Un mese di vacanza con tutti i tuoi colleghi, com’è?

perchè no? Così reagisce Paul Reijnierse, 36 anni, quando venerdì pomeriggio riceve a casa una domanda dalla collega Karin. Reijnierse è un imprenditore e fondatore di The Main Ingredient (TMI) ad Amsterdam, uno “studio di startup” che innova e sviluppa prodotti digitali come le app. Al tavolo dei drink del venerdì, Gijs, un altro collega, aveva appena raccontato che una volta era andato in vacanza d’affari in Australia per creare una startup. Lo scambio di conversazioni va rapidamente da “Mi sembra fantastico” a “Questo è davvero qualcosa sul nostro ufficio” a “Sto solo inviando una domanda a Paul”.

Reijnierse: „Abbiamo fatto la ricostruzione dopo: è stato davvero così facile? Ma sì, è quello che è successo davvero”.

14 ottobre

Tre giorni prima della partenza

L’idea è nata a marzo, ea ottobre tutti i tredici dipendenti di TMI si sono recati per quattro settimane in una villa sulle colline delle sfilate italiane. Lì lavoreranno su un nuovo importante prodotto. Le foto della proprietà, che di solito viene affittata come location per matrimoni, non mentono. Due piscine, campo da tennis, terrazza con divani, ampio salone. Due chef prepareranno il pasto ogni giorno. Tutti i colleghi hanno la propria camera o appartamento, in modo che la famiglia oi partner possano venire nei fine settimana. TMI ha stanziato 75.000 euro per questo viaggio.

Il fatto che Reijnierse abbia rapidamente accettato è perché il piano si adattava a ciò che lui e il suo socio in affari Nikaj avevano in mente da un anno e mezzo. Piuttosto che costruire principalmente prodotti con i clienti, come Tikkie per ABN Amro o Geldvinder per l’ente pensionistico APG, vuole lanciare prodotti più spesso da solo. “Si scopre che è difficile trovare concentrazione e tempo per quello qui in ufficio. Un’avventura italiana del genere mi sembra perfetta Rafforzare per fare quel cambiamento”, spiega, tre giorni prima della partenza.

Il team building è un altro motivo importante. “Sei nuove persone hanno iniziato qui durante il periodo di Corona, ma non siamo mai stati in ufficio contemporaneamente”.

TMI impiega tredici persone, la maggior parte delle quali tra i venti ei trent’anni. Due di loro hanno figli e tutti tranne due lavorano a tempo pieno. Tutti sono stati subito entusiasti di questo viaggio di lavoro di quattro settimane? Reijnierse: “Hai un gruppo di pazzi estroversi come me, a cui piace imbarcarsi in questo tipo di avventure tutto il tempo. Ma c’era anche un collega che diceva: non sono mai stato lontano dalla mia ragazza da più di una settimana. Devi prendere sul serio quella voce”.

E così Vimek Lina (29), COO di TMI, ha avuto una conversazione esplorativa con tutti. “Ha dimostrato che la privacy è un prerequisito; quindi niente stanze condivise. Alla fine tutti hanno detto di sì. Due dei suoi compagni di squadra vanno a casa e giù per una settimana nel frattempo, poi si uniscono alla squadra digitalmente durante la settimana. ”

READ  Campionati mondiali di ciclismo in Africa per la prima volta nel 2025 | sport

È stata subito entusiasta del piano. „Non per niente lavoro in un piccolo team. mi piace chiudere Per stare con i miei colleghi. Mi aspetto che sia un mese molto bello”.

Possono sorgere disaccordi, ma non dovresti averne paura

Lina responsabile delle operazioni

A proposito, Reijnierse ha probabilmente la situazione più difficile di sempre a casa: ha due figlie, 2 e 5, e la sua ragazza Lies è seriamente incinta al terzo posto.

Ha detto subito: Sì, avanti? “Beh, in realtà, sì. Mi dà questa avventura e quattro settimane possono essere controllate. Viene con i bambini durante le vacanze autunnali e le altre tre settimane può chiedere aiuto alla famiglia e agli amici. ”

Reijnierse scherza dicendo che probabilmente tornerà dall’Italia riposato. “Sono stato accanto al mio letto ogni giorno per cinque anni alle sei a causa di queste ragazze. Quindi non vedo l’ora di riposarmi finalmente, sì. “

A livello sociale? Un mese con i tuoi compagni in un posto, giorno e notte: suona come una ricetta per lo stress e il disagio. Fimke Lina: “È possibile che sorgano disaccordi, ma non dovresti averne paura. Offre anche l’opportunità di parlarne. ”

Ma se diventa troppo per una persona, chi esce con le porte che le chiudono? Lena: “Non riesco a immaginare che si sballi così tanto.”

Reijnierse non ha ancora preso in considerazione tale escalation. “Ma se si scopre che questo stile di pentola a pressione non funziona per te, potresti non essere adatto alla nostra azienda. Non mi importa se questa è la conclusione. Allora preferirei scoprirlo ora piuttosto che andare attraverso le cose insieme per tre anni.”

Infine: in una villa italiana affacciata su una vacanza perpetua, l’apertura minima per una bottiglia di vino giornaliera non è elevata. TMI ha ancora restrizioni su questo? “Oh. Oppure no”, dice Fimke Lina. “Nessuno lo ha suggerito come argomento di discussione, anche se siamo una squadra che ama bere qualcosa. Lo butto nel gruppo”.

4 novembre

Quasi tre settimane in Italia

Quando gli è stato chiesto come stava Paul Reigns alla Villa Italiana, ha dovuto ammettere che stava piovendo. “È un peccato per l’immagine, non è vero? Ma è per questo che abbiamo avuto un bel tempo. Ci sedevamo regolarmente intorno alla piscina con il nostro laptop”.

Reijnierse sembra più stanco al telefono che nella conversazione precedente. Dice che è troppo intenso. „Hai molte impressioni durante il giorno, sei lontano dalla tua famiglia. Soprattutto ora che il traguardo è in vista, tutti vogliono tornare a casa”.

READ  Il mercato azionario dovrebbe dare nuova vita a questo settore

Ci sono anche alcune cose che accadono a casa, dice Reijnierse. “Le bugie sono incinte e la nostra piccola ha deciso di combatterla, quindi non dorme un po’”. Trova difficile che la sua ragazza ora debba risolverlo da sola. “Allo stesso tempo, ne stavamo parlando: posso sentirmi in colpa per questo, ma non aiuta nessuno. Proviamo a pensare a soluzioni pratiche. Se i ragazzi, ad esempio, ora passano più tempo sull’iPad: va bene così.” .

Il personale è il componente principale della loro villa italiana. Quattro settimane di intensa collaborazione hanno portato a un prodotto che in precedenza richiedeva tre volte il tempo.
Foto di Roberto Massi

Lina sta bene. Non nota differenze di potenza. „La prima settimana tutti erano principalmente Gioia Riguardo al posto – È molto bello qui. Ora, nella terza settimana, tutti si sentono un po’ stanchi, ma c’è anche molto stress: dovrebbe essere finito in una settimana. Questo dà nuova energia e concentrazione”.

Lena stessa ama lavorare intensamente con i colleghi. Ad esempio, il primo fine settimana hanno organizzato una festa di Halloween in stile messicano, dove un collega gestiva un cocktail bar di margarita e l’altro preparava tacos per tutti. “Allora ti senti come se fossi lì con i tuoi amici, non i tuoi colleghi.”

È mai diventato troppo per lei? Sì è successo. “Dopo una giornata impegnativa, la mia testa era già piena. Con questo, due colleghi volevano avere un incontro strategico dopo cena. Poi ho avuto ErrorePerché in realtà non ci sta più. C’era anche una lacrima. Sì, è facile in un caso del genere”.

Il giorno dopo l’hanno riparato subito. “Abbiamo deciso: non faremo affari dopo cena. È meglio per tutti”.

E che fine ha fatto la politica sull’alcol? “Ne ho discusso, ma soprattutto ci sono state molte risate. Non credo che abbiamo necessariamente un’azienda che accetti regole rigide per le bevande”.

24 novembre

Una settimana e mezza a casa

La valutazione finale avrà luogo presso l’ufficio di The Main Ingredient ad Amsterdam. Paul Reigners e Lina Vimek sono seduti al grande tavolo da pranzo, in un posto di lavoro un po’ vuoto. “Quasi tutti si sono ammalati dopo l’Italia”, dice Reijnierse. “Dopo questo mese intenso, anche la normalità diventa un po’ un crollo”.

Lena: “Siamo tutti così tristi perché è tutto finito”.

Entrambi descrivono il viaggio in Italia come “un successo al cento per cento”. In termini di lavoro, ciò che avevano pianificato è stato raggiunto: il loro prodotto è stato finalizzato e utilizzabile per i clienti. Kinety è un’applicazione web in cui i team possono allineare obiettivi personali, strategia aziendale e obiettivi del proprio team.

READ  ITA vince la gara, il brand Alitalia continua

Anche TMI produceva tali prodotti prima, ma dopo ci sono volute almeno dodici settimane. Come si fa ad avere successo in Italia in un terzo del tempo? Lena: “Senti davvero l’urgenza: questo è il luogo e questo periodo di tempo in cui deve accadere. Poi vuoi farlo funzionare ancora di più”. L’uso efficiente del tempo significa che Reijnierse ritiene che valga oltre 75k dal punto di vista commerciale.

Come esperienza sociale, questo mese è stata un’avventura speciale, divertente ed emozionante, concordano entrambi. Hanno notato che le emozioni emergono più velocemente – al lavoro, ma anche in segreto. Reijnierse: “Una delle nostre colleghe ha avuto brutte notizie mediche su suo padre. L’ha sentita nel mezzo del gruppo e voleva andare a casa il prima possibile, quindi devi farlo”. nell’area appendere. Ha colpito tutti. Questo lo rende molto vicino”.

Nessuno si è arrabbiato o ha scoperto che lavorare in TMI non gli si addiceva. Ma ti accorgi in un luogo tale che le incertezze attuali diventano immediatamente visibili. lo faccio giusto? È questo il mio lavoro o il lavoro di qualcun altro? A causa della pressione sul bollitore, a volte può risultare più nitido o più diretto del necessario.”

Il vantaggio di una pentola a pressione è che le frustrazioni vengono affrontate immediatamente. “È bello: devi andare avanti. Quindi la mattina dopo discuti immediatamente come avresti fatto diversamente. Non ha mai portato a un conflitto duraturo. ”

Fimke Lina dice che la squadra è diventata un vero gruppo di amici. Questo è un buon segno? Reijnierse: “Ho un’avversione per la difficile separazione tra lavoro e vita privata. Dopotutto, tutto questo si influenza a vicenda. Il pericolo di essere troppo amichevoli con i tuoi colleghi potrebbe essere che non osi più scambiarti un’opinione. Non devi preoccuparti di questo con noi. Siamo tutti olandesi carini e schietti”, dice ridendo.

E cosa è successo a Paul e alla sua ragazza incinta? “Ho subito ricevuto più bugie che potevo quando sono tornato a casa, in modo che potesse riposare, riposare e riposare”.

Quindi la sua conclusione è stata: bella avventura, Paul, ma mai da ripetere? “Però ne ho colpito uno speciale con le bugie; in realtà supportano questo tipo di avventure, non importa quanto siano eccitati a volte”.

Per mantenere la propria privacy e gestibilità interna, Reijnierse non ha suggerito di fare questo viaggio di vacanza d’affari quattro volte l’anno. “Ma una volta all’anno… sì, perchè no? ”

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24