’Ajax 0-1, dopo che Onuvar ha liberato Christian Helison davanti al portiere con un passaggio superbo. Tuttavia, l’islandese ha spinto la palla oltre la parte sbagliata del palo.

Quindi sembrava un’attesa 0-1, ma con il progredire del primo tempo, Telstar è cresciuto nel gioco. Ciò ha provocato un momento pericoloso su calcio d’angolo e un tiro di Rashan Fernandes prima che Telstar prendesse il comando. Il tiro di Dijkstra Cup dal limite dei sedici è stato bloccato da Calvin Ratsi che ha tenuto la rete in assenza di Jay Gorter e Charlie Sitford, ma sui rimbalzi il portiere non ha avuto possibilità di scommettere sul Rennes Smit.

Poco dopo, sembrava che fosse 2-0 quando il respiro di Smit poteva solo tirare in porta. Ma questa volta Ratsy aveva una risposta. Il portiere è uscito bene e così ha ridotto l’autogol e ha ridotto i danni a Jung Ajax. Ma il giovane Ajax ha perso il controllo del match e non ha avuto altre occasioni. Ciò è continuato fino alla fine del primo tempo. Attraverso Onufar ed Helenson, tra gli altri, le promesse di Amsterdam sono riuscite a ottenere una serie di tiri bloccati, ma non è diventato molto più pericoloso di così, con l’1-0 nel primo tempo.

READ  "Essere terzo è il limite per il Feyenoord"

Telstar ha avviato bene il secondo tempo e già nel primo minuto dell’intervallo ha avuto due occasioni per raddoppiare con un bel tiro di Giovanni (girato da Razzi) e un tentativo alle spalle del portiere Smit. Tuttavia, chiunque avesse sperato che sarebbe stato il segnale di partenza per un fantastico secondo tempo è rimasto deluso. Il gioco è stato interrotto regolarmente, lo Young Ajax non ha creato occasioni e Telstar non ha dovuto farlo.

A meno di quindici minuti dalla fine, si è ripetuta la prima grande occasione. Ancora una volta è stato Telstar a fare sul serio. Il subentrato Giuliano van Velzen avanza pericolosamente, ma nell’uno contro uno Razzi ha abbastanza per dare a Enrique Lansana l’opportunità di ribaltare la palla fuori linea.

A soli dieci minuti dalla fine, lo Young Ajax ha avuto la sua prima vera occasione nel secondo tempo, anche se è stata subito enorme. Il sostituto Gino Campani ha preso la palla contro il portiere Ronald Koeman Jr e non ha superato quest’ultimo. Sul rimbalzo, Helensson ha portato la palla in una posizione promettente, ma l’islandese ha anche sbagliato la sua seconda grande occasione della partita, colpendo la traversa.

Nella fase finale, Jung Ajax ha cercato di assicurarsi le cose a Telstar e ha anche messo sotto pressione la squadra. Tuttavia, le promesse di Amsterdam non erano molto serie e c’era molto spazio per Telstar durante l’epidemia. Poco prima, ha provocato un’enorme possibilità per il sostituto Glenor Plate, ma Ratsey ha effettuato un’eccellente parata nel suo difficile tentativo da distanza ravvicinata. Anche Fernandez ha avuto una grande occasione negli ultimi minuti, ma ancora una volta Razzi ha fatto a modo suo. Il giovane Ajax non aveva niente contro di lui, ma non ci guadagnavano più niente, quindi la partita finì 1-0.

READ  Sainz sull'alterco con Hamilton: "Un po' cattivo"

Configurazione SC Telstar:

Koman Jr. Tugarinov, Aktas, Miller; Zakir, Dijkstra (Akwe 63′), Van Dorm, Giovanni (Plett 63′), Fernandez; Flitter, dal nome (Van Velzen 63′).

SC Telstar alternative:

Al Wazzan, Pellet, Van Velzen, Gemmert, Dornbusch, Vandermoulen, Van de Loo, Akwe

I giovani dell’Ajax:

matto. van Gelderen, Lansana, Musamba, Saladino (Boss 61′); C. Fitz (Yah 61′), Wormerdam (Campagna 74′), Helenson; Martha (pannello 61′), Rasmussen, Onuvar.

Giovani alternative Ajax:

Torba di segale van der Sloot, Bass, Helen, Campanie, Yah, Artsen, Panell.

Obiettivi:

1-0 Reigns Smith (26 minuti)

Specifiche:

– Alla Telstar, Giovanni riesce ad esordire in competizione. Il brasiliano è affittato dall’Ajax per sei mesi e ha giocato le sue partite con la squadra di John Heitinga. Domenica incontrerà molti volti noti.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24