Un farmaco promettente che riduce significativamente la possibilità di infezione da corona

Sembra che le persone che ricevono una combinazione di due anticorpi a lunga durata d’azione costruiscano una buona protezione contro il Covid-19. Questa è una buona notizia per le persone che non rispondono adeguatamente alla vaccinazione contro il coronavirus.

Si tratta di un farmaco sviluppato presso il Vanderbilt University Hospital negli Stati Uniti per il quale AstraZeneca è autorizzato. L’azienda farmaceutica richiederà una licenza per il farmaco entro poche settimane. Di solito ci vogliono alcuni mesi per valutare una domanda del genere negli Stati Uniti.

I risultati del cosiddetto studio PROVENT mostrano che le persone che ricevono una combinazione di entrambi gli anticorpi hanno il 77% in meno di probabilità di sviluppare Covid rispetto alle persone che ricevono un placebo. Nel gruppo placebo, tre persone hanno contratto il COVID-19, due delle quali sono morte. Nessuno nel gruppo che ha ricevuto il nuovo farmaco si è ammalato gravemente.

I risultati dello studio sono stati condivisi da AstraZeneca in un comunicato stampa completo. Non esiste ancora una pubblicazione scientifica e i colleghi non hanno ancora valutato i risultati.

sofferenza latente

Lo studio è stato condotto in 87 diversi siti negli Stati Uniti, Regno Unito, Spagna, Francia e Belgio. Dei quasi 5.200 partecipanti allo studio, due terzi hanno ricevuto il nuovo farmaco e il resto ha ricevuto un placebo.

Risulta che le persone che hanno ricevuto anticorpi monoclonali a lunga durata d’azione avevano il 77% in meno di probabilità di sviluppare sintomi di Covid-19 rispetto a quelle trattate con un placebo. Tutti i sintomi immaginabili, compresi quelli minori, sono inclusi.

READ  La scienza è finalmente uscita: ecco come si calcola la forma di un uovo

Più di tre quarti del gruppo di ricerca aveva condizioni sottostanti, comprese condizioni che causano una ridotta risposta immunitaria dopo la vaccinazione. Più del 40% dei partecipanti allo studio aveva più di 60 anni.

approccio logico

L’immunologo Marjolein van Egmond di Amsterdam UMC ha familiarità con il disegno dello studio. Lei stessa è specializzata nell’applicazione di anticorpi. Van Egmond non si aspetta che appaiano battute d’arresto inaspettate. “Da un punto di vista biologico, questo è un approccio totalmente logico, è positivo che ora sembri funzionare”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24