È chiaro che il nuovo governo italiano è di destra e nazionalista

Sabato mattina, alle dieci, la nuova squadra ministeriale italiana presterà giuramento, nel Palazzo Presidenziale di Roma. Uno dopo l'altro, i 24 ministri escono nella sontuosa sala piena di oro scintillante e velluto rosso scuro. Sotto gli occhi del presidente Sergio Mattarella, hanno giurato fedeltà alla repubblica e alla Costituzione. In prima fila Giorgia Meloni, 45 anni, il nuovo premier. Questa politica di estrema destra è la prima donna nella storia italiana a guidare il governo.

La Meloni ha ottenuto l’incarico perché il mese scorso ha ottenuto 185 seggi in un parlamento composto da 600 membri con il suo partito di estrema destra Fratelli d’Italia (FDI). I suoi partner, il partito Lega guidato da Matteo Salvini e il partito Forza Italia guidato da Silvio Berlusconi, hanno ottenuto rispettivamente 96 e 62 seggi. I tre partiti della coalizione affermano di non avere dubbi sull'adesione dell'Italia all'UE, ma hanno promesso di seguire un percorso nazionalista di destra in cui metteranno al primo posto gli interessi degli italiani.

Politica europeista

Questa politica promessa è evidente anche nella scelta dei ministri operata dalla Meloni. La sua politica europeista dovrebbe esprimersi attraverso Antonio Tajani (Forza Italia) agli Esteri. Tajani è stato commissario europeo e presidente del Parlamento europeo ed è conosciuto come un forte sostenitore dell'Unione europea. Il nuovo ministro delle Finanze è Giancarlo Giorgetti della Lega Nazionale, partito di destra. È considerato relativamente europeista.

È anche chiaro che l’Italia è ora guidata da partiti che enfatizzano il nazionalismo, le radici cristiane dell’Italia e la famiglia tradizionale, e impediscono l’ingresso degli immigrati.

Fatto in Italia

Salvini, ad esempio, è ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. Il leader della Lega aveva preferito ridiventare ministro dell’Interno pur di riprendere la sua rigida politica anti-immigrazione iniziata nel 2018 e nel 2019. Ma nel suo attuale lavoro è responsabile dei porti e della guardia costiera, cosa che può utilizzare per tenere le imbarcazioni dei migranti fuori dall’Africa. Il nuovo ministro dell'Interno all'epoca era il capo di gabinetto di Salvini al ministero. Colpisce anche – ed è una novità – che il nuovo ministro dell’Agricoltura (genero di Melloni) parli ora anche di “sovranità alimentare”. C'è un ministro per 'Le imprese e la loro responsabilità' Fatto in Italia'. La Ministra della Famiglia, delle Nascite e delle Pari Opportunità è una donna apertamente contraria all'aborto, così come alla fecondazione artificiale, al matrimonio tra persone dello stesso sesso (che in Italia non esiste ancora) e all'eutanasia (che non è regolamentata dalla legge).

La nuova squadra inizierà a lavorare domenica. Un compito difficile attende la Meloni e i suoi ministri. Poiché l’Italia rischia di entrare in recessione, l’inflazione è molto elevata, intorno al 9%, e anche gli italiani e le loro aziende si trovano ad affrontare grandi difficoltà nel pagare le crescenti bollette energetiche. Una delle prime cose che la Meloni deve fare è trovare un nuovo pacchetto di sostegno multimiliardario per le imprese in difficoltà. C’è anche fretta di preparare il bilancio nazionale per il 2023; La Meloni deve decidere l’entità del deficit di bilancio.

Guerra in Ucraina

Gli analisti si aspettano che il nuovo Primo Ministro italiano voglia recarsi rapidamente in Germania e Francia per conquistare la fiducia di questi due importanti partner europei. A questo proposito, sarà difficile presentare questo governo come pro-Kiev e pro-NATO per quanto riguarda la guerra in Ucraina.

Melonie vuole mantenere viva questa serie di successi. Ma su questo ci sono grandi tensioni all’interno dell’alleanza. Ad esempio, Silvio Berlusconi ha fatto diversi commenti filo-russi nelle ultime settimane e ha attribuito la colpa della guerra a Kiev. All'interno dell'università sono state sollevate domande sulle sanzioni imposte alla Russia.

Leggi anche

Giorgia Meloni flirta con l'Italia di Mussolini

Si oppone all'immigrazione, al matrimonio tra persone dello stesso sesso e all'ideologia di genere. Cosa spiega la sua popolarità? “Gli italiani che voteranno la Meloni lo fanno per disperazione”.

READ  Storia della settimana | Tante opportunità con le obbligazioni sostenibili

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24