Viaggio studio in Italia per giovani di orticoltura Oostland

Lo scorso fine settimana è tornata l’ora del viaggio di ispezione annuale di Tuinbouw Jeugd Oostland. Giovedì scorso 21 giovani che lavoravano/studiavano in orticoltura si sono imbarcati su un volo per Roma, in Italia. In Italia è stata visitata l’area orticola intorno a Latina.

Bayer Crop Science Srl
La prima visita dell’azienda a Bayer Crop Science era prevista per venerdì mattina. Qui è stata data loro una presentazione e un tour dello spazio di ricerca e sviluppo. In questo luogo si coltivano pomodori, peperoni, finocchi e angurie. Dopo una presentazione sostanziosa, è seguito un lungo tour. Ai giovani è stato mostrato l’intero processo di allevamento dalle varie serre dove vengono effettuate le prove fino alla zona di lavorazione per la pulitura dei semi. Nelle serre è stato mostrato loro come impollinare i meloni, prendere marcatori per la propagazione della resistenza e conservare i semi per l’incrocio o la selezione delle piante. A differenza dei Paesi Bassi, questo luogo viene coltivato in serre di alluminio con tecnologia meno avanzata. Tuttavia, tutti sono soggetti a rigorose misure igieniche.

Selezionane uno
Dopo un delizioso pranzo italiano al Bayer, si sono diretti verso Selecta One. Dalle verdure alla floricoltura. Ma mentre entrambe le aziende prendono sul serio l’allevamento, la grande domanda è: quali sono le principali differenze tra l’allevamento di ortaggi e la floricoltura?
Selecta One svolge un ruolo chiave nel fornire floricoltura, allevamento e coltivatori con i propri marchi e concetti per i loro prodotti.

Selecta One ha uffici in tutto il mondo. Anche qui gli studenti sono stati informati dell’istituto e della sua storia. All’arrivo, c’erano stelle di Natale dappertutto e vari crisantemi bulbosi e mandevilla nei giardini all’aperto. È interessante notare che in questa posizione era presente una nuova caldaia a biomassa. Anche in Italia si cercano più alternative per il fabbisogno energetico.

READ  "Creare regole corona è diverso qui che nei Paesi Bassi"

Ordolanda Borgo Grappa
Dopo una prima giornata di grande successo, sabato è arrivato il momento di visitare due case di produzione, a cominciare da Artolanda Borgo Grappa. L’azienda, che ha radici olandesi, si concentra interamente sulla coltivazione del ravanello. Milioni di ravanelli vengono coltivati ​​qui durante tutto l’anno per il mercato italiano. A causa del breve tempo di coltivazione, i ravanelli vengono coltivati ​​fino a 7 round all’anno. Nel sito di produzione, il prodotto viene coltivato, raccolto, lavato e confezionato, dopodiché può essere trasportato.
I ravanelli sono confezionati in diverse tipologie di confezionamento, da mazzi da 10 a confezionati singolarmente in buste o flow bag. C’è stata una piccola degustazione durante il tour e si è potuto notare che l’irraggiamento del sole in Italia ha avuto un chiaro effetto sulla piccantezza del ravanello.

Florovivaistica Saracino
L’ultima azienda orticola sul tavolo è Saracino. Questa azienda di piante in vaso coltiva una varietà di piante in vaso e piante da aiuola in primavera su 30 ettari. Negli ultimi anni, l’azienda è diventata uno dei più grandi attori del mercato italiano delle piante da vaso. Oltre alla coltivazione, hanno anche il proprio denaro contante per il mercato locale. Qui vendono i propri prodotti e prodotti di terzi, comprese piante in vaso di origine olandese. Questo perché l’azienda invia 9 camion nei Paesi Bassi ogni settimana per scambiare prodotti attraverso l’asta dei fiori. Durante la visita le serre sono state per lo più riempite di Stelle di Natale e Ciclamini. Nei Paesi Bassi ci concentriamo principalmente su m2, velocità di rotazione e numero di piante con efficienza, qui lavoriamo principalmente in modo tradizionale, dove alle piante viene dato spazio per crescere e fiorire.

READ  Huub van Noorden è arrivato 9° ai Campionati del Mondo di Skyrunning in Italia

Degustazione di vini
I giovani hanno concluso sabato con un’attività a sorpresa: un pranzo italiano con degustazione di vini. Mentre si gustava uno spuntino italiano e lasagne, i vini locali sono stati degustati e si è insegnato a degustare e giudicare il vino. Soprattutto una funzione molto bella. Un bell’effetto collaterale è che il proprietario è un viticoltore e un amante dei cactus. Quindi un tour bonus della collezione privata era inevitabile.

Il sabato sera e la domenica mattina sono stati dominati dalla cultura e dal comfort. Con un pernottamento nel centro di Roma, la città storica è stata esplorata a volo d’uccello e i punti salienti sono stati rapidamente individuati.

“Possiamo guardare indietro a un viaggio di ricerca di grande successo. Abbiamo acquisito molte conoscenze sull’orticoltura in Italia, dalla riproduzione alla produzione. Le aziende in Italia dimostrano che stanno affrontando le stesse sfide che conosciamo nei Paesi Bassi. Per il personale qualificato, le malattie e controllo dei parassiti, ma anche energia attraverso la ricerca di fonti di calore più sostenibili Migliorare la governance”, affermano i giovani entusiasti.

Per ulteriori informazioni su Horticultural Youth Ostland:
Orticoltura Eastland Youth
www.tuinbouwtoekomst.nl
[email protected]

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24