Cinque domande sull’attuale ondata di Corona dell’epidemiologo Alma Tostman

18 dicembre 2023



Il numero di persone infette dal Corona sta aumentando rapidamente e la quantità di particelle virali nelle acque reflue non è mai stata così elevata come lo è ora. L’epidemiologo Alma Tostman del Radboud University Medical Center risponde a cinque domande sull’attuale ondata di Corona.

cosa sta succedendo?

“Questo è il primo inverno senza misure specifiche per il coronavirus, come i test e l’isolamento domestico in caso di risultato positivo del test. Abbiamo osservato un aumento della quantità di particelle virali nelle misurazioni delle acque reflue da settembre, raggiungendo un livello storico questa settimana. Più di ottocento persone sono ora ricoverate in ospedale “Cinquanta di loro sono in unità di terapia intensiva. Il numero di persone che si ammalano gravemente è relativamente basso, nonostante gli alti tassi di infezione. Ma vediamo ancora che alcune persone si ammalano ancora così tanto da Corona che sono ricoverati in ospedale.”

Gli ospedali possono farcela?

“La pressione sui posti letto è già elevata in alcuni reparti, ma è ancora sotto controllo. Ci aspettiamo che il numero di ricoveri ospedalieri a causa del Corona aumenti ulteriormente. Ci aspettiamo anche un’ondata di influenza, che di solito arriva a gennaio. Quindi, se siamo fortunati, le ondate di Corona e influenza arriveranno una dopo l’altra, ma se si sovrappongono, possono comunque rappresentare una sfida, soprattutto con l’assenteismo per malattia tra i dipendenti, nella sanità ma anche in altri settori.

Cosa possiamo fare per prevenire un’ulteriore diffusione?

“Dobbiamo continuare a prevenire l’infezione di persone con condizioni di salute vulnerabili, come gli anziani. Continuare ad aderire alle misure di base, come tossire nel gomito, lavarsi le mani e ventilare. Prestare molta attenzione ai reclami, non solo a tossire e tirare su col naso, ma anche mal di testa, febbre o malessere. Se hai disturbi lievi, lavora da casa, se possibile. Se sei malato, resta a casa. E puoi comunque indossare una maschera per la bocca e il naso quando sei a contatto con persone vulnerabili. Inoltre, È importante anche che le persone si rendano conto che chiunque può ancora contrarre la sindrome Post-Covid (Long Covid) Dopo il contagio da Corona, in questo senso tutti sono “a rischio”.

READ  Un colpo è sufficiente per ottenere un certificato di viaggio Covid

Che dire di tutte le celebrazioni nelle prossime settimane?

“Attenzione alle bevande natalizie questa settimana, o a Natale stesso, quando grandi e piccini si siedono a tavola insieme. Il test non è più necessario, ma è comunque utile, soprattutto se si è stati a contatto con persone a rischio. Se si se scopri in seguito di avere il coronavirus, puoi adottare ulteriori misure preventive. Nell’attuale fase della pandemia di Corona, non è più necessario prevenire ogni infezione, ma è saggio garantire che continuiamo a proteggere le persone vulnerabili. Ad esempio , se avete avuto solo il raffreddore il giorno della cena di Natale, consultatevi e rispettate le idee dell’altro.

È utile la vaccinazione di richiamo?

‘SÌ. Gli ultimi dati del RIVM mostrano che gli over 60 che hanno ricevuto la dose di richiamo più recente avevano un rischio inferiore del 77% di ricovero ospedaliero e un rischio inferiore dell’84% di ricovero in unità di terapia intensiva. La dose di richiamo non impedisce alle persone di contrarre il coronavirus, ma l’obiettivo è prevenire malattie gravi. Ecco perché vengono chiamate a ricevere il vaccino di richiamo le persone che hanno maggiori probabilità di ammalarsi gravemente di Corona, come gli anziani, il gruppo di vaccinazione antinfluenzale e le donne incinte. Queste persone possono ancora ricevere una dose di richiamo di GGD questa settimana, fino al 22 dicembre.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24