E salva vite (secondo una nuova ricerca)

Naturalmente lavarsi i denti due volte al giorno è sempre una buona idea, ma sembra essere molto importante per i pazienti ospedalizzati: riduce, tra le altre cose, il rischio di polmonite.

Lo hanno dimostrato i ricercatori di Harvard. Hanno combinato i risultati di quindici studi clinici che hanno coinvolto più di 2.700 pazienti e hanno scoperto qualcosa di straordinario: i pazienti che si lavavano i denti ogni giorno avevano meno probabilità di sviluppare la polmonite in ospedale rispetto a quelli che non lo facevano. L’effetto è stato particolarmente significativo nelle persone che utilizzavano i ventilatori e quindi spesso non erano in grado di lavarsi i denti da soli.

Salvando vite
I ricercatori sono rimasti piacevolmente sorpresi dal fatto che la spazzolatura abbia fatto una tale differenza. “Il segnale che vediamo qui verso un minor rischio di morte è sorprendente. Sembra che la pulizia dentale regolare in un ospedale possa salvare vite umane”, afferma il ricercatore e professore di Harvard Michael Klompas. “È raro nel mondo della medicina preventiva trovare qualcosa che sia efficace ed economico. Invece di un nuovo dispositivo o farmaco Il nostro studio Vedere che qualcosa di semplice come lavarsi i denti può fare una grande differenza.

Batteri in bocca
I pazienti sviluppano la polmonite in ospedale perché i batteri presenti nella bocca raggiungono i bronchi e infettano i polmoni. I pazienti che sono deboli o hanno un sistema immunitario indebolito sono particolarmente vulnerabili a contrarre la polmonite mentre sono in ospedale. Quindi è molto importante che si lavino i denti almeno ogni giorno, preferibilmente due volte al giorno. Ciò riduce la quantità di batteri nella bocca, riducendo il rischio di polmonite.

READ  Terrorizzato dal virus RS, ma da nessuna parte: i bambini vengono trasferiti in un altro ospedale

I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo una meta-analisi su larga scala. Hanno utilizzato un gran numero di database diversi contenenti dati provenienti da persone di tutto il mondo e studi di diverse università che hanno esaminato l’effetto del lavarsi i denti sul rischio di polmonite e altre condizioni che le persone possono sviluppare in ospedale.

Permanenza più breve nel reparto di terapia intensiva
Risulta che il rischio di polmonite è inferiore fino al 30% per i pazienti che utilizzano ventilatori e inferiore del 15% per i pazienti ospedalieri regolari. Anche la possibilità di morte nel reparto di terapia intensiva è diminuita del 20%. Inoltre, i pazienti che si lavano i denti ogni giorno necessitano in media di 1,2 giorni in meno di ventilazione e trascorrono da 1,3 a 2 giorni in meno in terapia intensiva.

La maggior parte degli studi ha esaminato solo l’effetto dello spazzolamento dei denti nei pazienti in terapia intensiva. Solo due studi hanno esaminato l’effetto di una routine quotidiana di spazzolamento su pazienti che non erano collegati a un ventilatore. I ricercatori ritengono che lavarsi i denti riduca significativamente il rischio di infiammazione, ma ulteriori ricerche dovrebbero dimostrare se è effettivamente così.

Nuova politica
Tuttavia, sembra importante che i pazienti ospedalieri si lavino i denti correttamente. “I risultati del nostro studio evidenziano l'importanza di implementare una routine di salute orale che includa lo spazzolino da denti nei pazienti ricoverati. Ci auguriamo che questa ricerca aiuti ad attuare politiche che garantiscano che i pazienti ospedalieri si lavino i denti quotidianamente. Se un paziente non può “Raccomandiamo che un operatore sanitario farlo da soli.”

È interessante notare che una cosa semplice come lavarsi i denti ha un impatto enorme ed è senza dubbio molto più economica rispetto ai farmaci aggiuntivi.

READ  Sì, il livello del mare si sta alzando, ma niente panico, pensa con calma

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24