Alfa Romeo Berlina con il cuore pulsante del Busso V6

“In realtà è un'auto da corsa, ma con bellissimi interni”, così Seger de Haan (34) riassume brevemente la sua ultima creazione. E va detto: quando ci troviamo faccia a faccia con la berlina rosso brillante (colore Porsche Carmen Rote), non possiamo fare a meno di essere d'accordo. Dall'esterno sembra molto seria, senza parafanghi e con la carrozzeria bassa Squadra, ma all'interno è comoda: sedili anteriori riscaldati e regolabili elettricamente dell'Alfa 166, aria condizionata, servosterzo… Questa è forse la migliore Berlina mai costruita. Seager non lo ha fatto dall'oggi al domani, perché tutto doveva essere perfetto, fino all'ultimo chiodo. “Soprattutto lo scarico degli spaghetti era un grande mistero!”, afferma Achterhocker.

Seager de Haan con la sua Alfa Romeo Berlina 3000.

Fortunatamente, aveva già acquisito abbastanza esperienza. Mentre da adolescenti gli altri ragazzi armeggiavano con le loro motociclette, all'età di quindici anni lui prese casualmente in mano una Porsche 928. “Apparteneva a mio zio, ma non era più nelle migliori condizioni. “Ecco perché l'ho smontato per utilizzare parti come il blocco motore e il cambio per far funzionare di nuovo bene altre due 928.” Anche se Seger ha svolto questo lavoro sotto la sua guida sotto la supervisione dello zio, Il tono era ormai fatto: dopo il liceo iniziò a studiare per diventare meccanico d'auto. Neanche un attimo troppo presto, perché aveva già completato la sua prima Alfa Romeo Giulia. “Accanto e davanti a quella 928, mio ​​zio guidava due Alfa Romeo: la Giulia e la Brilliana. Aveva nel suo capannone anche una bellissima Giulia 1600 Spyder della serie 101, con motore 1750cc. Ciò ha accresciuto il mio amore per il marchio italiano. Ho posseduto diverse BMW E36, Bertone Junior, 916 GTV 3.0-24V, Berlina e alcune Giulia. La prima Giulia l'ho comprata – ovviamente – da mio zio. Come kit di pezzi di ricambio, perché la carrozzeria era tutta arrugginita. Quindi abbiamo iniziato a cercare il corpo. L'abbiamo trovato nel pollaio della casa del chirurgo ad Apeldoorn. La pagai all'epoca 310€ quindi cominciai a restaurare la mia prima Giulia quando avevo 16 anni. Ho preso la patente di guida accelerata e ho percorso anche il mio primo chilometro legale con la mia Giulia Super rossa, restaurata, ridotta e senza incidenti, con motore da due litri! Pochi mesi dopo aver terminato la Giulia, l'ho sostituita con un pacchetto di ricambi Bertone Junior, compreso il 1.8 turbo. Molte persone pensavano che l'alimentatore non fosse adatto, ma funzionava lo stesso. “All'epoca avevo 19 anni ed avevo finito i prestiti studenteschi, ma Julia era pronta!”

Alfa Romeo Berlina

Per i non esperti: ecco come appare un'Alfa Romeo Berlina standard.

Alfa Romeo Berlina

È chiaro che a Seager piace affrontare le cose piuttosto che le mezze misure. Ha fondato la propria azienda Vittorio Motorsport a Borcolo nel 2019, specializzata in restauro, messa a punto e riconfigurazione. Prima di allora, ha lavorato per più di dieci anni presso uno specialista Land Rover. Nel tempo libero installò il primo motore BMW su un Defender e vendette l'auto. Qualche anno dopo, il proprietario trovò un Defender più bello (dotato anch'esso di un alimentatore BMW) e vendette il primo BMW Defender a Marijn van der Steen (46 anni). Marin: “Il mio amore per l'auto è iniziato con un Volkswagen T1 Split Bus, un'auto in cui sono salito ogni volta con un grande sorriso. Poi gli eventi fuoristrada con gli amici mi hanno portato verso un Land Rover Defender. Il primo che ho comprato è stato gestito di Sieger. È così che è iniziata la nostra connessione. “

READ  Un luogo remoto nell'Africa meridionale sta aprendo la strada alla scienza cosmologica

Alfa Romeo Berlina 3000 - Berlina con Bosso V6

Sebbene Marin non abbia un background tecnico nel settore automobilistico – è un chiropratico con il suo studio a Doetinchem – i due si innamorarono immediatamente del settore automobilistico. “Seger ha pura passione per il mestiere”, ha detto il conduttore. Non siamo a casa di Seager a Laren, Gelderland, o presso la sua azienda, ma a casa di Marin, che vive tra Lochem e Warnsfield. Ed è per questo che abbiamo visitato: Alfa Romeo Berlina 3000.

Alfa Romeo Berlina 3000 - Berlina con Bosso V6

3000 con la stessa stampa del normale 2000 sul retro dell'Alfa Romeo Berlina.

La durata della costruzione è di due anni

Seager ha lavorato duro. Ci sono volute più di 2.000 ore per costruire lo steroide Berlina. Tutto è fatto a mano o “su misura”. Anche Marin qua e là (lavorando sulle cromature e sui lavori di pulizia) ha aiutato a familiarizzare con la potente berlina. Ad esempio, una Berlina, acquistata nel 2020, era completamente pronta due anni dopo.

Che non fosse un compito facile, Seeger lo dimostra con una lunga versione stampata dell'opera, chiaramente organizzata:

corpo

  • Alfa Romeo Berlina 2000 (1972)
  • È stata completamente levigata/lucidata e rifinita dal metallo nudo al colore Porsche “Carmin Rot” nella mano di fondo più tre ulteriori strati di vernice trasparente.
  • La parte inferiore è stata trattata con resina epossidica, quindi è stata applicata la vernice per la carrozzeria Innotec e il trattamento della cavità Innotec.
  • Nuove vecchie parti in lamiera: cofano, cofano bagagliaio, parafanghi anteriore, posteriore, anteriore sinistro e destro, parafango posteriore sinistro, parafango inferiore posteriore destro e soglie interne, medie ed esterne.
  • Il corpo è completamente saldato e rinforzato.
  • La trave del motore è stata modificata per spostare il Busso leggermente all'indietro.
  • Il tunnel è stato adattato per accogliere il cambio dogleg ZF S5 da montare
  • Maniglie delle porte NOS, compresi gli interruttori.
  • Griglia a cuore NOS.
  • Loghi smaltati.
  • Lo specchio a clip Vitaloni è stato spruzzato con una finitura nera invecchiata.
  • Fari a LED con luci di posizione e indicatori.
  • Fanali posteriori NOS.
  • Griglia personalizzata con fari singoli.
  • Tutte le cromature sono state restaurate.
  • Logo “3000” in acciaio inossidabile stampato in 3D nella posizione originale sul retro.
READ  Microsoft sta testando la possibilità di installare gli aggiornamenti di Windows senza riavviare - Computer - Novità

Alfa Romeo Berlina 3000 - Berlina con Bosso V6

Interno

  • Cruscotto originale Berlina del 2000, riparato da me.
  • Il contagiri è stato convertito da meccanico ad elettrico grazie al motore a iniezione.
  • Anche il contachilometri è stato convertito in elettrico ed è dotato di segnale GPS.
  • Il legno originale è stato restaurato da un amico mobiliere.
  • Il nuovo cielo è stato installato.
  • Fondo completo di strato fonoisolante bituminoso.
  • L'intera cabina (pavimento e tetto) è dotata di tappetino fonoisolante e termico.
  • Set di tappeti italiani di alta qualità negli interni e nel bagagliaio.
  • I sedili dell'Alfa Romeo 166 sono rivestiti in pelle blu scuro, riscaldati e regolabili elettricamente tramite pulsanti sulla consolle centrale. Le sedie sono state poi riportate al colore originale.
  • Il sedile posteriore è originale del marchio Berlina e si abbina al colore dei sedili anteriori.
  • Pannelli delle portiere originali Berlina in nero.
  • La consolle centrale è adattiva con pulsanti per i sedili, il cambio e l'aria condizionata, ed è dotata di connessione USB e porta cellulare.
  • Aria condizionata (originale Berlina!).
  • Piantone dello sterzo regolabile in altezza Alfa Romeo 6 con deviatori e volante.
  • Specchietto interno con oscuramento automatico dell'Alfa 166.
  • Logo “3000” stampato in 3D in acciaio inossidabile sul cruscotto.

Alfa Romeo Berlina 3000 - Berlina con Bosso V6

Alfa Romeo Berlina 3000 - Berlina con Bosso V6

Alfa Romeo Berlina 3000 - Berlina con Bosso V6

Carrello

  • Molle Squadra Bianca anteriori e posteriori.
  • Ammortizzatori Bilstein B6 anteriori e posteriori.
  • Le molle/ammortizzatori posteriori sono stati convertiti in “overcoil” e sono quindi regolabili in altezza.
  • Enorme barra stabilizzatrice anteriore da 27 mm.
  • Bracci camber anteriori regolabili.
  • Tutte le parti sono verniciate a polvere in nero satinato e i bulloni/dadi sono riempiti in oro.
  • Tutte le sfere e la gomma del corpo sono nuove (poliuretano qua e là, il resto è gomma rinforzata Montreal).
  • Scatola sterzo e pignone Alfa 6.
  • L'asse con bloccaggio 10/43 è fissato con un bloccaggio del 25%.
  • Pinze freno anteriori BMW 750i con dischi freno ventilati e pastiglie freno Pagid (freno posteriore originale).
  • Tubi dei freni in treccia d'acciaio ovunque.
  • Ruote Maxilite 15×7 et29 GTA abbinate con pneumatici estivi Yokohama Advan HF Tipo D (al momento della stesura di questo articolo) (225/50R15).
  • Cerchi da rally OZ Racing 16×7 ET25 'Cosworth' con pneumatici invernali Toyo Proxes 205/50R16.
  • Estensori del binario da 25 mm nella parte anteriore.
READ  Gli sviluppatori possono accedere a "centinaia di megabyte di RAM aggiuntiva" su Xbox Series S - giochi - notizie

Alfa Romeo Berlina 3000 - Berlina con Bosso V6

Motore e cambio

  • Alfa Romeo 3.0-V6-12V-Busso della 916 GTV Spyder 3.0
  • Sistema di iniezione Bosch Motronic 3.7 con bobina di accensione DIS (esente da manutenzione) e sonda lambda regolata.
  • Il motore è stato convertito da trasversale a longitudinale.
  • La friggitrice Alfa 6 Carter è fatta su misura.
  • La pompa dell'olio è realizzata con parti di un'Alfa 6 e di una Spider 3.0.
  • I coperchi delle valvole e la presa d'aria dell'Alfa 6 sono stati montati (e accorciati) per un look “vecchio” Busso.
  • Collettori di scarico realizzati a mano in acciaio inox “uguale lunghezza” (spessore 63,5 mm) con silenziatori a flusso libero, di cui uno controllabile a distanza.
  • Ingresso in acciaio inossidabile su misura (76 mm) con filtro dell'aria aperto.
  • Volano e frizione Alfa 6.
  • Pompa del carburante ad alta pressione sopra l'asse posteriore.
  • È stato installato un piccolo e moderno alternatore, la pompa del servosterzo è stata azionata e la pompa dell'aria condizionata è stata azionata e azionata da cinghie multiple.
  • La batteria, compreso il fusibile principale, è stata spostata nel bagagliaio.
  • È stato installato e adattato a Busso un radiatore in alluminio.
  • Ventola di raffreddamento elettrica con interruttore termico.
  • Il cablaggio è regolato e nascosto il più possibile per un aspetto “pulito”.
  • Il cablaggio dell'auto e della moto e tutti gli extra, come sedili, ventola di raffreddamento e aria condizionata, sono separati su relè e fusibili.
  • Cambio dogleg ZF S5-18/3 dell'Alfa 6 con supporto del cambio Alfa Berlina modificato
  • L'albero cardanico dell'Alfa 6 e dell'Alfa Berlina è combinato e installato insieme

Alfa Romeo Berlina 3000 - Berlina con Bosso V6

Questa storia proviene da AutoWeek Classics 01-2024.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24