Home Attualità Scoprire la Basilicata: le meraviglie, i sapori, i misteri, i colori

Scoprire la Basilicata: le meraviglie, i sapori, i misteri, i colori

626
SHARE
Basilicata-Matera

Avete già in mente dove trascorrere le vacanze estive? Che ne dite di lasciarvi catturare dai colori, dai suoni, dai profumi, dalle varietà dei paesaggi incontaminati e dai sapori genuini della meravigliosa e misteriosa Basilicata.

Questa regione detta anche Lucania dell’Italia Meridionale, compresa tra Puglia, Campania e Calabria, bagnata per un breve tratto dal Tirreno (fra Sapri e Scalea) e dallo Ionio (fra Nova Siri e Metaponto), è adatta a soddisfare qualsiasi esigenza turistica. Che si sia amante del mare o della montagna, della natura o della città, sportivo o appassionato di arte oppure architettura.

Vanto della Basilicata, la magica e antica Matera, nota come la “città dei sassi” e dichiarata Patrimonio dell’Unesco dal 1993. Visitata da artisti e poeti che ne sono rimasti profondamente colpiti: “Nelle grotte dei Sassi si cela la capitale dei contadini, il cuore nascosto della loro antica civiltà. Chiunque veda Matera non può non restarne colpito tanto è espressiva e toccante la sua dolente bellezza” (Carlo Levi).

Basilicata

Una città scavata nella roccia con vicoli e scalini, grotte e palazzi signorili, chiese e case popolari, unica nel suo genere e che per la sua peculiarità è stata scelta da diversi registi come set cinematografico per i loro film tra i quali “ Il Vangelo secondo San Matteo” di Pier Paolo Pasolini e “La Passione” di Mel Gibson.
Metaponto, una delle più antiche città della Magna Grecia, è una chicca per gli appassionati di archeologia. Da vedere il Museo Archeologico, le Tavole Palatine, ovvero 15 colonne doriche resti del tempio di Hera, il teatro, l’agorà cittadina, la necropoli.

Per gli amanti della natura è invece d’obbligo una visita al Parco Nazionale del Pollino, il più grande d’Italia e patrimonio dell’umanità dal 2015. Si possono praticare numerose attività come il rafting, l’escursionismo, il torrentismo, l’alpinismo e anche lo sci di fondo grazie anche ai nevai stagionali che si formano frequentemente sulle cime più alte del Monte Pollino. Il parco gode della presenza di molti animali tra cui la volpe, il capriolo, la lepre, l’aquila reale e il falco pellegrino. Raro incontrare il lupo, ma la sua presenza è rivelata dalle orme lasciate sulla neve fresca.

Località turistica molto frequentata sulla costa ionica della Lucania è Policoro, con le sue grandi spiagge sabbiose e acque cristalline dove è facile imbattersi in qualche splendido esemplare di tartaruga marina. Anche quelle bagnate dal Mar Tirreno della Basilicata sono spettacolari e suggestive come Maratea, Acquafredda e Fiumicello, riconosciute a livello internazionale e da tempo per il loro mare limpido e trasparente, Bandiera Blu.

Un meraviglioso territorio che suscita stupore e meraviglia, ancora tutto da scoprire!

Rispondi