Danni ai cavi elettrici della centrale nucleare di Zaporizhzhya dopo l’attentato | Attualmente

NU.nl fornisce regolarmente una panoramica della situazione in Ucraina. Questa volta: un incendio nel sito della centrale nucleare vicino a Zaporizhzhya a causa dei bombardamenti. Sono in corso anche le esportazioni di grano dall’Ucraina.

I cavi dell’alta tensione della centrale nucleare di Zaporizhzhya sono stati danneggiati dai bombardamenti. Ciò ha causato anche lo scoppio di un incendio nel sito. Ucraina e Russia si incolpano a vicenda per i danni.

Secondo la Società energetica statale ucraina, l’impianto è ancora in funzione. La società afferma inoltre che il livello di radiazioni non è stato aumentato. Il governo filo-russo della città afferma che l’energia necessaria per far funzionare in sicurezza l’impianto è stata interrotta.

Il capo dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica, Rafael Grossi, ha avvertito questa settimana che la situazione nella centrale nucleare è “totalmente fuori controllo”. Gli attacchi intorno all’impianto “violano tutti i principi di sicurezza nucleare”.

Ricominciano le esportazioni di grano

Dalla conclusione dell'”accordo sul grano” internazionale il 22 luglio, le esportazioni di grano dall’Ucraina hanno ricominciato a riprendersi. Lunedì la prima nave mercantile è salpata dal porto di Odessa. Venerdì, altre tre navi mercantili sono salpate dai porti ucraini. Sono la bandiera panamense Navi Star, la bandiera turca Polarnet e la bandiera maltese Rojen.

A causa della guerra tra Russia e Ucraina, i porti ucraini furono chiusi. Almeno 20 milioni di tonnellate di grano sono in attesa di essere spedite.

Ad oggi, l’Ucraina ha raccolto 17,5 milioni di tonnellate di grano. Questo è quasi la metà in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Il ministero dell’Agricoltura ucraino ha affermato che il raccolto nelle regioni di Odessa e Mykolaiv è quasi pronto per quest’anno.

READ  Il "desiderio del cuore" del veterano olandese di 102 anni si è avverato di nuovo

Zelensky critica il rapporto di Amnesty International

Giovedì il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha criticato il rapporto di Amnesty International. L’organizzazione per i diritti umani ha affermato che l’Ucraina sta mettendo in pericolo la sua popolazione attraverso alcune tecniche di combattimento.

Si dice che i soldati ucraini, ad esempio, risiedessero in ospedali e condomini. In tal modo, hanno reso questi luoghi obiettivi per i russi.

Secondo Zelensky, il rapporto “giustifica il terrorismo russo”. Ha sottolineato che l’aggressione russa non è stata provocata. Il ministro degli Esteri Dmytro Kuleba ha anche affermato di considerare il rapporto “ingiusto”.

Amnesty ha scritto nel rapporto che gli attacchi russi “non possono essere giustificati in alcun modo”.

Gli ospedali dell’UE hanno già accolto 1.000 pazienti ucraini

Dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina, gli ospedali dei paesi europei hanno accolto un migliaio di pazienti ucraini. Si tratta di malati cronici e feriti di guerra. Anche i Paesi Bassi hanno sequestrato pazienti ucraini.

A causa della guerra, gli ospedali in Ucraina non possono prendersi cura di tutti i pazienti. Oltre ad aiutare gli ucraini feriti o malati, l’Unione europea sta anche aiutando a restituire i pazienti guariti. Inoltre, l’Unione europea invia medicinali e forniture mediche al paese colpito dalla guerra.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24