Due auto appartenenti all’ambasciata italiana in Grecia sono state prese di mira in un attentato dinamitardo

©AP

Venerdì mattina due auto dell’ambasciata italiana in Grecia sono state attaccate con esplosivo. Anche una delle due auto è esplosa, ma non ci sono notizie di feriti. Lo ha riferito la polizia greca. L’attacco non è stato ancora annunciato.

Una bomba artigianale è esplosa venerdì mattina verso le 4 del mattino (ora locale) in un parcheggio alla periferia di Atene, vicino alla residenza ufficiale di un impiegato dell’ambasciata. La polizia greca ha detto che una delle due auto diplomatiche nel parcheggio è stata distrutta. C’era anche una bomba vicino all’altra macchina, ma quell’esplosivo non è esploso. La polizia ha aperto un’inchiesta.

Il ministero degli Esteri greco ha condannato fermamente l’attacco. “Queste azioni inaccettabili non interromperanno in alcun modo le eccellenti relazioni e l’amicizia di lunga data tra la Grecia e il suo alleato Italia”, ha affermato il ministero in una nota.

Il primo ministro italiano Giorgia Meloni ha risposto che si è trattato di “un attacco di probabile origine anarchica”. Il primo ministro di estrema destra ha espresso la sua “profonda preoccupazione”.

“Sto seguendo la vicenda con il massimo interesse, anche attraverso il ministro degli Esteri Antonio Tajani”, dice Meloni. Tajani (Forza Italia) si reca ad Atene venerdì per un incontro precedentemente programmato del Partito popolare europeo.

READ  Il Mib si piega dopo i numeri del Pil italiano e della disoccupazione

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24