Vedova francese decapitata (77): “La polizia ha trovato una scena orribile” | All’estero

L’insegnante in pensione è stata assassinata mercoledì scorso nella sua casa. I vicini non se ne sono accorti, è stato suo figlio a dare l’allarme. Vive nella zona di Parigi e chiama sua madre ogni giorno. Quando mercoledì non ha risposto e ha visto un disordine nelle foto della telecamera di sicurezza di casa sua, che poteva guardare da lontano, ha chiamato i vigili del fuoco.

“Testa sul tavolo della cucina”

I soccorsi sono intervenuti intorno alle 21,30. Hanno trovato il corpo senza vita della donna. E il sito francese Acto ha parlato di una “scena terrificante”: “La maestra in pensione, vedova da due anni, è stata gettata in un mare di sangue, accoltellata e decapitata, e la sua testa era sul tavolo della cucina”.

Secondo i vicini, Evelyne K. era un tipo gentile, socievole e prudente, che usciva poco e di certo non apriva la porta a uno sconosciuto. Quando sono arrivati ​​i vigili del fuoco, il cancello di casa sua e la porta d’ingresso sono stati aperti. Presto la polizia ipotizzò che l’omicidio fosse stato commesso da un conoscente, perché l’insegnante aveva aperto la porta a questa persona.

Un uomo con la bocca coperta nelle foto di sorveglianza

Le immagini rilasciate dalla sua telecamera di sicurezza mostrano come un uomo che indossava una maschera e un sacchetto di plastica in mano fosse entrato con Evelyn mercoledì sera. L’ha pugnalata alla schiena, picchiata e alla fine l’ha decapitata con un enorme coltello da macellaio. La 77enne ha resistito al suo aggressore, ma non è riuscita a picchiarlo.

A casa sua, dove sono state trovate tracce di un grave conflitto, la polizia ha scoperto che la sua carta di credito era stata smarrita. Poi il suo account è stato monitorato. Giovedì sera qualcuno ha portato con sé 1.000 euro da un bancomat ad Ajdda, dove è stato filmato da una telecamera di sicurezza. Era la stessa persona che è venuta mercoledì. È stato arrestato in una casa nel vicino villaggio di Fiyas.

READ  Sette parenti curdi uccisi in Turchia

Trasformazione da pugile esperto

Il 51enne, ex pugile, ha dovuto interrompere la sua attività sportiva dopo aver subito un’emorragia cerebrale. Da allora, ha fatto quadrare i conti con piccoli lavori con amici e conoscenti, tra cui Evelyn K. Si dice che l’uomo soffra dai suoi problemi di salute e dalla recente partenza della moglie. Non ha ancora detto alla polizia perché l’insegnante in pensione è stato brutalmente assassinato. Gli investigatori sospettano che sia venuto mercoledì sera a chiedere soldi e lei si è rifiutata.

Prima della commemorazione dell’insegnante Samuel Baty, decapitato da un jihadista il 16 ottobre 2020, era stato escluso un atto terroristico.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24