A causa di Corona, Roglic appare con la squadra riserve in Italia

Lo stesso Primoz Roglic sembrava in buona forma giovedì durante una conferenza stampa online. La sala in cui sedeva lo sloveno per l'occasione somigliava a quelle vuote in cui il presidente russo Vladimir Putin riceve solitamente i suoi ospiti. Meno il lungo tavolo.

Il Covid era lontano dal vulcano dell’isola canaria di Tenerife, dove Roglic si trova da tre settimane. Ma Roglic era appena tornato nell'Europa continentale quando gli fu detto che Tobias Vos e Robert Gesink erano stati eliminati dalla squadra del Giro. Entrambi i corridori si sono ritirati dal Tour de Romandie la scorsa settimana ed entrambi sono risultati positivi al coronavirus.

Il norvegese Vos è un pilota da corsa per eccellenza, poiché è il campione del Wollongong World Trial Racing Championship 2022. L'olandese Gesink è un veterano di numerosi grandi giri. Vos e Gesink sono stati sostituiti da José van Emden e Rohan Dennis. Giovedì anche Van Emden si è dato malato. Ha guidato anche in Svizzera romanda. È così che è finita nella squadra del Giro la terza riserva Sam Ommen.

Nemmeno Kelderman

A Jumbo-Visma generalmente piace un layout ordinato. Tuttavia, il direttore sportivo Meren Zeman ha dovuto sostituire metà della rosa del Giro in meno di un mese. All'inizio di aprile anche Wilko Kelderman è stato escluso dalla selezione. Kelderman si è schiantato alla Tirreno-Adriatico a marzo e ha saltato diverse settimane di allenamento. La squadra non si fidava di lui e il 7 aprile, un mese prima della partenza del Giro, si decise che l'americano Sepp Kuss avrebbe preso il posto di Kelderman.

Roglic trova tutto questo fastidioso? “Non è l'ideale, e sicuramente non è quello che volevo che accadesse”, ha detto. “Ma se sei malato o malato, non potrai esibirti ai massimi livelli. Sono contento di chiunque sia qui.”

Roglic alzò leggermente le spalle. “Per me non ci sono molti cambiamenti, sto facendo quello che devo, darò il massimo e questo vale anche per i miei compagni. Naturalmente ora bisognerà inventare altre strategie. Tutti i piloti hanno le loro Non si può paragonare Vos a Gesink e Omen les van Emden.

Tutti ormai danno per scontato che questo girone d'Italia sarà una battaglia tra Primoz Roglic e Remco Evenepoel. “Evenepoel è sicuramente uno dei corridori più forti al via. Ha vinto la Liegi-Bastogne-Liegi, il che dimostra che è in buona forma. Lo avete analizzato? È semplice: per batterlo devo essere un po' più veloce” di lui al traguardo. Questa non è scienza missilistica.

READ  Mercoledì 2 aprile, 14:00 Conferenza stampa: Feyenoord x Mediamarkt

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24