Ufficiale: nessun test PCR per i viaggiatori vaccinati che entreranno in Spagna dal 7 giugno (aggiornamento)

Madrid – finalmente si può leggere ufficialmente sul sito Sito web SpTH.gob.es Deve essere compilato anche il modulo sanitario spagnolo con codice QR. Da lunedì 7 giugno, i viaggiatori vaccinati di tutti i paesi, inclusi Paesi Bassi e Belgio, non dovranno più sostenere un test PCR o TMA per entrare in Spagna se sono stati vaccinati almeno 14 giorni prima dell’arrivo.

Importante: leggi qui tutte le informazioni nella Gazzetta Ufficiale spagnola pubblicata sabato 5 giugno. Articolo: Importanti modifiche ai requisiti di Corona per entrare in Spagna dal 7 giugno.

a partire dal lunedì 7 giugno 2021 Tutti i viaggiatori che arrivano in aereo in Spagna da un paese/territorio a rischio di contrarre il coronavirus SARS-CoV-2 devono avere quanto segue:

un Mostra un certificato o un documento che confermi la vaccinazione contro il Cocid-19 (almeno 14 giorni prima dell’arrivo in Spagna) o un Certificazione negativa di un test diagnostico per infezione attiva (test PCR o TMA o test rapido dell’antigene) o A Certificato di recupero dopo aver contratto il Covid-19.

Questa prova può essere dimostrata attraverso il nuovo Certificato UE Digital Covid شهادة Nel caso di un paese dell’Unione Europea o documento giustificativo ufficiale وثيقة Dimostra che la persona è stata vaccinata contro il coronavirus, è risultata negativa o è già infetta ed è quindi protetta dal coronavirus, indipendentemente dal fatto che il viaggiatore provenga da un paese dell’UE o da un paese terzo (non UE).

Non vaccinato il Palazzo L’appartenenza alla stessa famiglia dei genitori vaccinati deve avere un Test PCR negativo Consegna che non deve superare le 48 ore. Bambini sotto i 6 anni Non è necessario fornire questi certificati o documenti giustificativi.

READ  Smascherare il crimine d'onore degli omosessuali (20) in Iran attraverso i social media

(testo ingleseEnglish Sito ufficiale: A partire dal 7 giugno 2021, tutti i passeggeri in arrivo da un paese/regione a rischio di contrarre SARS-CoV-2 devono presentare un certificato o un documento attestante la vaccinazione contro il COVID-19, un certificato negativo per un test di diagnosi di infezione attiva o un certificato di guarigione dopo aver superato questa malattia per entrare in Spagna. Può trattarsi di un Certificato Digitale Verde (GDC), nel caso dell’Unione Europea, o di un documento giustificativo per quelli sopra indicati, se il viaggiatore è arrivato da uno stato membro dell’UE o da un paese terzo. I bambini di età inferiore a 6 anni non sono tenuti a fornire questi certificati o documenti giustificativi.

forma sana

Finalmente c’è anche una risposta alla domanda se le persone che sono state vaccinate lo abbiano ancora forma sana Attraverso SpTH . sito web o un’app per smartphone. Questo è ed è tuttora obbligatorio per tutti, quindi Anche per i vaccinati Indipendentemente dalla nazionalità e dall’età.

In teoria, ogni passeggero che si reca in Spagna in aereo prima di salire su un aereo e poi dopo essere arrivato in aeroporto in Spagna deve mostrare un codice QR digitale che può essere generato tramite il sito web SpTH-gob.es. Puoi mostrarlo su carta (stampato) o sullo schermo di uno smartphone o tablet.

Qualche certificato di vaccinazione?

E molti lettori ora avranno la domanda, quale certificato di vaccinazione devo mostrare per poter entrare in Spagna. Quello che sappiamo al momento Questo articolo già descritto. Non ne sappiamo di più al momento.

Viaggiare dalla Spagna all’Olanda

Gli olandesi vaccinati possono recarsi in Spagna in aereo senza un test PCR, ma con un certificato sanitario completo (non è necessario il proprio mezzo di trasporto), il che è un’ottima notizia, ma… i Paesi Bassi hanno modificato i requisiti del volo di ritorno dal 1° giugno.

Passeggeri in arrivo da arancia Regione (e questa è tutta la Spagna tranne le Baleari e le Canarie perché è giallo) per viaggiare solo ora nei Paesi Bassi Un test della corona Per apparire, il Non ci sono volute più di 72 ore perché il test PCR arrivasse nei Paesi Bassi. Di conseguenza, il requisito per i test rapidi è terminato.

Si prega di notare i viaggiatori del trasporto privato: la novità per i Paesi Bassi (dal 1° giugno) è che l’obbligo del test PCR non si applica più solo ai passeggeri aerei e ai passeggeri di navi e traghetti, ma anche passeggeri del trasporto privato (auto, vagone, moto, ecc.). Pertanto, chiunque abbia 13 anni o più che si rechi nei Paesi Bassi dalla Spagna, indipendentemente dal mezzo di trasporto, deve sottoporsi a un test PCR non più di 72 ore prima di arrivare nei Paesi Bassi. Questo vale anche per le persone vaccinate che viaggiano nei Paesi Bassi dalla Spagna, tra gli altri. Nota: a partire dal 9 giugno, un test PCR negativo non è più obbligatorio fino a 72 ore prima dell’arrivo in Francia (anche su strada).

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24