Utrecht gioca un ruolo centrale nella criminalità internazionale legata alla droga: cosa bisogna fare?

La criminalità legata alla droga è un problema a Utrecht da anni. Un problema che potrebbe non verificarsi sempre davanti agli occhi dei residenti di Utrecht, ma esiste. “Sono coinvolti miliardi e Utrecht sta soffrendo in modo invisibile”, ha scritto Peter Dean Odesten nella sua lettera di addio al consiglio comunale nel dicembre 2020, quando ha passato il testimone a Sharon Dixma.

“Mi sembra ragionevole che il consiglio comunale dia alla lotta alla criminalità organizzata in città una priorità più alta, e una priorità più alta di quanto non sia stata negli anni passati”, ha continuato. “Prendi questo problema sul serio. Assicurati che le reti criminali e i loro modelli di reddito siano interrotti. Non essere credulone”. Ora, tre quarti d’anno dopo, il sindaco Dijksma sta lanciando una potente offensiva volta a frenare il crimine della droga a Utrecht.

Il nuovo approccio ha due pilastri: garantire che i giovani vulnerabili di Utrecht non finiscano nel mondo della droga o continuino a crescere e che il denaro criminale non trovi la sua strada nel mondo superiore. Utrecht svolge un ruolo centrale nel traffico internazionale di droga. Come unico governo, dobbiamo muoverci con più vigore contro questo, anche se sarà una lotta di lunga durata”, afferma Dijksma. Nella nuova proposta, “stabilisci i confini, fornisci una prospettiva”, scrivi esattamente come dovrebbe essere questo approccio. Dijksma dice: Lo facciamo alla maniera di Utrecht.” “Rigorosamente contro i criminali che commettono un errore di proposito e con una mano amica per dare una prospettiva alle persone che vogliono uscirne”.

“Utrecht gioca un ruolo centrale nel traffico internazionale di droga” – Sindaco Sharon Dijksma

La proposta si basa su ricerche condotte dal comune, dalla polizia e da agenzie come il Pubblico Ministero, il Servizio di libertà vigilata e le autorità fiscali, nonché Rabobank e le associazioni abitative Portaal, Bo-Ex e Mitros. Lo studio fornisce un quadro chiaro della situazione a Utrecht. Il traffico di cocaina a Utrecht è particolarmente ampio. Nella sola città sembra che siano attive una cinquantina di organizzazioni criminali e in tutta la regione sono circa 150 di questo tipo di organizzazioni. Le reti criminali di Utrecht non si limitano ai confini territoriali, ma possono essere collegate a molti crimini altrove nei Paesi Bassi e oltre.

Il testo continua sotto l’immagine

Nel dicembre 2020, l’edificio degli avvocati penalisti a Utrecht, nel Maliban, è stato fucilato.

Il rapporto affermava che l’impatto del crimine della droga sulla città non poteva più essere ignorato. “La visibilità nella vita ‘normale’ è in aumento. ‘La violenza a volte è usata in pieno giorno'”. Dal 2019, a Utrecht si sono verificati almeno tredici bombardamenti di edifici, tra cui uno studio legale. Negli ultimi due anni si sono verificate sparatorie. Su quattro persone, lancia una granata sei volte e scopri molte aree di stoccaggio delle armi.

“L’impatto della criminalità sulla droga non può più essere ignorato”

scuola di rapina
Negli ultimi anni, un numero relativamente elevato di giovani di età inferiore ai 18 anni è stato arrestato a Utrecht per reati di droga. Si tratta di 25 eventi sospetti per 1000 abitanti. Dopo Amsterdam (32 per 1000 abitanti), questo è il maggior numero delle quattro città più grandi, Amsterdam, Rotterdam, L’Aia e Utrecht. Sono dodici i gruppi giovanili noti alla polizia di Utrecht, composti da circa 125 giovani. In sei dei gruppi giovanili, la polizia vede chiaramente collegamenti con criminali più seri, come attentatori e spacciatori di droga. Secondo la polizia, è caratteristico che i gruppi cambino costantemente in termini di composizione, dimensione e interrelazioni.

READ  Polizia Nazionale Alfa Romeo Giulia 2000, veto italiano e introduzione al rapporto

Il testo continua sotto l’immagine

Nel 2020, la polizia ha sventato una rapina al bancomat in un supermercato a Smaragdplein.

Inoltre, sembra che un folto gruppo di giovani di Utrecht stia guadagnando denaro e prestigio nel mondo della droga conducendo raid ed esplosivi. L’anno scorso a Utrecht è stata scoperta un’altra “scuola di scrocconi”. I ragazzini sono stati addestrati a fabbricare esplosivi dentro e fuori. Sembra che molti fabbricanti di bombe attivi a livello internazionale provengano da Utrecht: nel 2019, 77 ladri sono stati arrestati in tutti i Paesi Bassi. Trenta di loro provengono da Utrecht, la maggior parte da Overfacht, Kanaliland e Hografen.

lavori criminali
Ora che la situazione a Utrecht è chiara, è tempo di considerare cosa dovrebbe cambiare il comune. Una parte del piano è rompere i lavori criminali. Alcuni giovani scelgono consapevolmente soldi veloci e azioni criminali, altri sono manipolati e una volta entrati è difficile per loro uscire di nuovo dal ring. Anche i giovani con disabilità intellettiva lieve hanno maggiori probabilità di essere reclutati. “I giovani sono sottilmente coinvolti nella criminalità, nei loro quartieri o attraverso la scuola. Viene presentata l’immagine che gli spacciatori di droga sono in realtà solo contrabbandieri che prestano servizio ai clienti”, afferma Dijksma. “È preoccupante quando si crea l’immagine che il crimine è normale. Ecco perché vogliamo fermare il terreno fertile per le organizzazioni criminali”.

“I giovani sono sottilmente coinvolti nella criminalità, nei loro quartieri o attraverso la scuola” – Sindaco Sharon Dijksma

Nella regione di Utrecht sono già in atto vari programmi per prevenire la crescita della criminalità giovanile legata alla droga e contrastare i ragazzi pesanti. Tuttavia, il rapporto mostra che attualmente c’è poco interesse collettivo nel gruppo di mezzo: coloro che promuovono i crimini legati alla droga. Molto spesso si tratta di giovani tra i 16 ei 27 anni che mostrano comportamenti criminali, ma non rientrano nella categoria più pericolosa. “A questo gruppo deve essere impedito di approfondire il crimine, con tutte le conseguenze che ciò comporta”.

READ  Il palazzo in rovina di Sursock a Beirut vuole riaprire come museo

Per loro, un “lavoro di prestigio” può essere un’alternativa a una vita criminale. Pertanto, il comune sta valutando la possibilità di istituire tali luoghi di formazione e formazione. “È importante che questi luoghi e posti di lavoro abbiano un aspetto attraente e siano visti come una reale alternativa per fare soldi con la criminalità legata alla droga”, afferma il rapporto. Altrove nel paese, è stato riportato successo in formazione e lavori come “barista”, “lavoro in altezza” e “subacqueo professionista”. Viene anche esaminato se i job coach possono guidare i giovani motivati ​​e metterli in contatto con i datori di lavoro. Per il gruppo giovanile difficile da raggiungere, il comune vuole lavorare con “messaggeri fidati”, persone che hanno lasciato loro stesse la criminalità e hanno il potere di consentire ai giovani di fare scelte diverse.

“Bisogna impedire a questo gruppo di commettere crimini” – Sindaco Sharon Dijksma

flussi di denaro criminale
Non solo il traffico di cocaina della città porta a molte violenze di strada. Anche i flussi di denaro criminali ad esso associati causano problemi. Miliardi vengono spesi nel traffico di droga e nella relativa economia e gli agenti di polizia locale a Utrecht vedono alleanze criminali con i membri della famiglia. I giovani di quelle famiglie commettono crimini per strada, mentre i parenti più anziani si concentrano sul riciclaggio di denaro criminale. Spesso usano una o più società per questo. Secondo il rapporto, i settori vulnerabili al riciclaggio di denaro includono servizi di corriere, ospitalità, parrucchieri, saloni di bellezza, società di assistenza sanitaria, società di proprietà in affitto, fabbri e aziende automobilistiche.

Il testo continua sotto l’immagine

Foto d’archivio Amsterdamsestraatweg

La Procura di Stato, la polizia, il Dipartimento delle tasse e delle dogane stanno già lavorando insieme per smantellare gli imprenditori malintenzionati e altri che facilitano la criminalità legata alla droga, ma il comune vuole avere una visione migliore del modello di entrate criminali e dove finisce il denaro una città. “Non ci illudiamo di poter penetrare nell’economia (internazionale) della droga. Tuttavia, vogliamo erigere barriere con i nostri partner per interrompere l’economia sommersa a livello locale e quindi ridurre l’attrattiva del traffico di droga come modello di reddito per i residenti del nostro città”, secondo il comune.

“Non ci illudiamo di poter penetrare nell’economia (internazionale) della droga – il comune di Utrecht

Per sapere meglio dove finisce il denaro criminale, il comune deve conoscere le persone, le unioni e le famiglie criminali che svolgono un ruolo a Utrecht. In concreto, il comune vuole maggiori informazioni sui settori in cui vengono gestite grandi quantità di denaro contante, come gli uffici di trasferimento di denaro, la vendita al dettaglio e le piccole imprese di servizi con “modelli di reddito discutibili”. Da evidenziare anche l’abuso della costruzione immobiliare.

READ  Attenzione ai deliziosi cocktail alle fiere

In collaborazione con Rabobank, il comune sta avviando un progetto pilota in cui le informazioni vengono condivise “all’interno di quadri legali definiti” sui rischi minacciosi, come i settori sensibili al riciclaggio di denaro. In questo modo il comune vuole chiarire quali settori sono pagati molto in contanti e in quali settori spesso esiste un sorprendente sistema di pagamento internazionale. Se un determinato settore emerge con forza dall’esperienza, il comune può, ad esempio, decidere di assoggettarlo ad autorizzazione. Le banche possono anche indagare ulteriormente sui clienti attivi in ​​quei settori, in modo da impedire ai fondi criminali di raggiungere il mondo superiore tramite le banche.

Fondi strutturali necessari
Sono necessari più soldi e persone per attuare i piani. Il comune vuole fondi strutturali per mantenere la città “vivibile e sicura”. “Senza il rafforzamento delle capacità all’interno di quasi tutte le organizzazioni coinvolte, nei prossimi anni non sarà possibile un’attuazione congiunta per combattere gli effetti dirompenti della criminalità legata alla droga a Utrecht. La capacità della polizia, del pubblico ministero, del dipartimento di sorveglianza e di tutti altre organizzazioni coinvolte nella sicurezza e nella sfera sociale, ad esempio, sono soggette a già grandi pressioni senza intensificare l’approccio”, afferma il comune.

Quindi Utrecht incontra il governo centrale per vedere cosa è possibile in termini di risorse strutturali. “Nei prossimi mesi, lavoreremo con i partner pertinenti su un programma di attuazione che fornisca una visione il più completa possibile di ciò che è necessario per questo approccio pluriennale. Lo sforzo congiunto è quello di rafforzare l’intera catena, dal lavoro giovanile al Il principio alla base è che il governo deve essere flessibile nella lotta alle conseguenze dei crimini legati alla droga, solo perché anche i criminali lo sono.

“Lo sforzo congiunto è quello di rafforzare l’intera catena” – Sindaco Sharon Dijksma

Una nota di bilancio presentata la scorsa settimana mostra che il governo uscente sta stanziando più di 500 milioni di euro aggiuntivi per la sicurezza. Parte di questo è affrontare la criminalità dirompente. In risposta al Prinsjesdag, i sindaci regionali, il pubblico ministero e la polizia hanno affermato che si tratta di un passo importante, ma non sufficiente. Per “rafforzare in modo permanente le basi delle organizzazioni della filiera della giustizia penale”, chiedono la formazione del nuovo governo che metta a disposizione almeno 1 miliardo di euro su base strutturale.


We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24