Turchia, Finlandia e Svezia stanno valutando l’adesione alla NATO | proprio adesso

I ministri degli esteri di Svezia e Finlandia si incontreranno sabato sera a Berlino con il loro omologo turco nel tentativo di chiarire l’aria sull’adesione dei due paesi alla NATO. La Turchia ha dato segnali contrastanti riguardo all’approvazione della sua richiesta.

La Turchia accusa la Finlandia, in particolare la Svezia, di ospitare il Partito dei lavoratori del Kurdistan (PKK), con il quale la Turchia è impegnata da decenni in una guerriglia. La Turchia, gli Stati Uniti e l’Unione Europea considerano il PKK un’organizzazione terroristica. Secondo la Turchia, il partito raccoglie fondi e recluta in Svezia e Finlandia.

Immediatamente al suo arrivo a Berlino, il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha criticato i paesi nordici. Ha descritto come “inaccettabile e oltraggioso” che i membri della NATO aspirino a sostenere il PKK.

La porta è ancora chiusa

Oggi, Ibrahim Kalin, portavoce del presidente turco Recep Tayyip Erdogan, ha affermato che la porta non è chiusa. Kalin, che è anche il principale consigliere per la politica estera di Erdogan, ha detto all’agenzia di stampa Reuters che la Turchia vuole negoziare una repressione delle attività “terroristiche”, in particolare a Stoccolma.

Erdogan ha dichiarato venerdì sera di non sostenere l’espansione della NATO per includere i due paesi.

Finlandia e Svezia vogliono unirsi all’alleanza militare in risposta all’attacco russo all’Ucraina. Tutti i 30 paesi della NATO devono dare il via libera per entrare a far parte dei nuovi membri.

READ  La polizia tedesca arresta una donna per avvelenamento di studenti

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24