Domanda di azioni al dettaglio immobiliari e aeronautiche nelle borse europee

I fondi immobiliari al dettaglio e i titoli dell’aviazione sono stati richiesti nelle borse europee venerdì. In precedenza, questi titoli erano sotto forte pressione a causa della crisi del Corona. Il fatto che gli investitori stiano acquistando di nuovo più azioni sembra essere un segno che i mercati finanziari stanno supponendo che i principali problemi della pandemia siano ormai alle nostre spalle. Gli investitori hanno anche elaborato una serie di notizie economiche dagli Stati Uniti.

Unibail-Rodamco-Westfield, la società dietro, tra le altre, Westfield Mall of the Netherlands a Leidschendam, è stata la crescita più forte tra i principali fondi di Damrak con un aumento di oltre il 5%. Air France-KLM ha vinto con il 4,6%, guidando così la mid cap di Amsterdam.

È stato anche notato che anche i proprietari di immobili commerciali Wereldhave (più 3,7%) ed Eurocommercial Properties (più 2%). Quest’ultima società ha mostrato una perdita di prezzo oggi, dopo aver ricevuto un rapporto trimestrale debole. Altrove in Europa, ad esempio, Lufthansa e IAG hanno fatto bene in borsa, registrando guadagni di quasi il 6%. Anche IAG è caduto all’inizio della giornata. La società madre di British Airways e Iberia Airlines è destinata a perdere 3 miliardi di euro quest’anno.

Il governo degli Stati Uniti ha pubblicato un rapporto sull’occupazione migliore del previsto. Inoltre, il presidente Joe Biden ha affermato in un discorso che l’economia statunitense si sta riprendendo più velocemente e più forte del previsto dalla pandemia. Ha detto questo mentre la politica degli Stati Uniti a Washington sta ancora discutendo sui piani del presidente di investire pesantemente nelle infrastrutture, tra le altre cose.

READ  L'ascesa dei fratelli italiani

I principali indici di borsa in Europa hanno chiuso in rialzo. L’indice AEX di Amsterdam ha perso lo 0,1 percento a 819,72 punti. L’indice MidKap è salito dello 0,2 percento a 1080,01 punti. Le azioni di Parigi e Londra sono salite allo 0,8 percento. Il DAX di Francoforte è rimasto leggermente indietro dopo un inaspettato calo della produzione industriale tedesca a settembre, ma è comunque aumentato dello 0,2 percento.

Anche la società di software italiana MotorK è scesa di circa l’8% al suo debutto a Damrak. La società aveva già posticipato la sua offerta pubblica iniziale di due giorni e ha anche abbassato il prezzo iniziale per attirare più investitori.

L’euro valeva 1,1560 USD, rispetto a 1,1542 USD del giorno precedente. Il prezzo di un barile di petrolio statunitense è del 3% in più a 81,16 dollari. Il petrolio Brent è salito del 2,5% a 82,60 dollari al barile.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24