Corri in edicola (o abbonati): CARROS Magazine #6-2021

Non sei ancora iscritto? Allora dai una rapida occhiata qui, perché per soli 42 euro (8 brani) riceverai automaticamente ogni uscita a portata di mano. In questo modo non ti perderai nemmeno una canzone. Questo è affermato in Carus Magazine #6-2021:

Componente automobilistico: Mercedes-Benz Classe C
Per quasi quarant’anni, il Modello 190 è stato il nuovo entusiasmante modello di Baby-Benz e il modello più caldo di Mercedes fin da subito. La sesta generazione di questa vettura è apparsa di recente, che è stata ribattezzata Classe C dalla seconda generazione. Siamo rimasti entrambi perplessi dalla performance perfetta.

In breve: Lex Hoefsloot di Lightyear
Finalmente: Lightyear One inizia la produzione e sarà consegnato dall’estate del prossimo anno. È un buon momento per raggiungere Lex Hoefsloot di Lightyear

piccolo ma grande: Jaguar E-Pace
Una Jaguar, alimentata da un motore elettrico a tre cilindri da 1,5 litri. Chi l’ha detto dieci anni fa sarebbe stato deriso. Ma questa è la realtà con cui devono fare i conti ora produttori come Jaguar. La loro sfida è ridurre le emissioni delle loro auto, senza compromettere cose come le prestazioni di guida e il patrimonio. stare su di esso.

Momenti di natura: Jeep Compass
La nuova Jeep Compass è dotata di trazione integrale. Sembra logico, dato il marchio francamente leggendario, ma questo ragionamento ha bisogno di qualche sfumatura. La bussola in linea di principio è la trazione anteriore, ma se scegli la versione ibrida plug-in, ottieni la trazione posteriore. E tanto silenzio.

Non commettere errori: viaggia con Maserati
A differenza di altri marchi prestigiosi, Maserati difficilmente attrae un pubblico “completamente impeccabile”. Il fatto che la vecchia Quattroporte (che bella macchina è sempre stata!) fosse il mezzo di trasporto preferito dai boss mafiosi, dice Thomas Pangma. “Maserati è il marchio per il quale è stato inventato il concetto di eleganza sportiva.”

READ  Sportcourt: anche la boutique di Van de Zandschulp si qualifica per gli US Open | gli sport

Ulteriore miglioramento: Lexus LS 500h
Nella ricerca incessante della perfezione, sono andati molto lontano in Lexus. Perché è così lontano, voglio la LS 500h. confronto. Anche se ricordo di aver guidato una Lexus 400 LS trent’anni fa, con un V8 da quattro litri che produceva solo 250 cavalli. Quella macchina aveva qualcosa che mi piace, non sapendo cosa sia. Ora ho scoperto: l’auto era una lexue.


Inaccessibile: Ford GT

Devo ammettere che la Ford GT non era in cima alla mia lista di auto che avrei voluto guidare un giorno. Nemmeno tra i primi dieci. La McLaren F1 GTS si trova da sola ad un’altezza solitaria. Ma anche “normale” va bene, sono più veloce a digitare. Perché non sai mai chi sta leggendo questo.

Strongman bavarese: Alpina B8 Gran Coupé
Un’auto costruita per una guida comoda e veloce in autostrada che si sente come a casa propria in Baviera. Huib de Vries e Maurice Volmeyer hanno portato l’Alpina B8 Gran Coupé a Monaco, la città in cui è nato questo bastardo BMW, prima di essere ribattezzata Alpina a Buchloe.

21 anni di differenza: Porsche 992 MK1 vs Porsche 996 GT3
Da 21 anni, la Porsche 996 GT3 ha più cose in comune con i corridori sani che con i suoi fratelli civili. Abbiamo messo le nostre prime e più recenti GT3 l’una contro l’altra e abbiamo lasciato entrare Eric Koenhoven.

“Tutte le Alpi sono Gran Turismo” – in un’intervista ad Andreas Povensiben
Alpina tornò in Olanda. Dopo un’assenza di diversi anni, il concessionario BMW Dusseldorp ha recentemente iniziato ad importare queste vetture, che sono state così completamente modificate da non essere più chiamate BMW, ma Alpina. Compreso il suo numero di telaio. Motivo sufficiente per Huib de Vries per recarsi a Buchloe, nel sud della Germania, per incontrare Andreas Bovensiepen, figlio del fondatore Burkard Bovensiepen. “Chi pensa che l’Alpina sia la BMW dello stile non capirà mai lo spirito della nostra azienda.”

READ  Lindsay Nuiten del Glassy Café di Laue ora gestisce anche l'Heat Appplus Café

Uso quotidiano: Peugeot RCZ Asphalt di Rudolph van Veen
L’autista quotidiano di Rudolf van Veen, chef e maestro pasticcere è Peugeot RCZ Asphalt. Van Veen è il creatore di diversi programmi di cottura e cottura al forno, tra cui Rudolph’s Bakery in 24Kitchen.

Voto dell’editore: Aston Martin DBX
Prendere la strada più facile non è ciò per cui Aston Martin è conosciuta, per non parlare del marchio britannico di cui è così orgoglioso. Anche il nuovo SUV di Aston Martin, il DBX, lo attesta. Guida come una vera Aston.

Classici: L’intercettazione di Jensen
Niente come questa pesante auto sportiva britannica del 1966 con un cappotto italiano e un americano paffuto sotto il cofano.

Report: Hebel ad Amsterdam
In No Time To Die, James Bond fa esplodere il tessuto in una Aston Martin come al solito. Potresti quasi dimenticare che anche il nostro eroe cinematografico ha guidato qualcosa di diverso, come nel 1971, quando è andato a caccia di ladri ad Amsterdam con il Triumph Stag. Sandor van S e Maurice Vollmayer vanno a cercare le loro tracce.

Saleen S7 (2004): Sottostimato
Questo piccolo marchio americano ha lanciato la S7 nel 2000: un’auto super sportiva dotata della più recente tecnologia da corsa.

Tendenze classiche: lo skateboard
Le auto americane degli anni ’50 e ’60 assomigliano un po’ agli emarginati del mondo classico. Tuttavia, la rivalutazione sta ora procedendo a rotta di collo, come sottolinea Martin van der Zieu.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24