Corsair iCUE Link: un cavo, quattordici ventole

Stai leggendo un articolo in primo piano. Questa è la prima anteprima sui Tweakers nella categoria Cavi. Allora devono essere molto speciali, giusto? Il nuovo prodotto di punta di Corsair al Computex è in realtà un cavo, ma iCUE Link dovrebbe essere soprattutto la risposta al problema del cavo: un argomento caldo in questo scambio comunque.

La ventola o la pompa di raffreddamento ad acqua e la relativa illuminazione RGB possono essere entrambe controllate tramite il connettore iCUE Link reversibile. Questo non deve essere fatto tramite un cavo. Con un piccolo pezzo intermedio, puoi collegare le ventole tra loro, per questo devi solo collegare un filo a una ventola nel kit. Non importa se li colleghi in serie o in parallelo o qualsiasi combinazione di entrambi. Ogni dispositivo di raffreddamento o ventola ha due di questi connettori a margherita. Il cavo della pompa stesso è integrato maniche affiliato tubi; Quindi non ci sono più cavi visibili che sporgono dal blocco.


Ventola Corsair QX140 con accoppiatore iCUE Link (destra) e manichino booster (sinistra)

L’unico limite è che non è possibile collegare più di quattordici dispositivi (ventole o pompe) a un hub iCUE Link. Questo asse è l’asse centrale del sistema; L’idea è di nasconderlo da qualche parte dietro la scheda madre. L’hub dispone di due porte di collegamento iCUE e si collega al resto del sistema tramite USB 2.0 per i dati e PEG per l’alimentazione. In totale, l’hub può erogare fino a 168 watt di potenza, sufficienti per ogni possibile combinazione di pompe e ventole.


Hub di collegamento iCUE con 2 cavi di collegamento e spina PEG per l’alimentazione

I primi prodotti iCUE Link sono QX120 RGB e QX140 RGB, due dimensioni di ventole pwm con cuscinetto magnetico. Puoi incastrarli insieme senza soluzione di continuità con i distanziatori iCUE su un lato e i pezzi fittizi sull’altro, con l’aiuto dei magneti. Quindi non puoi fare clic su due ventole insieme in modo che ognuna soffi in una direzione diversa. Inoltre, Corsair rilascerà i refrigeratori d’acqua H100i e H150i, rispettivamente da 240 e 360 ​​mm, nella serie iCUE Link. Poco dopo compaiono anche varianti con LCD successivo, dotate di schermo. Verrà rilasciata anche una versione da 420 mm: il monitor LCD iCUE Link H170i.

READ  OnePlus Nord CE4 Lite costa 329 euro e uscirà il 1 luglio - Tablet e Telefoni - Notizie

Poiché è necessario poter collegare le eliche in qualsiasi ordine, ogni componente compatibile con iCUE Link contiene un microcontrollore. Puoi usare la sua potenza di calcolo con grandi effetti. Il controller può regolare la frequenza della luce in base alla velocità attuale della ventola, facendo sembrare che la ventola sia ferma, giri molto lentamente o addirittura giri in senso antiorario. Questo effetto non può essere catturato sulle foto, quindi guarda il video se vuoi vederlo.


Due refrigeratori d’acqua Corsair iCUE Link, per un totale di cinque ventole e due pompe. È possibile collegare due di questa configurazione a un hub.

Sebbene ciò non abbia funzionato perfettamente con i prototipi mostrati, presto sarai in grado di aggiornare il tuo dispositivo di raffreddamento iCUE Link esistente con una copertura RGB trasparente come il latte con una parte superiore del display LCD. Sfortunatamente, per questo è necessario un cavo aggiuntivo. La larghezza di banda del collegamento iCUE non è sufficiente per controllare un monitor a 30 fps, motivo per cui è presente una porta USB-C su ciascun radiatore. Questo, secondo me, sminuisce un po’ il concetto di “cavo singolo”.

Display iCUE Link RGB e la porta USB-C necessaria sul dispositivo di raffreddamento

Con il dispositivo di raffreddamento iCUE Link, ottieni un cavo da 60 cm come standard, ma saranno disponibili anche altre dimensioni, con un connettore angolato e un cavo diviso. Ventole, cavi e dispositivi di raffreddamento RGB saranno disponibili alla fine di questo mese. Il prezzo non è ancora noto ufficialmente, ma mi risulta da Corsair che bisogna contare su qualche decina di prezzo in più rispetto ai modelli attuali.


Costruzione completa con refrigeratori d’acqua e ventole iCUE Link

Infine, ho un’informazione esclusiva per te. ICUE Link si adatta perfettamente a tutte le iniziative che ho visto in questa galleria per rendere i cavi meno visibili. Dal momento che Corsair non produce schede video o schede madri, ovviamente, quei cavi passano ancora attraverso il case. Tutti questi concetti di ASUS, MSI e Gigabyte sono carini, ma martedì ho scritto che ciò richiede uno standard di interscambio. E ho buone notizie: Corsair sta lavorando dietro le quinte con diversi produttori di schede madri su un involucro che supporterà il collegamento di tutti i cavi attraverso il retro della scheda madre. Questo progetto è ancora agli inizi e Corsair non prevede di poter presentare il risultato fino al prossimo anno, ma penso che i produttori concorrenti in alcune aree stiano cercando la convergenza per rendere questo concept un successo per un vasto pubblico. Notizia.

READ  Google lancia una funzionalità per tracciare le origini delle immagini

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24