Alfa Romeo Giulia Super. Dal 1300 al 2000. Facendo i passi – Oldtimer presso Auto Motor Klassiek

Caro amante del classico

Goditi le storie quotidiane di auto d’epoca gratuite nella tua e-mail e iscriviti gratuitamente.

Qualche tempo fa vi abbiamo parlato di un progetto straordinario e in corso. Frans de Groot sta attualmente lavorando per dare a suo figlio l’Alfa Romeo Giulia Super un nuovo cuore e una nuova tecnologia. Al momento, Giulia ha ancora il motore 1300 originale, ma sarà presto sostituito da un avanzato alimentatore 2000 e da una bella tecnologia. alla casa degli affari di De Groot.

Frans e io prendiamo un appuntamento per prendere casa sua, e questo è un punto luminoso in un momento in cui si sta facendo buio. La generosità di France e di sua moglie Gretje non ha eguali, e gli sono grato per il fatto che mi ha permesso di usare la Julia di Frances per un weekend la scorsa estate. era vero gioiello Nel 2021. Ma ora tocca all’altra macchina di Giulia, la Quinn. Anche Dork, Bart e io ci siamo trovati benissimo con un’autentica Alfa Romeo durante una bellissima giornata estiva. La Francia sta tranquillamente lavorando per trasformare questa bellezza cenere Giulia. Quinn siede anche a casa di suo padre. Durk non c’è in giro questa volta, ma quello che c’è nel barile non ci rovina mai. Matura e diventa solo più forte. Comunque, è bello rivedersi, ed è bello vedere la progressione della trasformazione.

L’Alfa Romeo Giulia Super di Koen è conservata in alto e all’asciutto, e oggi la bella classica italiana non è conservata all’estero. Ma vedremo cosa probabilmente riceverà l’auto del 1971 dalla Francia. Dopo caffè e racconti vari andiamo in garage e lì vediamo il risultato del lavoro degli ultimi mesi. Frans si prende il tempo per avvicinarsi meticolosamente a tutto, per fare le scelte giuste e per prepararlo al millimetro. E così in sicurezza.

READ  Il Real Madrid vuole lasciare la Liga e trasferirsi in Premier League

Diverse pinze dei freni si trovano su una delle tavole di lavoro all’interno dell’officina ben organizzata. Hanno fatto il loro lavoro una volta, comprese le copie della Julia 105. Alcuni sono stati fatti saltare in aria, altri sono stati spogliati e ridipinti con le nostre stesse mani. Sembrano incredibilmente belli, così come i rulli forniti con le pinze. Non per niente la Francia fa così. Sentire e vedere quello che fai è uno degli aspetti che rende un cavallo purosangue italiano su misura. Ma c’è un altro aspetto legato al costo. Costi pinze freno nuove Gallo Più di 300 euro -. Quindi preferisci farlo da solo e hai una soddisfazione molto maggiore rispetto all’ordinazione di pinze di plastica con accessori. E se non altro perché Julia viene da un’epoca in cui c’era un fenomeno in linea Era ancora troppo lontano.

L’accensione elettronica è disponibile per l’installazione futura. Magneti Marelli Naturalmente, perché italiano. Questa parte è intrisa di esperienza di vita. È fantastico poterlo installare su una bellissima Giulia del 1971. Inoltre cilindretti freno e cilindretti frizione. Dietro ci sono i gruppi di revisione. Si tratta della gomma, delle coppe, della molla giusta. E sui pezzi di ricambio. Perché un cilindro è probabilmente un po’ più preciso dell’altro. Questo è anche un segno dell’ambizione di rendere l’Alfa Romeo Giulia Super di Koen una delle migliori del paese.

A proposito di riserve: due assali posteriori Berlin 2000 sono uno dietro l’altro, dice la Francia, “uno dei quali è un esempio”. Dirige anche Koen ed io alle linee dei freni in ottone sull’asse tipico, che sono montate e lavorate con precisione. Gli elementi di fissaggio più piccoli sono stati realizzati dalla stessa Francia. Si riferisce a DiPolo, che contribuirà a rendere meno mobile l’asse posteriore. Quindi la larghezza va agli alberi a camme. Frans e Quinn non hanno ancora deciso. Il bordo tagliente va bene, ma l’altezza di sollevamento è un fattore più grande. È anche possibile utilizzare un radiatore dell’olio, non è stata presa alcuna decisione in merito. Questo non si applica al raffreddamento del tipo a galleria. No, non viene da un’Alfa Romeo 75 con motore da 2 litri, ma è storicamente corretta, vista la casa giusta alla fine. Riflessi meravigliosi.

READ  La carenza di competenze minaccia di ostacolare la rinascita del sud Italia

E così va avanti per un po’. Koen e io facciamo un piccolo seminario su campanatura, ruota, convergenza e convergenza. Anche questo diventerà presto un fattore importante nei rapporti con l’Alfa. Ancora una volta, quella precisione millimetrica, che già sappiamo, farà la differenza grazie alla Francia. Ammortizzatori: sono regolabili in altezza o no? Quale sarà l’altezza dello scafo e del corpo. Come apparirà in futuro l’Alfa Romeo Giulia? Come guiderai dopo? Non possiamo davvero aspettare, ma davvero: in questo caso, la pazienza porterà solo a qualcosa in più.

Ogni millimetro conta nella trasformazione, sicuramente nel fascino incantevole di Julia e nella tecnica stessa, già circondata dalla bellezza visibile. Questo è esattamente il motivo per cui France tratta l’auto di suo figlio con grande amore. Quando conosci i materiali che hai usato, le parti che hai maneggiato, l’asse installato, le pinze dei freni che hai preparato e il pistone che hai abilmente soffiato, sperimenterai un’esperienza di guida ancora più forte. Con ogni metro guidato si ottiene un formicolio extra alle dita delle mani e dei piedi. Certamente con la lucidata Julia, istintivamente ogni millimetro conta. E lo sentirai anche in questa macchina. Questa gemma è tagliata molto bene.

Finisce così un bel pomeriggio, ma non dopo cena. Parliamo davanti a una tazza di zuppa e un bel panino. Ancora una volta, dalla lunga storica alleanza tra i francesi e l’Alfa Romeo emergono grandi storie. Succede in un’atmosfera così calda che torno a casa molto più tardi del previsto. E questo meraviglioso rispetto reciproco rende anche la trasformazione in corso dell’Alfa Romeo Giulia Super di Koen fantastica da seguire da una prospettiva completamente diversa. Continua!

READ  Aspettatevi presto una fumata bianca intorno all'allenamento nazionale di Van Gaal

Grazie a Grietje, Frans e Koen


Sei un fan dei classici e ami gli articoli gratuiti? Quindi prendi in considerazione l’abbonamento alla rivista di stampa Auto Motor Klassiek. Questo atterrerà sullo zerbino ogni mese solo per un contributo annuale. Pieno di letture interessanti, soprattutto per gli appassionati dei classici. Abbastanza da tenerti lontano dalle strade per diversi giorni. E se ciò non bastasse, stai anche contribuendo all’intera piattaforma per e attraverso gli appassionati di classici. Inoltre, questo abbonamento ha più vantaggi. Dai un’occhiata al link sopra per maggiori informazioni.



We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24