Un avvocato di 31 anni uccide l’ex moglie davanti ai figli | All’estero

La polizia è stata chiamata martedì a casa del 31enne Anders Odegaard. Lì, gli agenti hanno trovato la sua ex moglie di 31 anni in una pozza di sangue nel corridoio. La donna era andata a prendere i suoi cinque figli a casa dell’ex marito. L’uomo, che all’epoca indossava solo biancheria intima, l’avrebbe aggredita.

Il loro figlio maggiore di nove anni è scappato di casa ed è riuscito a fermare un motociclista. Si dice che il ragazzo abbia detto all’uomo che la madre era a casa e sanguinava copiosamente. Il ragazzo gli avrebbe detto che credeva che sua madre fosse morta. Il motociclista ha chiesto al ragazzo che era ancora in casa, e il ragazzo ha risposto che suo padre era lì.

morte cerebrale

Si dice che il bambino di nove anni e suo fratello di un anno abbiano visto il padre aggredire la madre. Anche il loro fratellino di tre anni ha assistito all’attacco. Si dice che fosse tra le braccia di sua madre al momento dell’attacco. Si dice che altri due bambini fossero nell’auto della donna. La donna non respirava quando la polizia l’ha trovata con una grossa ferita alla testa. Successivamente è stata dichiarata morta in ospedale.

La polizia ha trovato l’uomo nella cucina di casa. C’era anche del sangue sopra il sopracciglio e tra i capelli. Quando la polizia gli ha chiesto cosa fosse successo, non ha potuto fare a meno di rispondere che non si sentiva bene. I bambini hanno detto alla polizia di aver già visto il padre con la forza nei confronti della madre.

La coppia era sposata da dieci anni prima di separarsi nel 2020.

READ  Sviluppo unico in Irlanda del Nord: il cattolico Sinn Fein vince le elezioni

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24