Un bambino in coma con Corona dopo che il nonno è “comportamento irresponsabile”


Corona minaccia non solo te stesso ma tutti quelli che ti circondano. Puoi anche considerare le loro precauzioni. La preoccupazione non è superflua. Lo dimostra ancora una volta la tragica vicenda del Belgio dove Amaury, due anni, è rimasto in coma per tre giorni nella provincia di Liegi dopo aver contratto il coronavirus. Il ragazzo è molto debole perché soffre di grave scarsità Sindrome CACNA1E. Suo nonno e suo fratello sono ora in terapia intensiva. Altre famiglie sono state infettate anche nel comune di Plumpier, che confina con la città olandese di Limburgo.

Amore è stato contagiato da Corona tramite suo nonno. Si è sentito male due settimane fa, ma il medico che ho consultato ha concluso che non aveva il corona. La madre del bambino ferito dice in HLN Quale dramma si è svolto dopo:

I problemi sono iniziati quando ha accidentalmente chiuso la sua casa. Poi venne da me, ma Amaury e io non eravamo in casa. Di solito sto sempre molto attento a chi lascio entrare. Soprattutto i pazienti non sono i benvenuti. Quando l’ho visto, l’ho subito messo in quarantena in una stanza. Il suo autotest in seguito si è rivelato positivo. Tuttavia, a differenza di me e mio figlio, è stato doppiamente vaccinato. Incolpo mio padre per essersi comportato in modo irresponsabile. Ad esempio, avrebbe potuto indossare una maschera per la bocca almeno a casa mia”.

Non c’era alcun contatto diretto tra il nonno e il nipote, ma il bambino era ancora infetto. Amore, che è nato quando è scoppiata l’epidemia, ha avuto la febbre alta. È stato portato in ospedale, dove è stato messo in coma per evitare che le sue condizioni peggiorassero.

READ  La Russia chiede garanzie alla Nato entro una settimana: 'la pazienza è finita'

copia nell’immagine: UNICEF Etiopia

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24