È morto all'età di 58 anni l'ex calciatore italiano Gianluca Vialli | gli sport

Con videoÈ morto questa mattina all'età di 58 anni l'ex calciatore Gianluca Vialli. L'ex attaccante italiano di Juventus, Chelsea e Nazionale italiana, tra le altre, è affetto da tempo da un cancro al pancreas. Vialli è conosciuto come una delle icone della storia del calcio italiano.


Editoriale sportivo


Ultimo aggiornamento:
23-01-06, 12:01

Cinque anni fa a Viale fu detto che aveva un cancro al pancreas. L'italiano è stato dichiarato guarito dalla malattia nell'aprile 2020, ma la malattia è tornata nuovamente. Nel dicembre 2021 Vialli ha annunciato di essere nuovamente affetto da un grave cancro. La salute dell'ex attaccante è peggiorata rapidamente nelle ultime settimane. I suoi vecchi club hanno già dimostrato il loro sostegno a Vialli prima dell'inizio della Coppa del Mondo FIFA.

L'attaccante ha iniziato la sua carriera nel 1980 alla Cremonese, dove ha giocato per quattro stagioni. Lì si trasferisce alla Sampdoria, dove diventa protagonista in otto stagioni e si guadagna un posto nella Nazionale italiana. Vialli è stato sotto contratto con la Juventus dal 1992 al 1996. L'attaccante ha concluso la carriera al Chelsea, dove ha poi lavorato come allenatore per una stagione. A Londra succede a Ruud Gullit, che viene licenziato. Vialli ha lavorato anche come allenatore del Watford.

Gianluca Vialli. ©EPA

Ronald Koeman una volta gli negò l'addio definitivo alla Sampdoria, il club che lo rese campione d'Italia insieme al suo migliore amico Roberto Mancini e al quale Gianluca Vialli sarà legato per sempre. Anche dopo la sua morte avvenuta oggi in un ospedale di Londra. Leggi il necrologio qui.

READ  "L'Ajax spera di ottenere un super talento dall'Anderlecht a causa delle richieste molto elevate"

L'attaccante è conosciuto come uno dei migliori giocatori che l'Italia abbia mai prodotto. L'attaccante ha segnato sedici gol in 59 partite internazionali. Ha partecipato con il suo paese alle finali della Coppa del Mondo nel 1986 e nel 1990, e al Campionato Europeo nel 1988, vinto dalla squadra olandese. La Coppa del Mondo del 1990, disputata in Italia, si è conclusa con una medaglia di bronzo. È uno dei tanti trofei nel palmarès di Vialli, che divenne due volte campione italiano e vinse quattro volte la coppa. Nel 1996, ha alzato il trofeo della Champions League dopo aver sconfitto l'Ajax con la Juventus.

Assistente allenatore della Nazionale

Nel 2019 Vialli è tornato alla professione di allenatore, dopo che il suo caro amico e allenatore della Nazionale Roberto Mancini gli ha offerto un ruolo da assistente nella Nazionale italiana. Ciò ha portato a vincere il titolo di Campionato Europeo nell'estate del 2021. Nel dicembre 2022 Vialli si è ritirato dal lavoro di assistente perché la sua malattia lo ostacolava troppo. “Voglio usare tutta la mia forza fisica e mentale per aiutare il mio corpo a superare questa fase della malattia”, ha detto il mese scorso.

Passaporto di Gianluca Vialli

• 1980-1984: Cremonese (113 partite, 25 gol)
• 1984-1992: Sampdoria (328 partite, 141 gol)
• 1992-1996: Juventus (145 partite, 53 gol)
• 1996-1999: Chelsea (87 partite, 40 gol)
• 1985-1992: Italia (59 partite, 16 gol)

• 1999-2000: allenatore del Chelsea
• 2001-2002: allenatore del Watford
• 2019-2022: Vice allenatore della Nazionale italiana

READ  Real Madrid rilasciato dopo aver temuto Cadice, Campionato Kluivert a Valencia | calcio





We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24