Cosa potrebbe significare per l’Eurozona un governo populista di destra in Italia?

La coalizione di destra composta dal partito Fratelli d'Italia guidato da Giorgia Meloni, dal partito Lega e dal partito Forza Italia guidato da Berlusconi riceve circa il 40% dei voti. In quanto vincitori delle elezioni, i tre partiti potranno governare insieme.

Innanzitutto l’economia privata

Fratelli d'Italia e la Lega in particolare nelle loro campagne elettorali sono critici nei confronti dell'Europa. Giorgia Meloni, ad esempio, sottolinea nei suoi discorsi elettorali che “la festa è finita per l’Europa” e che con lei l’Italia avrà un presidente del Consiglio che difenderà soprattutto gli interessi italiani.

La Meloni ha detto durante un discorso: “Hanno paura di me? Quindi hanno paura di un'Italia forte, che penserà soprattutto alla sua economia”.

I mercati sono tesi

Catherine de Vries, docente di Comportamento politico alla celebre Università Bocconi di Milano. Vede problemi strutturali nell'economia italiana. “La crescita è molto scarsa e il paese ha un debito nazionale molto elevato da decenni”, afferma.

“Le elezioni sono seguite con grande interesse dall'estero e dai mercati finanziari. Con questo governo si prevedono scontri con Bruxelles. Questo perché l'Italia vuole fare riforme e tagli. I mercati reagiscono con tensione .”

Importante per l'Europa

L’Italia è la terza economia dell’Eurozona, la quarta nell’Unione Europea (i Paesi Bassi sono settima) e la dodicesima nel mondo, se si guarda al PIL. Inoltre, il paese è l’ottavo maggiore esportatore al mondo. La metà delle esportazioni italiane sono destinate agli Stati membri dell’UE. Dopo la Germania, l’Italia è la più grande economia industriale dell’Unione.

“Ma questa industria è soprattutto nel nord”, dice de Vries. “Il Sud è molto più povero ed economicamente arretrato. Ci sono molte opportunità nel fondo europeo per la ripresa dal coronavirus per quelle parti d'Italia.”

READ  Tutto può cambiare in un batter d'occhio

Rinegoziazione

Da questo fondo l’Italia riceverà circa 190 miliardi di euro, più di qualunque altro Paese europeo. L'attuale primo ministro Mario Draghi, ex presidente della Banca centrale europea, ha iniziato ad attuare una serie di importanti riforme richieste dall'Unione europea per ottenere questo importo.

È interessante notare che Giorgia Meloni esprime la volontà di rinegoziare i termini con l'Unione Europea. De Vries: “Nessuno sa cosa intendi con questo. I piani di recupero del coronavirus non sono stati imposti all’Italia, sono stati approvati dal Parlamento italiano. Questi miliardi sono molto importanti per l’Italia”. De Vries però non crede che sceglierà di attaccare con Bruxelles. “Con Draghi l’Italia ha riconquistato un certo status a Bruxelles”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24