Wijnaldum si è fatto un altro nome come allenatore della nazionale, ma è contento di Van Gaal

giovedì 22 luglio 2021 alle 21:22
Jeroen van Poppel• Ultimo aggiornamento: 21:45

Georginio Wijnaldum non vede l’ora di lavorare con Louis van Gaal e Henk Fraser nella squadra nazionale olandese. Con lui parla il centrocampista trentenne, che quest’estate ha iniziato a lavorare al PSG telegrafo Ha ammesso di aver proposto un nome diverso da allenatore della nazionale. “Ma quando dai il nome a qualcuno, non significa che non vuoi qualcun altro”, ha detto Wijnaldum.

Wijnaldum saluta Van Gaal come il nuovo allenatore della nazionale Orange. “Ho letto che sarei contrario al suo arrivo, ma non è vero”, ha detto il vice capitano olandese. “Ho lavorato bene con Mr. Van Gaal prima e durante la Coppa del Mondo 2014. Ha dimostrato di essere un buon allenatore in molti top club. Penso che possa far avanzare la nazionale olandese”.

Wijnaldum ha ottimi ricordi della sua precedente collaborazione con Van Gaal. “Adoro com’è stato. Da un lato, molto severo e diretto, ma dall’altro ci ha anche dato molta libertà. È stato fantastico. La nostra famiglia ha avuto il permesso di venire in hotel di tanto in tanto. In più la prestazione di quell’essere umano è molto importante, e penso che sia grandiosa”. Ha anche indicato più volte in Coppa del Mondo di non aver visto bene le cose durante la partita, e dopo aver analizzato le foto si è trovato d’accordo con noi”.

Wijnaldum è anche felice di assumere Fraser, uno dei luogotenenti di Van Gaal. “Henk è una persona e ha la capacità di colpire i ragazzi”, ha detto l’esperto centrocampista, che non crede che le origini del Suriname di Frazer abbiano avuto un ruolo. “Non guardo al bianconero, ma alla qualità. Ho potuto lavorare con lui nelle giovanili del Feyenoord e l’ho vissuto molto piacevolmente. Penso che Henk sia un professionista e penso che il suo metodo funzioni con la squadra”.

READ  Sport Court: l'allenatore della nazionale Borkelmans e la sua assistente Nellis lasciano la Giordania | sport

A Wijnaldum viene anche chiesto di ripensare al deludente Campionato Europeo, in cui la Repubblica Ceca è stata troppo forte per gli arancioni nell’ottava finale. “Nel momento in cui abbiamo visto le foto della Repubblica Ceca sapevamo già che sarebbe stato più difficile di quanto tutti in Olanda pensassero. Il caldo era una cosa, ma anche i cechi ne hanno sofferto. Dieci uomini sono stati messi fuori (dopo un rosso card di Matthijs de Ligt, editore) non abbiamo giocato Bene, ma abbiamo avuto la sensazione che alla fine della partita ci saranno spazi e quindi opportunità, perché la Repubblica Ceca ha molta energia. , però, non è più importante.”


We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24