Come Lucid Eyre designer Derek Jenkins antica industria

Hai un elenco impressionante di design all’avanguardia per il tuo nome, dall’Audi A2 al Volkswagen Microbus Concept all’abbagliante Mazda Shinani Concept e all’attuale quarta generazione di MX-5. Nonostante questo track record con marchi affermati, nel 2015 ha deciso di fare un salto nel buio passando a Lucid Motors, un nuovo marchio che deve ancora produrre una sola auto. Perché questo trasferimento rischioso?

“Come americano sono cresciuto con un amore per le auto europee e soprattutto tedesche. Ad essere sincero, le auto americane non mi interessavano molto, forse perché sono cresciuto nella California del sud. La mia ambizione era quella di seguire un corso di design e lavoro in Germania. Ho avuto la fortuna di avere questa opportunità nel gruppo VW e ha funzionato in tutti i tipi di progetti là fuori per molto tempo. Nel frattempo, Mazda mi ha sempre affascinato, quindi quando ho avuto la possibilità di lavorare lì, l’ho colta . Ma poi sono arrivato al punto in cui mi sono reso conto che l’industria automobilistica era sull’orlo di una massiccia trasformazione. Molti dei miei amici e colleghi sono andati a There all’inizio di Tesla, e anche allora sono rimasto molto colpito da ciò che ci sono arrivato, anche se sembrava impossibile creare qualcosa di simile da zero, quindi quando ho avuto una conversazione con Peter Rawlinson (CEO di Lucid Motors, ex azienda Tesla, editore)), ho sentito che questa era la mia occasione. lavoro, ho raggiunto quegli obiettivi, ma questo è stato il lavoro più avventuroso: ricominciare da zero. Qui posso applicare ciò che ho imparato. Quindi sono una colomba e sì hai ragione È stato un grosso rischio. È stato un lungo modo eravamo al corrente Morte k parecchie volte. Pensavo di sapere molto, ma creare una società nuova di zecca e tutto ciò che è stato coinvolto è stato un nuovo processo educativo, che mi ha reso non solo un designer ma anche un imprenditore.

Tecnicamente, Lucid fa quasi tutto in modo diverso rispetto al resto del settore. Cosa richiede questa strategia al designer?

“La cosa unica è che partiamo da zero, il che ci consente di conoscere e adattarci alle nuove tecnologie. Non dobbiamo tenere conto delle generazioni precedenti il ​​cui risultato dovrebbe essere una nuova auto. Questo ci offre molta libertà. Allo stesso tempo, mi costringe a farlo. “Devo essere molto sensibile a ciò che stiamo creando, perché in realtà sto progettando un marchio completamente nuovo. Questo mette molta pressione sul mio lavoro, perché tutto ciò che facciamo – linee, dettagli, forme – deve essere appropriato per l’implementazione su prototipi futuri. Ma è anche un’attività molto gratificante. Data la mia lunga carriera nel “vecchio” settore, so quanto possa essere difficile essere etichettati come Devo sostituire i modelli esistenti con qualcosa che dovrebbe essere molto simile. Certo, è una sfida, ma creare qualcosa di nuovo di zecca è unico “.

READ  Imperatori romani in bronzo in pergolati

Ma con l’Audi A2 e la Mazda MX-5 ND, hai dimostrato di non aver paura di abbandonare le tradizioni del marchio o i modelli precedenti.

“Anche per i marchi affermati, arriveranno momenti in cui dovranno intraprendere passi come questo per una nuova generazione. Sono stato abbastanza fortunato da poter lavorare per VW sotto Ferdinand Beach, che ha avuto il coraggio di realizzare progetti giganteschi come A2, che ha fatto grandi passi e oltrepassando i confini. A volte il tempismo è felice, proprio come con Mazda, dove stavano lavorando a un nuovo volto per il marchio ai tempi della MX-5 di quarta generazione. Eri nel posto giusto al posto giusto tempo. “

La piattaforma elettrica offre al progettista più libertà, ma allo stesso tempo il risultato dovrebbe comunque essere conosciuto come un’auto Come lo conosciamoPer non scoraggiare gli acquirenti. Come sarebbe il tuo prossimo progetto senza questa limitazione?

“È divertente chiederlo, perché è davvero qualcosa a cui abbiamo pensato. Quando abbiamo iniziato a lavorare sui primi schizzi di Air, abbiamo faticato a vedere fino a che punto potevamo andare senza perdere troppo del nostro pubblico di destinazione. Questa è sempre una sfida di design, è importante decidere chi vuole La macchina. Ci siamo concentrati sulle persone che ora guidano una berlina a quattro porte, un crossover, un coupé o un coupé, ma almeno ai vertici di quel segmento. 2016, i gusti delle persone sono diventati molto più conservatori. Imprenditori e imprenditori vogliono irradiare il loro successo, ma non vogliono neanche quello Sopra le righe. Questo equilibrio è importante. Penso che oltre alla tecnologia, anche il design stia guadagnando slancio e questo vale anche per il gusto del consumatore. Vedo un futuro per le berline con un design moderno che è più spazioso, più sottile e più liscio. L’aerodinamica diventerà più importante, così come la tecnologia del vetro e le nuove tecnologie di illuminazione “.

Lucid Air

Quali sono le caratteristiche tipiche con cui faremo conoscenza con i prossimi modelli di Lucid Motors? “

“Come auto elettriche, saranno auto con una cabina lunga, un muso relativamente corto e un box, se possibile. I modelli mono e mono dual domineranno negli anni a venire, perché questo ha molto senso quando vuoi per migliorare lo spazio interno. Lo vedrai nei nostri crossover e SUV. Abbiamo anche una facciata anteriore e posteriore molto distinte, liscia con prese d’aria piccole e aerodinamiche. Continueremo a sviluppare le lame di illuminazione anteriore e posteriore. Ho anche piano per perfezionare ulteriormente la semplicità aerodinamica. Poche linee per mantenere il design il più pulito possibile, con un’enfasi su proporzioni e dettagli semplici e creativi. Infine, i tipici davanzali in alluminio bianco che vedete in aria avranno forme diverse sul nostro modelli in arrivo. “

READ  La consistenza degli agrumi fornisce vitamine per l'industria della moda

Qual era la tua missione quando Peter Rawlinson ti ha fatto lavorare?

Peter aveva così tanta preziosa esperienza nello sviluppo della Tesla Model S che aveva un quadro molto chiaro dei punti di forza e di debolezza di quell’auto. Aveva idee intelligenti su come migliorare lo spazio interno e l’aerodinamica. Quelle due erano le sue lance. mi è piaciuto., Perché penso che sia fantastico avere l’area più ampia possibile in un dato impronta. L’aria è molto vicina alla Model S in termini di dimensioni esterne, è un po ‘più corta, un po’ più stretta e un po ‘più piccola. fornisce una migliore aerodinamica e rende l’aria più efficiente. Quindi questo era il lavoro Semplice: migliorare lo spazio interno e l’aerodinamica “.

Fino a che punto è pronto questo spazio interno per la guida autonoma?

“L’Air è già predisposto per questo. Ha un display di base da 34 pollici nell’abitacolo, che dovrebbe offrire al guidatore l’interazione ottimale con il veicolo. Di seguito è riportato un pannello pilota quando guidi in modo autonomo, dove puoi fare tutti i tipi di altre cose come lo streaming di contenuti. “Anche l’interno è progettato comodamente per rilassarsi, con molto spazio, illuminazione adeguata e un massaggio alla poltrona; tutto ciò ti aiuta a sederti e rilassarti”.

A parte la Model S, con quali modelli Air deve competere?

“È difficile spingere l’aria in una parte e non concentrarsi su una parte specifica, per non parlare di un modello. Pensa alla berlina di lusso di fascia media e di fascia alta e alla coupé a quattro porte. Per pensare alle aree BMW: Serie 5, Serie 6 GT, molte emozioni e prestazioni, Serie 7. Presenta Lucid Air ha caratteristiche che si adattano a tutte e tre. Le dimensioni esterne della Classe 5 o della Classe E sono snelle e ultraveloci come la 6 GT , Audi A7 o Porsche Panamera, mentre gli interni possono competere con la Serie 7, Classe S o A8. Questa è una miscela unica di caratteristiche, mentre hai anche più spazio per i bagagli, sia posteriore che anteriore, di tutte le auto che ho appena menzionato. Questa è la bellezza di un veicolo elettrico. Ci rendiamo conto che l’attuale classificazione dei chipset per auto dipende interamente dai motori a combustione. Questo sta per cambiare, perché le dimensioni, il layout, le prestazioni, lo spazio e l’usabilità non sono più Si basa su vecchi valori . Ad esempio, un’auto non deve più essere gigantesca per avere molto spazio per le gambe dietro di sé. Tutti questi parametri e settori saranno fissati e Lucid Air sarà il primo passo “.

READ  La Ferrari rompe le promesse di profitto a causa di Corona

Lucid Air

Lucid Air

Di cosa sei particolarmente orgoglioso di Lucid Air?

“Il modello è orientato al futuro, ma piace ancora a molte persone. Questa è la sfida più grande del designer e siamo stati in grado di trovare questo equilibrio. Inoltre, i passi che abbiamo fatto con l’aerodinamica. Ma soprattutto sono orgoglioso che siamo non solo ha creato un modello, ma un marchio A. Sia gli investitori che il pubblico dovrebbero vederlo non solo come una nuova auto, ma come la nascita di un nuovo marchio. Ci lavoro da cinque anni e mezzo “.

Quali sono i tuoi grandi esempi?

“I miei designer preferiti di solito sono italiani o tedeschi. Sono un grande fan del lavoro di Italdesign e Giorgetto Giugiaro sul suo primo gioco di golf, Lotus Esprit e tutti i bei concetti in cui è stato coinvolto. Ma certamente anche tutte le bellezze di Burton e Marcello Gandini , e le prime Lamborghini come Miura e Countach. Anche Porsche ha fatto grandi cose, soprattutto da quando la 911 e la 928 hanno avuto un enorme impatto su di me. Ma anche i miei effetti sono vari, da auto belle ed eleganti a progetti rudimentali o addirittura folli. In generale , Credo in particolare nei design chiari e semplici allo stesso tempo, come la 911 e la Miura, che è priva di molte linee o dettagli intricati. Personalmente penso che il design delle auto moderne sia diventato molto complesso ed eccessivamente stilizzato , quindi non vedi più l’immagine generale di molte auto. Ci sono molti dettagli, buchi, griglie e curve. Disegna Miura con poche linee, Raramente riesce con un’auto moderna. In Lucid, ci sforziamo di farlo accadere di nuovo. A volte chiedo ai designer di riassumere ciò che hanno disegnato in tre punti principali. Se non possono, è un brutto progetto “.

D’altra parte, meno linee e dettagli, più difficile è essere marchiati.

Ma è vero per la maggior parte delle forme d’arte. I pezzi più memorabili spesso sono gli episodi più semplici. Sopravvivono. Il design delle auto è lo stesso. Certo, ci sono progetti complessi che funzionano e la semplicità non è necessariamente la strada da percorrere, ma è mio … “

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24