Virologo Osterhaus: i bambini della scuola primaria vengono testati molto | interni

Spesso prendono il virus a scuola o all’asilo, secondo i dati settimanali dell’Istituto nazionale di sanità pubblica e ambiente (RIVM). Osterhaus ha affermato che i bambini infetti non si ammalano da soli e hanno meno probabilità di trasmettere il virus agli adulti, ad esempio, “ma ciò non significa che non lo trasmettano affatto”.

Capisce che il governo dovrebbe includere l’importanza di un’istruzione di qualità per i bambini nel processo decisionale sulle regole nelle scuole. “Ma come virologo, ovviamente sarebbe meglio mandare a casa l’intera classe nel caso in cui prendi una singola infezione. Se poi scegli di non farlo, dovrebbe essere scontato che i tuoi figli verranno testati più spesso. Ad esempio, l’autotest. Ogni mattina”.

Per ora, il consiglio è che nessun bambino dell’istruzione primaria debba fare l’autotest per Corona. Osterhaus comprende che non è facile organizzare questo per le scuole e i genitori, “ma il principio è che si selezionano i casi positivi con il test. Questo vale per tutti i gruppi di popolazione e per tutte le età”.

Rilassare

Il governo intende rilassare di più le cose. Ad esempio, dal 25 settembre verrà emanata la regola dei 1,5 metri e i club potranno riaprire, anche se fino a mezzanotte. Rilassarsi significa aumentare il rischio di infezione, ha detto Osterhaus, ma data la campagna di vaccinazione non sarà così fuori controllo come l’anno scorso.

La domanda rimane: gli ospedali possono affrontarlo? Sono preoccupato per questo, ma soprattutto perché è probabile che ci sia un’ondata di influenza”. L’influenza ha già travolto gli ospedali anche senza corona. L’anno scorso non c’è stata un’ondata di influenza a causa delle misure della corona. Osterhaus: “Di solito vediamo dopo un anno influenzale” Debole “L’anno successivo è sempre duro. Quindi consiglierei a chiunque sia tenuto a fare un vaccino antinfluenzale. Ora è più importante che mai”.

READ  L'acqua di disgelo dell'Himalaya fornisce da bere a milioni di persone

La metà dei bambini è stata vaccinata

Più di 16.000 minori hanno ricevuto la prima iniezione contro il virus Corona la scorsa settimana. Di tutti i giovani nati tra il 2004 e il 2009 idonei alla vaccinazione, il 51 per cento aveva ricevuto almeno un’iniezione. La scorsa settimana era del 49%.

Il numero delle vaccinazioni non è aumentato di recente. In totale, la scorsa settimana sono stati effettuati quasi 127.000 round, secondo i dati settimanali dell’Istituto nazionale di sanità pubblica e ambiente (RIVM). Si tratta del numero più basso dalla settimana dal 18 al 24 gennaio, proprio all’inizio della campagna vaccinale.

Non c’è più entusiasmo, soprattutto tra gli anziani, la maggior parte dei quali si è già fatta un’iniezione. Nell’ultima settimana, 27 persone di età pari o superiore a 91 anni hanno ricevuto un primo colpo e 33 un secondo.

Il tasso di vaccinazione tra gli adulti è ora quasi dell’82%. Se sono stati inclusi anche i bambini di età pari o superiore a 12 anni, il 79% di tutti i soggetti ha terminato l’immunizzazione.

Da gennaio, finora sono state vaccinate quasi 12,7 milioni di persone. Quasi 10,6 milioni di loro hanno ricevuto un secondo colpo. Le persone che hanno ricevuto il vaccino Janssen devono essere vaccinate una sola volta. Le persone che si sono riprese da un’infezione da corona nei sei mesi precedenti l’iniezione possono scegliere un’iniezione invece di due.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24