Dispensa di successo di antidepressivi con la psicoterapia

Tom van Limpt / ANP

Del milione di olandesi che assumono antidepressivi, circa 150.000 li assumono per lungo tempo per prevenire una ricaduta nella depressione. Tuttavia, molti vorrebbero eliminarne l’uso. Una nuova ricerca mostra che gli interventi psicologici a breve termine come la terapia cognitiva preventiva e la terapia cognitiva basata sulla consapevolezza forniscono una protezione dimostrabile contro la recidiva, anche se i pazienti riducono gradualmente l’uso di antidepressivi.

Prevenzione delle ricadute

Ciò si riferisce alla ricerca condotta dal Prof. Dr. Claudie Buckting e dalla Dr. Josephine Breedfelt, entrambi affiliati all’UMC di Amsterdam. Stavano studiando di recente Pubblicato in JAMA Psichiatria. I ricercatori hanno confrontato l’uso continuato di antidepressivi con l’astinenza da antidepressivi mentre i pazienti hanno ricevuto un intervento psicologico specificamente volto a prevenire le ricadute. Hanno utilizzato tutti i dati dei singoli pazienti da quattro studi randomizzati controllati precedentemente pubblicati (n = 714) nella meta-analisi. Non hanno trovato differenze nel rischio di recidiva tra le due condizioni nei 15 mesi di follow-up.

Per inciso, i risultati non sono del tutto nuovi; I risultati della meta-analisi sono in gran parte coerenti con ricerche precedenti che hanno anche mostrato il vantaggio di combinare la psicoterapia con il flusso graduale, ma in quegli studi era possibile fare affermazioni su chi funziona meglio in misura limitata.

approccio comune

Josephine Breedfelt afferma che quest’ultimo è ora più visibile. L’effetto protettivo dell’approccio combinato non sembra dipendere da particolari caratteristiche dei pazienti, come l’età o il numero di precedenti episodi depressivi. Breedvelt: Mentre le linee guida cliniche raccomandano l’uso a lungo termine di antidepressivi in ​​pazienti ad alto rischio. È vero che i pazienti che erano più giovani quando sono diventati depressi, che hanno molti sintomi residui o che sono guariti solo di recente, sono a maggior rischio di ricaduta, ma se si guarda poi al tipo di interventi, il rischio di ricaduta non è . Apparire. È più alto se riducono i loro antidepressivi e ricevono psicoterapia o continuano a usare antidepressivi.

READ  L'astronauta della Stazione Spaziale Internazionale Pesquet condivide un'immagine spaziale dettagliata dei Paesi Bassi

Un’importante nota a margine: questo riguarda sempre le persone che si riprendono ragionevolmente bene dopo la depressione, mentre ricerche precedenti hanno dimostrato che il 30% ha “parzialmente recuperato”, il che significa che hanno ancora disturbi residui. La domanda è come tratterai poi queste persone? Noi di AMC stiamo cercando l’approccio giusto. Nel frattempo, la prossima settimana avvieremo una “clinica di recupero” per questo gruppo di pazienti.

strisce affusolate

Nei Paesi Bassi, l’esperto/ricercatore Peter Groot e il professore di psichiatria Jim van Os sottolineano da tempo l’importanza del tapering con tapering. Ne chiedono l’applicazione e il risarcimento. Allo stesso tempo, ZonMw ha recentemente messo a disposizione 1,5 milioni di euro per la ricerca sull’efficacia del tapering, e più specificamente su due metodi di tapering: il consueto contro il tapering più lento – cioè il tapering a dosi più piccole su un metodo più lungo – della paroxetina. . Breedvelt riconosce che il ritmo della graduale eliminazione è un punto di interesse. È vero che a volte il tapering avviene troppo velocemente o troppo improvvisamente. La riduzione sicura deve essere eseguita lentamente e in consultazione tra medico e paziente.

chiodo

Nel frattempo, crede che i risultati della meta-analisi influenzeranno le linee guida nazionali e internazionali sul trattamento dei pazienti. Perché, secondo Breedfelt, il punto è che medici e pazienti con depressione ricorrente che vogliono ridurre l’uso di antidepressivi ora hanno più opzioni: “I nostri risultati aiutano nel processo decisionale congiunto”.

Guarda un’intervista con i ricercatori qui:

https://edhub.ama-assn.org/jn-learning/audio-player/18612517



Leggi anche


We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24